Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'estetica musicale dal Settecento a oggi

Di

Editore: Einaudi

4.1
(29)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 430 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806160001 | Isbn-13: 9788806160005 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Musica

Ti piace L'estetica musicale dal Settecento a oggi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    spiritualità empirica

    la musica è una oscura pratica fatta di numeri, ritmo dove l'anima improvvisa se stessa. possiamo parafrasare, possimo immaginare lo spirito che ascolta la musica e l'effeto di bello che ha su di noi. la musica influenza il comportamento umano e, presumo, riesce anche a spiegarne i significati i ...continua

    la musica è una oscura pratica fatta di numeri, ritmo dove l'anima improvvisa se stessa. possiamo parafrasare, possimo immaginare lo spirito che ascolta la musica e l'effeto di bello che ha su di noi. la musica influenza il comportamento umano e, presumo, riesce anche a spiegarne i significati intrinsechi.
    ma come possiamo definire la musica? qual'è il suo significato?
    domande cruciali, incroci con la filosofia che tenta con l'estetica di volerle spiegare.
    questo libro di fubini prova a darne risposta analizzando le componenti che fanno della musica uno stumento di profonda spiritualità empirica.
    la musica ci fa riflettere sul tempo, sulla storia e sulla civiltà coeva.
    La musica rappresenta un tempio attraverso il quale entriamo nel divino storico.
    un discorso metodologico che ad esempio nel XX secolo si arricchisce della componente psicologica per dare interpretazione estetica di schönberg, webern, cage e altri.
    la speculazione sulla musica è strettamente legata ai destini stessi della musica, e la musica a sua volta non è un’isola chiusa ed autosufficiente, ma è immersa, sia dal punto di vista creativo, sia dal punto di vista fruitivo, nel mondo circostante con tutte le sue tensioni ed i suoi problemi.

    ha scritto il 

  • 2

    è un po' sommario... e riporta errori.
    in ogni caso, si sappia che: l'accordo maggiore per rameau è perfetto.
    solo la triade minore non è riconducibile alla triade maggiore.
    "ogni opera d'arte non può essere afferrata e compresa pienamente che con lo stesso sentimento che l'ha fatt ...continua

    è un po' sommario... e riporta errori.
    in ogni caso, si sappia che: l'accordo maggiore per rameau è perfetto.
    solo la triade minore non è riconducibile alla triade maggiore.
    "ogni opera d'arte non può essere afferrata e compresa pienamente che con lo stesso sentimento che l'ha fatta nascere, così il sentimento non può essere afferrato e capito che con il sentimento".
    dire che la musica è tempo organizzato è ambiguo: un orologio non è musica.
    quando nell'ottocento l'armonia si è complicata e le anomalie sono aumentate, le regole di rameau sono cadute, e si sono diffuse musiche basate su altri sistemi -> tramonto dell'armonia tonale

    ha scritto il