Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'estimava

Per

Editor: Edicions 62

3.6
(456)

Language:Català | Number of Pàgines: 142 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) French , English , German , Italian , Spanish

Isbn-10: 849930107X | Isbn-13: 9788499301075 | Data publicació: 

Translator: Maria-Antònia Oliver

També disponible com: Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like L'estimava ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Un matí el Pierre s'emporta la seva jove, la Chloé, i les seves nétes. Se les emporta lluny, a la casa de camp, l'endemà de l'abandó de l'Adrien, el seu fill, del domicili conjugal. ¿Qui, millor que el Pierre, es podrà ocupar de la dona del seu fill, en ple estat de xoc per aquesta ruptura inesperada? La Chloé troba el consol en el seu sogre, que té seixanta-cinc anys, i al camp, aïllats del món que els envolta, estableixen un diàleg ple de confessions sinceres. El Pierre es mostra tal com és i confia els seus secrets més íntims a la jove, mentre ella a poc a poc va recuperant les ganes de viure. Després del recull de contes M'agradaria que algú m'esperés en algun lloc, al seu primer llibre,a L'estimava, Anna Gavalda traça, pàgina rere pàgina, el camí de la Chloé, una dona ferida que busca la manera de refer la seva vida.
Sorting by
  • 4

    Estil Anna Gavalda al cent per cent

    M'ha egadat molt la forma dels diàlegs. Xerrar, xerrar i vinga a xerrar, poques descripcions. Ha estat ben bé com llegir una obra de teatre. Els personatges són típics de les novel·les d'Anna Gavalda. ...continua

    M'ha egadat molt la forma dels diàlegs. Xerrar, xerrar i vinga a xerrar, poques descripcions. Ha estat ben bé com llegir una obra de teatre. Els personatges són típics de les novel·les d'Anna Gavalda. Tothom trist però amb ganes de viure i una força interior impressionant. Tothom amb un passat carregat d'històries (suposo que com la resta d'humans, al capdevall tots tenim històries, no?). Sens dubte molt recomanable. Un bon llibre per comentar al club de lectura i parlar dels dos punts de vista que hi surten.

    dit a 

  • 5

    Un piccolo capolavoro che mi ha fatto molto riflettere.. Quando l’amore finisce è meglio lasciare o restare? Grande dilemma! Quando c’è una promessa, quando ci sono dei figli cos’è meglio? Restare con ...continua

    Un piccolo capolavoro che mi ha fatto molto riflettere.. Quando l’amore finisce è meglio lasciare o restare? Grande dilemma! Quando c’è una promessa, quando ci sono dei figli cos’è meglio? Restare con il rimpianto che si poteva essere felici altrove e con il rischio di rendere infelici più persone o inseguire la felicità col rischio di apparire egoisti, insensibili?
    Da persona ferita quale sono stata mai avrei pensato che un piccolo libro come questo mi portasse a dire che la vita è una sola e noi abbiamo il diritto se non anche il dovere di inseguire la felicità, altrimenti si finisce a sopravvivere e non a vivere!! Forse questo libro mi ha fatto un pò crescere ..forse!
    "..E' la vita.. La si carezza, la si alleva, ci si attacca. E' la vita. Ci sono i coraggiosi e quelli che si accontentano. E' talmente meno faticoso accontentarsi..."..

    scritto il 14 feb 2009

    dit a 

  • 3

    Una historia sencilla pero cargada de matices

    La amaba es una novela corta en la que Anna Gavalda plantea una historia sencilla pero cargada de matices, que nos habla de rupturas pero también de nuevos comienzos, de decisiones no tomadas y de la ...continua

    La amaba es una novela corta en la que Anna Gavalda plantea una historia sencilla pero cargada de matices, que nos habla de rupturas pero también de nuevos comienzos, de decisiones no tomadas y de la búsqueda de la felicidad. Leer opinión completa en http://www.eluniversodeloslibros.com/2014/11/la-amaba-anna-gavalda.html

    dit a 

  • 4

    "Mi piace molto, penso spesso a lui...È strano, lo considero uno dei miei migliori amici eppure lo conosco appena..."

    "La trappola è pensare di aver diritto a essere felici.Quanto siamo sciocchi. Così ...continua

    "Mi piace molto, penso spesso a lui...È strano, lo considero uno dei miei migliori amici eppure lo conosco appena..."

    "La trappola è pensare di aver diritto a essere felici.Quanto siamo sciocchi. Così ingenui da credere anche solo per un secondo di poter dominare il corso delle nostre vite."

    "Avevo appena scoperto che la vita era molto più bella quando si è felici."

    < "Di quali montagne, Mouchka?" chiedevo
    "Di quelle che non hai mai visto, caro!">>

    Non conoscevo questa scrittrice, i suoi libri mi sono stati recentemente consigliati per quando avessi avuto voglia di iniziare a leggere qualcosa in lingua originale.
    "Io l'amavo" però, l'ho letto in italiano. Guardavo gli scaffali della biblioteca e non appena l'ho visto ho deciso di prenderlo.
    È un lungo racconto dove si mettono a nudo le proprie emozioni, dove si apre il proprio vaso di Pandora e alleggerirsi, sentire quelle cose che hanno tanto stancato la mente, roso l'anima svanire via in un attimo, catturate dall'attenzione di un interlocutore.
    Chloé è stata lasciata dal marito e il suocero la porta, assieme alle due bambine, in campagna per farle cambiare aria.
    Pian piano suocero e nuora entrano in confidenza e si confidano reciprocamente.
    Pierre cerca in tutti i modi di non farle pensare al marito, e finisce per raccontarle di Mathilde, una donna che ha amato molti anni prima.
    "Io l'amavo" mostra sia il punto di vista di una persona che è stata abbandonata dal proprio partner, ma anche quello di una persona che si è trovato dall'altra parte, tradire la propria moglie e decidere di conseguenza cosa fare della propria vita.
    Libro scorrevole che si legge in pochissime ore.

    dit a 

  • 3

    Vado a dormire, ti lascio al buio se è questo che vuoi, ma prima di spegnere vorrei farti una domanda. Non la faccio a te, la faccio a me stesso, la faccio alle pareti: "Quella piccola ragazzina tes ...continua

    Vado a dormire, ti lascio al buio se è questo che vuoi, ma prima di spegnere vorrei farti una domanda. Non la faccio a te, la faccio a me stesso, la faccio alle pareti: "Quella piccola ragazzina testarda non avrebbe preferito vivere con un papà più felice?"

    “La vita, anche quando tu la neghi, anche quando la trascuri, anche quando rifiuti di ammetterlo, e’ piu’ forte di te. Piu’ forte di tutto [...] E’ incredibile ma vero. La Vita piu’ forte d’ogni cosa.”

    No, non e’ incredibile. E’ la vita. E’ la vita di quasi tutti. Si tergiversa, ci si arrangia, teniamo la nostra piccola vigliaccheria fra le zampe come un animale domestico. La si carezza, la si alleva , ci si attacca. E’ la vita. Ci sono i coraggiosi e quelli che si accontentano. E’ talmente meno faticoso accontentarsi…

    Le persone che sono rigide dentro ricevono dei contraccolpi nella vita facendosi sempre male, mentre le persone che sono molli... no, non molli, ma piuttosto tenere, ecco, è così, tenere dentro, ebbene quando ricevono dei colpi soffrono meno...

    "Sono vecchia, mi sento vecchia. Sono tutta ammaccata. Sento che diventerò diffidente. Riconsidererò tutta la mia vita attraverso un traditore. non apriò più la porta. Andatevene. Parola d'ordine? Bene, prendete le pattine. Restate nell'ingresso. Senza muovervi."

    "No, tu non diventerai mai quel tipo di donna. Anche se lo volessi, non ci riusciresti. Le persone continueranno a entrare nella tua vita come in un porto di mare, soffrirai ancora e va benissimo così."

    dit a 

  • 4

    HO riletto questo libro adesso, dopo averlo letto quando è uscito in Italia diversi anni fa.
    Allora d'impeto mi era piaciuto tantissimo e ritenevo che fosse giusto che la "passione" , l'amore quello c ...continua

    HO riletto questo libro adesso, dopo averlo letto quando è uscito in Italia diversi anni fa.
    Allora d'impeto mi era piaciuto tantissimo e ritenevo che fosse giusto che la "passione" , l'amore quello con l'A maiuscola venisse sempre al primo posto. Non importa se per vivere questo amore dovevi distruggere la vita dei tuoi figli o quella del tuo coniuge: non si può dire di no all'amore.
    Ora , a distanza di qualche hanno e forse con una matutrità diversa, mi chiedo se quello descritto nel libro(in questo caso dal suocero che racconta alla nuora) sia veramente amore o se è semplicemtente passione , che dura nel tempo solo perchè non ha potuto diventare un rapporto concreto e reale. In tal caso penso sarebbe diventato anch'esso routinario e non più carico di quella aurea che lo rende eterno. L'amore è una cosa diversa dalla passione ed è fatto anche di quotidianità. Qui è descritta la passione per una giovane donna che vive in giro per il mondo e con la quale mai il nostro protagonista ha pensato di vivere insieme . Bello, ma non è di amore che si parla!

    dit a 

  • 5

    Esta autora francesa es una maestra del diálogo, y en esta obra, el mejor libro para mí de cuantos he leído de ella, sus personajes hablan de la vida y del amor de una forma honesta, que te llega, es ...continua

    Esta autora francesa es una maestra del diálogo, y en esta obra, el mejor libro para mí de cuantos he leído de ella, sus personajes hablan de la vida y del amor de una forma honesta, que te llega, es precioso. El final es una maravilla. Tremendamente recomendable.

    dit a 

Sorting by