Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'età della gloria

Storia d'Europa dal 1648 al 1816

Di

Editore: Laterza (I Robinson. Letture)

3.9
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 814 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8842084417 | Isbn-13: 9788842084419 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: History

Ti piace L'età della gloria?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Da noi la storia moderna è un pò trascurata, probabilmente perchè si tratta dell'era del declino dell'Italia, spezzettata in più stati e ormai relegata, insieme al mediterraneo, ad un ruolo subalterno...questo bel libro, molto ben scritto ed agevole, narra l'età moderna da vari punti di vista...d ...continua

    Da noi la storia moderna è un pò trascurata, probabilmente perchè si tratta dell'era del declino dell'Italia, spezzettata in più stati e ormai relegata, insieme al mediterraneo, ad un ruolo subalterno...questo bel libro, molto ben scritto ed agevole, narra l'età moderna da vari punti di vista...dai trasporti alla cultura, alla guerra...voluminoso ma piacevole.

    ha scritto il 

  • 3

    Godibilissimo testo dedicato alla storia europea tra '600 e '800 (esattamente dal termine della Guerra dei Trent'anni alla fine dell'avventura napoleonica)
    La struttura del testo ricorda più o meno certi testi di Braudel (con tanto di sottovalutazione della sfera politica e militare relegata a mi ...continua

    Godibilissimo testo dedicato alla storia europea tra '600 e '800 (esattamente dal termine della Guerra dei Trent'anni alla fine dell'avventura napoleonica) La struttura del testo ricorda più o meno certi testi di Braudel (con tanto di sottovalutazione della sfera politica e militare relegata a miserande pagine finali) con un'attenzione divertita agli aspetti economici e sociali dell'antico regime. Non è un testo profondo, ma godibile e semplice, segnato da un'evidente striatura inglese (nello stile ironico, nella sottovalutazione o antipatia del concetto di rivoluzione, nella caratterizzazione degli stessi nomi dei conflitti). Talvolta è sbrigativo (penso alle pagine dedicate a Napoleone e a Federico 2°). Mi sento però di consigliarlo a tutti i semplici appassionati di storia indipendentemente dalla loro preparazione: tutti vi troveranno qualcosa da portare a casa, l'episodio meno noto, la descrizione dei fatti chiara e lineare, una rivisitazione di alcune categorie storiografiche da rivedere.

    ha scritto il 

  • 4

    Una storia moderna dell'Europa, che copre più o meno il Sei e Settecento, con notevole attenzione al lato economico. Lungo da leggere e impegnativo, ma bello. Un po' di prospettiva anglosassone lo rende diverso dai soliti libri di storia italiani. Qualche passo è applicabile anche ai tempi modern ...continua

    Una storia moderna dell'Europa, che copre più o meno il Sei e Settecento, con notevole attenzione al lato economico. Lungo da leggere e impegnativo, ma bello. Un po' di prospettiva anglosassone lo rende diverso dai soliti libri di storia italiani. Qualche passo è applicabile anche ai tempi moderni, quando dice che " i contribuenti pagano volentieri le tasse se vedono che sono utilizzate in modo giusto, cioè pagate anche dagli altri contribuenti e spese giustamente dal Governo"

    ha scritto il