Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'evoluzione di Calpurnia

Di

Editore: Salani

4.1
(744)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8862564171 | Isbn-13: 9788862564175 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luisa Agnese Dalla Fontana

Disponibile anche come: Altri

Genere: Education & Teaching , Fiction & Literature , Science & Nature

Ti piace L'evoluzione di Calpurnia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nei prati riarsi della calda stagione texana, Calpurnia non può fare a meno di notare che le cavallette gialle sono molto, molto più grandi delle cavallette verdi. Perché? Sono di due specie diverse? Calpurnia ha sentito parlare del libro di un certo Darwin, in cui si spiega l'origine delle specie animali. Forse può trovare quel libro nella biblioteca pubblica? Sì, ma la bibliotecaria non glielo vuole mostrare. Poco male, quel libro si trova anche a casa sua: nello studio del nonno, il libero pensatore della famiglia. Accompagnata dal nonno e dal libro proibito, Calpurnia riuscirà a scoprire i segreti delle diverse specie di animali, dell'acqua e della terra. E scoprirà anche se stessa.
Ordina per
  • 4

    Calpurnia Tate è un’adolescente texana di fine Ottocento, unica figlia femmina di una numerosa famiglia benestante.


    E’ una ragazzina sveglia e particolarmente interessata alla natura che la circonda. E’ curiosa, desiderosa di capire i meccanismi scientifici che regolano il comportamento de ...continua

    Calpurnia Tate è un’adolescente texana di fine Ottocento, unica figlia femmina di una numerosa famiglia benestante.

    E’ una ragazzina sveglia e particolarmente interessata alla natura che la circonda. E’ curiosa, desiderosa di capire i meccanismi scientifici che regolano il comportamento degli esseri viventi. Starebbe giornate intere ad osservare cavallette, rane e piante, ma la madre non è così entusiasta e vorrebbe farla interessare alla cura della casa e alla musica.

    Calpurnia ha sentito nominare Darwin e il suo libro sull’evoluzione e prova a procurarsene una copia alla biblioteca locale, senza alcun successo.

    Ma perchè cercare così lontano quando ne esiste una copia nella libreria del burbero nonno?

    L’anziano, anche lui dedito agli esperimenti e alle ricerche scientifiche, scopre la passione della nipote e le consegna il libro. Ma non solo! La incoraggia nelle sue ricerche, nell’osservazione della natura e la nomina sua aiutante personale, rendendola felice ed orgogliosa di sé stessa.

    I due scienziati “dilettanti”, l’uno accanto all’altra cominciano a conoscersi meglio, a volersi bene e fanno una scoperta sensazionale.

    Un libro assolutamente delizioso per i piccoli, e anche per i grandi.

    Calpurnia è una protagonista fantastica: tenace, divertente, ironica, ma anche cocciuta e ribelle come tutte le ragazzine della sua età che si sentono imprigionate in un ruolo che non appartiene loro.

    Una lettura piacevolissima.

    ha scritto il 

  • 5

    Questo secondo me è il classico libro per ragazzi fatalmente destinato a piacere più agli adulti cui piacciono i libri per ragazzi che ai ragazzi. Se penso al me stesso nell'età cui questo libro parrebbe destinato, ritengo avrei provato ben poco interesse per le "avventure" di Calpurnia Tate: und ...continua

    Questo secondo me è il classico libro per ragazzi fatalmente destinato a piacere più agli adulti cui piacciono i libri per ragazzi che ai ragazzi. Se penso al me stesso nell'età cui questo libro parrebbe destinato, ritengo avrei provato ben poco interesse per le "avventure" di Calpurnia Tate: undicenne in fase preormonale la cui vita sentimentale è dominata dall'affetto e dalla gelosia per il diciassettenne fratello maggiore Harry pronto al debutto in società, da quello per l'eccentrico Nonno ex imprenditore ora appassionato naturalista dilettante, e dai conflitti con la Mamma che vorrebbe prepararla al suo ruolo di moglie e angelo della casa nel Texas del 1900. E mi sarei perso tutte le sfumature che indicano l'inizio del percorso di una vita di grande carattere e fieramente laterale alle convenzioni. Bambine come Calpurnia Tate contengono i semi per diventare donne come Viginia Woolf. Se l'idea di leggere della loro infanzia vi piace, accomodatevi.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi piacciono i romanzi di formazione.


    Mi piacciono i ragazzini.


    Mi piacciono i LIBRI per ragazzini.


    Mi piacciono LE ragazzine un po' strane.


    Mi piacciono i nonni barbuti da Heidi in poi.


    Ma sopratutto mi piace l'evoluzione. (Del resto, di tutta questa lista, è l ...continua

    Mi piacciono i romanzi di formazione.

    Mi piacciono i ragazzini.

    Mi piacciono i LIBRI per ragazzini.

    Mi piacciono LE ragazzine un po' strane.

    Mi piacciono i nonni barbuti da Heidi in poi.

    Ma sopratutto mi piace l'evoluzione. (Del resto, di tutta questa lista, è l'unica che ho scelto "per lavoro" cioé 24h al giorno e 7 giorni su 7).

    Quindi mi sono tuffata su questo libro come un naufrago su un rottame, come un assetato nel deserto, come una lettrice compulsiva sull'ultima scoperta del momento.

    "Estrasse un libro foderato di sontuoso cuoio marocchino verde con bei fregi d’oro. Lo lucidò con la manica, anche se per quanto potevo vedere non era impolverato. Si inchinò con fare cerimonioso e me lo porse. Lo guardai. L’origine delle specie. Qui, in casa mia. Lo ricevetti con entrambe le mani. Lui sorrise. Cominciò così il mio rapporto con Nonno."

    Il libro narra la storia dell'incontro scientifico ed amorevole di Calpurnia detta Callie Vee con il suo Nonno, vecchio naturalista.

    "Mi parlò di Linneo e del suo sistema per dare un nome a tutte le cose viventi in Natura, e di come seguivamo ancora questo sistema ogni volta che davamo un nome a una nuova specie. Mi raccontò di Copernico e Keplero e del perché la mela di Newton cadeva in giù anziché in su. Di come la luna ruota sempre in circolo intorno alla terra. Della differenza tra ragionamento deduttivo e ragionamento induttivo, e di come Sir Francis Bacon, con quel nome bizzarro, la comprese. Nonno mi raccontò di quando nel 1888 era andato fino a Washington per entrare in una nuova organizzazione di gentiluomini che si era data il nome di National Geographic Society. Si erano coalizzati per scoprire i posti ancora inesplorati del globo e per tirare fuori il paese dalla palude della superstizione e dell’arretratezza in cui si dibatteva dopo la Guerra di Secessione."

    "«Te l’ho già chiesto una volta e non mi hai mai risposto. Allora di che cosa parli con lui?» «Perdinci, Harry, c’è un sacco di cui parlare. Ci sono insetti e serpenti, gatti e coyote; ci sono alberi e farfalle, e colibrì; ci sono nuvole, clima e vento; ci sono orsi e lontre, anche se da queste parti stanno diventando difficili da trovare. Ci sono baleniere e...» «Va bene». «I Mari del Sud e il Grand Canyon. I pianeti e le stelle». «D’accordo, d’accordo». «Ci sono i principi della distillazione. Lo sai che sta cercando di trasformare le noci pecan in liquore, vero? Anche se non sta andando molto bene, ma non dire che l’ho detto, d’accordo?» «Capito». «Ci sono le leggi di Newton, ci sono prismi e microscopi, ci...» «Capito, ho detto». «Gravità, attrito, lenti, prismi...» «Basta». «La catena alimentare, il ciclo dell’acqua, l’ordine naturale. Harry, dove vai? Ci sono girini e rospi, lucertole e rane. Non andare via. Ci sono delle cose chiamate microbi, germi, sai. Li ho visti con il microscopio."

    La natura abbagliante dell'estate del 1899 in Texas viene quindi fuori dalle pagine, insieme alle esplorazioni di Callie ed alle osservazioni che fa su suo Taccuino.

    La vita quotidiana dell'epoca è descritta in modo fresco e presumo realistico. Le personalità della Mamma, della domestica Viola, dei sei fratellni di Calpurnia, emergono con poche righe o brevi accenni. La trama si movimenta con le avventure amorose del fratello Harry, l'amore di Travis per gli animali, e la scoperta da parte di Callie e del Nonno, di una nuova pianta, anzi una Pianta, che potrebbe essere addirittura una nuova specie ( vi lascio scoprire da soli se lo sarà oppure no).

    Essendo stata una io stessa una "Simil-Calpurnia" del XX secolo, mi ha colpito molto per la sua drammaticità il momento in cui la ragazzina realizza di essere una "signorina" e che qualcuno vuole scrivere il suo destino per lei.

    "Non mi ero mai catalogata insieme alle altre ragazze. Io ero diversa; non appartenevo alla loro specie. Non avevo mai pensato che il mio futuro sarebbe stato come il loro. Ma in quel momento capii che non era vero, che ero esattamente come le altre ragazze. Era previsto che consegnassi la mia vita a una casa, un marito, dei figli. Ci si aspettava che abbandonassi i miei studi naturalistici, il mio Taccuino, il mio amato fiume. Era questo il perfido scopo di tutto il cucito e la cucina che cercavano di inculcarmi, delle tediose lezioni che avevo disdegnato ed evitato. Mi venne caldo, poi freddo dappertutto. In fondo la mia vita non era con la Pianta. La mia vita era il prezzo da pagare. Perché non l’avevo capito? Ero in trappola. Un coyote con la zampa in una trappola."

    "Mio nonno mi aveva dato da leggere il libro del signor Darwin. Mi aveva dato la possibilità di una vita diversa. Ma queste cose non importavano più. Al loro posto per me c’era La Scienza del Governo della Casa. Ero cieca; ero patetica. Stavamo per cambiare secolo, ma la mia piccola vita non sarebbe cambiata. La mia vita, piccola. Quella cui avrei fatto bene ad abituarmi. Scoppiai di nuovo a piangere come una fontana, una scrosciante ondata di lacrime e moccio che inzuppava il fazzoletto del signor O’Flanagan."

    Il libro si conclude il Primo Gennaio 1900, e non sappiamo se Callie riuscirà a diventare una scienziata. Speriamo di sì.

    «Prima di morire voglio vedere le seguenti cose: l’aurora boreale. Harry Houdini. L’oceano Pacifico o Atlantico. Qualsiasi oceano va bene, non ha importanza. Le cascate del Niagara. Coney Island. Un canguro. Un ornitorinco. La torre Eiffel. Il Grand Canyon. La neve».

    ha scritto il 

  • 3

    La storia della presa di coscienza di sè e dei propi desideri di una ragazzina di 12 anni che vive alle soglie del 1900. Una bambina che scardina la comune mentalità sociale e culturale dell'epoca, in cui le femmine si devono occupare dei lavori domestici ed i ragazzi possono andare avanti a stud ...continua

    La storia della presa di coscienza di sè e dei propi desideri di una ragazzina di 12 anni che vive alle soglie del 1900. Una bambina che scardina la comune mentalità sociale e culturale dell'epoca, in cui le femmine si devono occupare dei lavori domestici ed i ragazzi possono andare avanti a studiare una professione. Ma Calpurnia è diversa, e grazie al nonno paterno scoprirà di avere ben diverse aspirazioni.
    La lettura scorre veloce ed i personaggi sono simpatici, l'unica cosa è il finale fin troppo sospeso che mi ha lasciato un pò attonita, anche se comprendo il significato che voleva dargli l'autrice. Piacevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo

    Non c'è molto da dire. Veramente bellissimo. È la storia di una bambina, del suo nonno e di vermi, lombrichi, opossum sudiati con estremo rigore scientifico e con non minore senso di meraviglia.
    Per lettori che abbiano amato Murail e Stroud. Bellissimo. Non c'è molto da dire. Veramente bell ...continua

    Non c'è molto da dire. Veramente bellissimo. È la storia di una bambina, del suo nonno e di vermi, lombrichi, opossum sudiati con estremo rigore scientifico e con non minore senso di meraviglia.
    Per lettori che abbiano amato Murail e Stroud. Bellissimo. Non c'è molto da dire. Veramente bellissimo. È la storia di una bambina, del suo nonno e di vermi, lombrichi, opossum sudiati con estremo rigore scientifico e con non minore senso di meraviglia.
    Un linguaggio rigorosissimo, lessicalmente ricco senza mai essere stucchevole. Magistrale per vividezza di personaggi e ambienti. Chi leggerà questo romanzo avrà modo di seguire il sottotesto sulla condizione femminile contro cui il libro punta il dito badando in particolare al tonico per signora "Miscela Vegetale di Lydia Pinkham, nota come il Miglior Purificante del Sangue per Donne".

    ha scritto il 

  • 3

    Libro que nos relata el como una niña diferente para su época prefiere a los animales, y plantas en sus cruzadas e investigaciones que el aprender a ser toda una señorita y ser la perfecta esposa algún día.
    Lectura algo lenta para mi gusto, se me ha hecho a ratos algo pesado.

    ha scritto il 

Ordina per