Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'importanza di chiamarsi Ernesto

Di

Editore: La Spiga languages

4.2
(5062)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: A000005522 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Ti piace L'importanza di chiamarsi Ernesto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questa commedia "frivola per gente seria", l'autore Oscar Wilde (1854-1900) narra le vicende amorose di due giovani bellimbusti vittoriani col pretesto di una vivace satira, ricca di paradossi e frivole schermaglie verbali, dell'alta società londinese del tempo.La mancanza di preoccupazione moralistica e l'abbandono ai giochi di parole fanno di questa commedia l'opera ancor oggi più viva del teatro di Wilde.
Ordina per
  • 5

    una sola parola per descriverlo:ESILARANTE. Leggetelo e non ve ne pentirete. Un'opera teatrale che vi farà sbellicare dal ridere, e se non avete visto il film,guardatelo perchè merita quanto il libro ...continua

    una sola parola per descriverlo:ESILARANTE. Leggetelo e non ve ne pentirete. Un'opera teatrale che vi farà sbellicare dal ridere, e se non avete visto il film,guardatelo perchè merita quanto il libro :-)

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Curiosa opera teatrale di Wilde.

    Una farsa certo, una delle più clamorose farse della storia della letteratura. Tutta la trama gira intorno al nome "Ernesto" o meglio Ernest che significa al tempo stesso "onesto" e "Ernesto". Il prot ...continua

    Una farsa certo, una delle più clamorose farse della storia della letteratura. Tutta la trama gira intorno al nome "Ernesto" o meglio Ernest che significa al tempo stesso "onesto" e "Ernesto". Il protagonista che porta questo nome in realtà si chiama Gianni ed è stato tutto fuorché onesto con Gwendolyn riguardo alla sua identità; allo stesso modo Agenore cercherà di avvicinarsi a Cecilia usando sempre il nome "Ernesto" a posto del suo, al fine di conquistarla.
    Le due fanciulle risultano più innamorate di un nome che della persona a cui quel nome si riferisce ed è questo che aggiunge clamorosità a tutta la vicenda? Come può solo un nome ispirare tanta fiducia? È possibile sposare un uomo solo per il suo nome? Certo, un tempo lo facevano le dame, si sposavano solo in virtù del nome e delle ricchezze del marito ma al giorno d'oggi per alcuni onesti contemporanei dalle idealistiche vedute può risultare davvero stupido mentre per altri potrebbe apparire una scelta sensata. Spetta al lettore decidere quale chiave di lettura vuol dare, come al solito.

    ha scritto il 

  • 4

    La primera obra de Oscar Wilde que leo, me ha parecido deliciosa. Escrita de forma impecable y con mucha soltura, es una obra de teatro cómica, de esas que llaman "de salón", llena de enredos, malente ...continua

    La primera obra de Oscar Wilde que leo, me ha parecido deliciosa. Escrita de forma impecable y con mucha soltura, es una obra de teatro cómica, de esas que llaman "de salón", llena de enredos, malentendidos y situaciones hilarantes, con un final (que duda cabe) feliz, que deja la inevitable sensación de nostalgia, ya que te encantaría saber mucho más de la historia.

    Sin embargo, y como pasa en la mayoría de las obras de teatro que leo, echo de menos más profundidad en los personajes, ya que, en cierta manera son muy limitados. No obstante, este "defecto" es compensado por la trama, que consigue sacarte sonrisas a golpe de enredo.

    Al final lo que tenemos es una obra de teatro cómica y muy entretenida; corta y singular, en el que Wilde, no sin cierta ironía, critica los usos formales de la época.

    ha scritto il 

  • 4

    L' importanza di essere onesto è una esilarante commedia degli equivoci in cui i giochi di ruolo, di parole e gli intrecci dei personaggi la fanno da padrone.
    Lettura piacevole e simpatica che, grazie ...continua

    L' importanza di essere onesto è una esilarante commedia degli equivoci in cui i giochi di ruolo, di parole e gli intrecci dei personaggi la fanno da padrone.
    Lettura piacevole e simpatica che, grazie al genio di Wilde, ci invita a riflettere sull' importanza delle apparenze e sui stereotipi imposti dalla società dell' epoca.

    ha scritto il 

  • 4

    Esilarante!

    Non amo molto leggere commedie teatrali, ma questa di Oscar Wilde mi ha divertito moltissimo!

    Quotes:

    - "Non vedo nulla di romantico in una richiesta di matrimonio. Esser innamorati è romanticissimo. ...continua

    Non amo molto leggere commedie teatrali, ma questa di Oscar Wilde mi ha divertito moltissimo!

    Quotes:

    - "Non vedo nulla di romantico in una richiesta di matrimonio. Esser innamorati è romanticissimo. Ma non c'è niente di romantico in una proposta precisa. C'è persino il rischio di essere accettati!" [pag.33]

    - "L'essenza dell'atmosfera romantica sta nella sua incertezza. Se mai prenderò moglie, cercherò di dimenticarmene subito." [pag.33]

    - "Io sono stufo della gente intelligente. Al giorno d'oggi sono tutti intelligenti. Li incontri dappertutto: stanno diventando un pericolo pubblico. Come vorrei che ci fosse rimasto ancora qualche cretino."
    [pag.50]

    ha scritto il 

Ordina per