L'incendiaria

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.7
(2196)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Olandese , Svedese , Chi tradizionale , Tedesco , Norvegese , Ungherese , Polacco , Portoghese , Ceco , Russo

Isbn-10: A000054798 | Isbn-13: 9788820090081 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Grazia Prestini

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace L'incendiaria?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"La Bottega": un'agenzia governativa che ha lo scopo di sviluppare facoltà psichiche eccezionali. Charlie: una bambina dotata di un'energia terrificante e potenzialmente distruttiva. Venuta a conoscenza di questo fatto, "la Bottega" cerca con ogni mezzo di acciuffare la piccola e, quando ci riesce, si sforza di orientare verso il male le sue straordinarie capacità. Ma non ha calcolato che anche una bambina di otto anni può prendere gusto al "gioco" e provare la dolce soddisfazione della vendetta...
Ordina per
  • 4

    Il romanzo si apre con due persone in fuga, un padre e sua figlia, e già l'angoscia è al massimo e si prova esattamente lo stesso timore che può provare un genitore quando il proprio figlio è in peric ...continua

    Il romanzo si apre con due persone in fuga, un padre e sua figlia, e già l'angoscia è al massimo e si prova esattamente lo stesso timore che può provare un genitore quando il proprio figlio è in pericolo. Charlie, questa meraviglia di bambina così potente eppure così piccola, già matura per la sua età, ha dovuto crescere veramente in fretta imparando a controllarsi, imparando a non fidarsi, imparando a come riprendersi dopo sofferenze inimmaginabili e a perdite devastanti. Nessuno dovrebbe avere un'infanzia così. Si diventa subito protettivi nei suoi confronti, si soffre con lei, si spera, ci si arrabbia.
    È un romanzo intenso e le scene in cui viene ferita maggiormente e in cui si ribella sono le più intense.
    Un racconto sull'amore e su ciò che conta veramente nella vita, sull'altruismo disinteressato, sulla gentilezza interessata.
    Fa riflettere in molti punti e le capacità eccezionali di Charlie passano quasi un secondo piano rispetto all'analisi psicologica dei personaggi e delle situazioni in cui si trovano.
    Un bel libro profondo.

    ha scritto il 

  • 4

    Splendido

    Bellissimo romanzo di King, a mio parere più avvincente del precedente "La zona morta".
    In quest'opera, infatti, l'autore ha tutto il tempo per descrivere magistralmente i personaggi e la trama. Ci fa ...continua

    Bellissimo romanzo di King, a mio parere più avvincente del precedente "La zona morta".
    In quest'opera, infatti, l'autore ha tutto il tempo per descrivere magistralmente i personaggi e la trama. Ci fa intenerire di fronte alla piccola Charlie, ma subito dopo siamo terrorizzati in presenza dei suoi terribili poteri. Possiamo osservare l'evoluzione rapidissima dei personaggi, che in pochi mesi mutano radicalmente fisionomia.
    Il punto che più mi ha fatto emozionare è la descrizione degli effetti del potere del padre, Andy sulle persone, che però non svelerò in quanto spoiler.
    Assolutamente da leggere

    ha scritto il 

  • 4

    Andie McGee e la sua futura moglie si conoscono al college, appena prima di un esperimento governativo in cui viene somministrato loro il Lot Six, un allucinogeno che si presume sia in grado di aument ...continua

    Andie McGee e la sua futura moglie si conoscono al college, appena prima di un esperimento governativo in cui viene somministrato loro il Lot Six, un allucinogeno che si presume sia in grado di aumentare il potere della mente.
    L’esperimento non sembra produrre gli effetti sperati, visto che una cavia si asporta gli occhi con le dita, un altra muore di arresto cardiaco, mentre quelli che sopravvivono non sembrano subire particolari effetti dal trattamento.
    Ma Andy e futura moglie scopriranno di avere entrambi facoltà telecinetiche, anche se blande e spesso irrilevanti…
    La svolta sia ha con la nascita della loro figlia: Charlie McGee è una pirocinetica, un essere in grado di scatenare incendi con il pensiero.
    La Bottega, il misterioso ente governativo che ha organizzato l’esperimento, li insegue, perchè vuole Charlie, studiarla e usarla come arma…

    Un romanzo esemplare di Stephen King, in cui trovano spazio la solitudine, l'essere diversi, l'indifferenza e i complotti governativi.
    Se vi piace King, questa è una delle sue molte idee riuscite.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo libro non mi ha entusiasmato come altri di King. Come al solito la caratterizzazione dei personaggi mi è piaciuta, Andy, Charlie e anche Rainbird sono indubbiamente ben costruiti, però quello c ...continua

    Questo libro non mi ha entusiasmato come altri di King. Come al solito la caratterizzazione dei personaggi mi è piaciuta, Andy, Charlie e anche Rainbird sono indubbiamente ben costruiti, però quello che ho trovato fiacca è la trama. Pochissimo pathos (se non in qualche punto), evoluzione della storia abbastanza scontata, finale a mio avviso inconcludente. Volendo restare in tema col titolo, molto fumo e niente arrosto.

    ha scritto il 

  • 4

    mi ha piacevolmente impressionato.Non è certo fra i suoi capolavori,ma l'ho trovato meno banale di quello che immaginavo.E' piuttosto avvincente,dal ritmo serrato, con personaggi indovinati ed un fin ...continua

    mi ha piacevolmente impressionato.Non è certo fra i suoi capolavori,ma l'ho trovato meno banale di quello che immaginavo.E' piuttosto avvincente,dal ritmo serrato, con personaggi indovinati ed un finale di buon livello.

    ha scritto il 

  • 3

    Bello bello bello! Un ritmo a dir poco incalzante che mi ha fatto amare fin da subito questo romanzo. Sono arrivata alla fine senza difficoltà quasi senza rendermene conto! E bravo Re!

    ha scritto il 

  • 4

    Veramente stupendo. Cominciato con alcune remore mi ha preso alla grande, trascinandomi in un mondo crudele che tenta di strappare una bimba al suo papà. Finale in grande stile Kinghiano, sempre impre ...continua

    Veramente stupendo. Cominciato con alcune remore mi ha preso alla grande, trascinandomi in un mondo crudele che tenta di strappare una bimba al suo papà. Finale in grande stile Kinghiano, sempre imprevedibile. Voto 8/10

    ha scritto il 

  • 1

    Noia tra supercattivi e paranormale

    Una bambina ha la capacità di appiccare incendi col pensiero, incenerendo uomini e cose. Suo padre può con la forza della mente indurre gli altri in suo potere fino alla pazzia. L’uomo è stato sottopo ...continua

    Una bambina ha la capacità di appiccare incendi col pensiero, incenerendo uomini e cose. Suo padre può con la forza della mente indurre gli altri in suo potere fino alla pazzia. L’uomo è stato sottoposto, cavia incauta ma volontaria, alla sperimentazione di un nuovo allucinogeno quando era studente universitario. I Cattivi del governo, x oscuri motivi resi ancora più improbabili da traballanti spiegazioni, danno loro la caccia. La storia è imperniata sulla contrapposizione dell’idilliaco rapporto tra padre e figlia e le bieche trame dei Cattivi, ma così cattivi da fare invidia ai nazi e al KGB. Il libro è sostanzialmente noioso, e ci sono solo due momenti emozionanti: la battaglia alla fattoria e l’apocalittico finale. Qui King non tiene conto di quello che in seguito sarà un suo punto di forza: dentro ognuno di noi è nascosto un piccolo primordiale cavernicolo, che gode del sangue e della morte altrui, x cui non sempre facciamo il tifo x i buoni. E c’è un presupposto di un’ingenuità sconcertante: che la stampa e l’opinione pubblica supporterebbero una persona dotata di così spaventosi poteri. L’istinto di conservazione e la naturale diffidenza e paura per ciò che è alieno porterebbero invece la gente a desiderare ciò che vuole la fantomatica Bottega: la morte della bambina. Un King ancora immaturo in una delle sue opere peggiori.

    ha scritto il 

  • 2

    Bha!

    Non è possibile usare così tante parole in 408 pagine e non dire niente! Gli ingredienti giusti c'erano, ma a malincuore ammetto che il risultato è stato, come dire, "bruciato"!

    ha scritto il 

Ordina per