L'incontro

Voto medio di 922
| 167 contributi totali di cui 164 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Maurizio ha dieci anni e non vede l'ora che comincino le vacanze. Per lui l'estate significa stare dai nonni a Crabas: lì ogni anno ritrova Franco e Giulio, fratelli di biglie, di ginocchia sbucciate e caccia alle libellule, e domina con loro un picc ...Continua
Nurseka
Ha scritto il 01/02/18

NOI a Crabas non era un pronome come negli altri posti, ma la cittadinanza di una patria tacita dove tutto il tempo condiviso si declinava così, al presente plurale.

Chiara
Ha scritto il 29/10/17
Pur narrando di storie adolescenziali, ambientate nell’entroterra rurale sardo, intriso di religiosità e mistero, la scrittura della Murgia si conferma magistralmente arcaica laddove parla di ritualità e leggende popolari, finemente edotta nella tota...Continua
Yuko86~Living...
Ha scritto il 27/07/17
Mi sono innamorata di Michela Murgia con Chirù, ho avuto conferma del mio amore per lei con Accabadora. Stressata dalla sessione d'esami, durante un pomeriggio in biblioteca ho pescato dagli scaffali questo libretto minuscolo e me lo sono bevuto tra...Continua
Elena Mreule
Ha scritto il 08/05/17
Piacevolissima immersione in paesaggio sardo
La lettura di questo romanzo si completa in un'oretta senza nessunissimo problema. Si tratta di un'opera che ho trovato estremamente divertente, con alcune idee che ritengo veramente magistrali. Cabras è un paesino di 9.000 anime immerso in tantissim...Continua
lunatica...
Ha scritto il 20/02/17
un mondo a parte

c'è un'età in cui si sfugge all'attenzione degli adulti, e questo permette di crescere.


Maristella
Ha scritto il Aug 03, 2012, 00:04
L'estate per Maurizio aveva la forma sinuosa di una curva a gomito, e lui l'adorava.
Pag. 13
Maristella
Ha scritto il Aug 03, 2012, 00:03
A Maurizio non veniva tanto facile dire «noi», perché non c'è plurale nel mondo di un figlio unico, educato dalla solitudine a diventare per sempre l'unica misura di se stesso.
Pag. 19
Maristella
Ha scritto il Aug 02, 2012, 23:57
L'estate gli serviva a riscuotere quel misterioso credito che maturava per lui come le more sui rovi, pronto a essere riscosso ogni giugno. Bramava i fratelli di biglie e le sorelle di libellule che gli spettavano di diritto.
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi