Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'indice della paura

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

3.4
(216)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 285 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 8804613203 | Isbn-13: 9788804613206 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: S. Viviani

Disponibile anche come: Altri

Genere: Business & Economics , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace L'indice della paura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È notte fonda quando il dottor Alex Hoffmann viene aggredito da uno sconosciuto che si introduce di nascosto nella sua residenza di Ginevra. A quarantadue anni Hoffmann è una leggenda: scienziato tra i più noti al mondo, è ora un ricco e potente uomo d'affari proprietario di una società che gestisce fondi d'investimento, e ha da poco creato un software sofisticatissimo e top secret, destinato a rivoluzionare i mercati finanziari di tutto il mondo. Nessuno dei suoi rivali sa come, ma il sistema che Hoffmann ha messo a punto e che ruota intorno al VIX - l'indice di volatilità, familiarmente chiamato dagli addetti ai lavori "indice della paura"- genera un incredibile ritorno in termini economici per i suoi clienti. Qualcosa, però/evidentemente non funziona: qualcuno vuole distruggerlo e l'aggressione del professore è solo il primo di una serie di accadimenti sconcertanti. Nel giro di ventiquattr'ore Hoffmann non è più lo stesso uomo e, mentre i mercati finanziari intorno a lui precipitano, ha inizio una lotta senza esclusione di colpi contro un avversario sconosciuto e per questo ancora più temibile. Ambientato nel competitivo mondo dell'alta finanza scosso dalla profonda crisi economica mondiale di questi ultimi anni, "L'indice della paura" è un thriller che riconferma Robert Harris come osservatore della società contemporanea.

Ordina per
  • 2

    L'ho letto o non l'ho letto?

    In realtà dopo essere stata via venti giorni, mi sono ricordata di averlo letto prima di partire ma non ricordo se sono riuscita o meno a finirlo... Credo che a un certo punto infatti mi si sia fuso i ...continua

    In realtà dopo essere stata via venti giorni, mi sono ricordata di averlo letto prima di partire ma non ricordo se sono riuscita o meno a finirlo... Credo che a un certo punto infatti mi si sia fuso il cervello, nel vano tentativo di capire quanta realtà ci fosse in questa storia complicatissima e plausibile ma al limite della fantascienza. Cerco di spiegarmi: esiste un indice, un logaritmo algebrico, per intenderci, che, se applicato a un computer enorme può determinare più o meno verosimilmente l'andamento della Borsa e far diventare milionari i possibili investitori. Guadagni spropositati, che esulano perfino dalla nostra immaginazione. A un certo però sembra che questa macchina, come Hal in 2001 Odissea nello spazio, impazzisca e inizi dopo aver sviluppato una coscienza ad agire come ogni specie terrestre nel tentativo di garantire la propria sopravvivenza ( mettendosi contro, ovviamente, quella del suo creatore). Ma le basi sono talmente veritiere e plausibili che dopo poco non si capisce più niente. Non lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 3

    Occasione persa nel finale

    La trama è avvincente e interessante fino dopo la metà del libro, poi comincia una parte tecnica che per i non addetti ai lavori (nel campo della finanza e delle contrattazioni in borsa) fa perdere un ...continua

    La trama è avvincente e interessante fino dopo la metà del libro, poi comincia una parte tecnica che per i non addetti ai lavori (nel campo della finanza e delle contrattazioni in borsa) fa perdere un po' di mordente e interesse alla storia. Libro comunque godibile

    ha scritto il 

  • 4

    la finanza: il lato oscuro.......... della scienza

    Alexander Hoffmann lavora al CERN e mette su programmi per interpretare l'enorme messe di dati prodotti nell'acceleratore di particelle. Lì si mette in testa di creare un programma che si autoistruisc ...continua

    Alexander Hoffmann lavora al CERN e mette su programmi per interpretare l'enorme messe di dati prodotti nell'acceleratore di particelle. Lì si mette in testa di creare un programma che si autoistruisce e, per farlo, passa al lato oscuro....., quello della finanza. Diventa ricco, compra una casa da 60 M€ e viene assalito in casa durante una notte..........
    Bel libro di Harris che spiega, con un po' di artifici di fantasia, come si è generata la crisi finanziaria del 2007-2008. Il libro è un thriller sui generis, che si aggira tra intelligenza artificiale, meccanismi finanziari e autismo dei fisici (confermo, per esperienza diretta e quotidiana, la presenza estensiva di questa patologia tra i fisici, anche se in forma molto variabile).

    ha scritto il 

  • 3

    La trama è decisamente particolare: si svolge in ambito finanziario con atmosfera thriller e alcuni risvolti (almeno, spero) "fantascientifici".
    L'argomento è stuzzicante e la scrittura è, come sempre ...continua

    La trama è decisamente particolare: si svolge in ambito finanziario con atmosfera thriller e alcuni risvolti (almeno, spero) "fantascientifici".
    L'argomento è stuzzicante e la scrittura è, come sempre, molto scorrevole, solo l'uso eccessivo di termini borsistici e di spiegazioni tecnicistiche, spesso incomprensibili per i non addetti ai lavori, rallentano la lettura e lo stato di tensione si affloscia miseramente.
    Nel complesso un libro che, sotto molti aspetti, non mi ha lasciata indifferente.

    ha scritto il 

  • 3

    Bello, intrigante e scorrevole la trama, due soli punti a sfavore: il finale un po' deludente, che lascia alcuni punti interrogativi, e le spiegazioni sulle speculazioni in borsa, che io non sono in g ...continua

    Bello, intrigante e scorrevole la trama, due soli punti a sfavore: il finale un po' deludente, che lascia alcuni punti interrogativi, e le spiegazioni sulle speculazioni in borsa, che io non sono in grado di capire appieno e che alla fine del libro fanno perdere un po' il ritmo serrato degli eventi. Molto belli a mio avviso i personaggi...meraviglioso Hugo Quarry e "tenero" l'ispettore Leclerc.

    ha scritto il 

  • 3

    Plot intrigante, ma il racconto è troppo infarcito di terminologie e strategie finanziarie, che se non si è addentro stufano e non fanno capire il significato della storia.

    ha scritto il