Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'infinito

Di

Editore: Rizzoli

3.3
(155)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 251 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817138339 | Isbn-13: 9788817138338 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Religion & Spirituality , Science & Nature

Ti piace L'infinito?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La più grande conquista della logica matematica raccontata come una favola
Ordina per
  • 5

    Realtà trascendente

    Ho voluto rileggere questo libro, del grande fisico e matematico Antonino Zichichi, per approfondire l'argomento sull'infinito; è affascinante il sol pensare quello che la nostra mente può ...continua

    Ho voluto rileggere questo libro, del grande fisico e matematico Antonino Zichichi, per approfondire l'argomento sull'infinito; è affascinante il sol pensare quello che la nostra mente può realizzare:l'immanente e il trascendente possono avere molti punti in comune quando si applica la pura matematica; un percorso mentale che riesce a condurci al di là delle cose "finite" esistenti nel mondo che noi conosciamo, o meglio, che i nostri sensi percepiscono.

    ha scritto il 

  • 1

    Antonino Zichichi racconta, oltre i “fatti”, anche la favola della Principessa Cristina che aveva inventato la corrispondenza biunivoca. «È proprio questa invenzione – scrive Zichichi alla ...continua

    Antonino Zichichi racconta, oltre i “fatti”, anche la favola della Principessa Cristina che aveva inventato la corrispondenza biunivoca. «È proprio questa invenzione – scrive Zichichi alla fine del capitolo "L’invenzione della Principessa Cristina": la corrispondenza biunivoca – che permetterà all’uomo di capire l’Infinito». Ho letto libri più belli sull'infinito!

    ha scritto il 

  • 1

    vi interessa l'argomento e volete un libro divulgativo? SCEGLIETENE UN ALTRO

    come cercare di fare divulgazione con una favola e dire un sacco di cavolate. va letto SOLO se volete capire le "zichicche" di odifreddi: premesso che a me odifreddi ogni tanto sa proprio di ...continua

    come cercare di fare divulgazione con una favola e dire un sacco di cavolate. va letto SOLO se volete capire le "zichicche" di odifreddi: premesso che a me odifreddi ogni tanto sa proprio di spocchioso, in questo caso ha ragione fino in fondo.

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro è un saggio molto, ma molto, ma molto tranquillo sulla teoria dell'Infinito Matematico; come se fosse rivolto ad un bambino, usa fiabe, esempi banali, ripetizioni e figure a volontà. I ...continua

    Il libro è un saggio molto, ma molto, ma molto tranquillo sulla teoria dell'Infinito Matematico; come se fosse rivolto ad un bambino, usa fiabe, esempi banali, ripetizioni e figure a volontà. I concetti sono interessanti, ma un po' tortuosi, e proprio questo "metodo di insegnamento" rende facile la loro comprensione. Questo, fino ai 5\6 di libro. Poi, Zichichi inizia a pontificare - è proprio il caso di dirlo - sulle sue teorie anticreazionistiche pseudoreligiose e il tutto degenera. Ho come l'impressione che il concetto di Infinito Assoluto sia stati messo lì tanto per ricordare che, comunque, c'è un Dio sopra ogni logica. E non vorrei sbagliarmi, ma secondo me ha anche cannato totalmente l'interpretazione dell'Antinomia di Russell...

    ha scritto il 

  • 3

    Infinita...delusione

    Peccato, mi aspettavo di più. Molto molto noiosa la storiella iniziale. Troppo difficile per bambini e troppo noiosa per i grandi. Seconda parte un po più intrigante, stuzzica ma lascia abocca ...continua

    Peccato, mi aspettavo di più. Molto molto noiosa la storiella iniziale. Troppo difficile per bambini e troppo noiosa per i grandi. Seconda parte un po più intrigante, stuzzica ma lascia abocca asciutta. Tanta carne al fuoco che voleva essere commestibile per tutti e forse così è risultata indigesta.

    ha scritto il