L'invasione degli ultracorpi

Urania Collezione 004

Di

Editore: Mondadori (Urania Collezione)

3.9
(486)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 219 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Giapponese

Isbn-10: A000007221 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Stanis La Bruna ; Curatore: Giuseppe Lippi ; Illustrazione di copertina: Giacomo Callo ; Prefazione: Massimo Picozzi

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace L'invasione degli ultracorpi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sarà presunzione, ma penso che nessuno meglio di uno psichiatra appassionato di fantascienza possa accompagnarvi alla prima pagina del romanzo di Jack Finney... Il gioco è fatto: vera protagonista del meccanismo è la paranoia. Il libro è eccezionale nella sua modernità; la modernità della disumanizzazione, della impossibilità a riconoscere ed essere riconosciuti. Una descrizione, quella del conoscente e dell'amico trasformato, che sembra tratta dall'esperienza clinica di un reparto psichiatrico, la rappresentazione più inquietante del folle, dell'alienato: al confine tra la vita e la morte, incapace di provare emozioni, solo una caricatura delle emozioni.
Ordina per
  • 4

    Sono convinto siano pochi coloro che non conoscono almeno a grandi linee le vicende raccontate in questo romanzo trasportato più volte sul grande schermo. E se non sono le vicende narrate a sorprender ...continua

    Sono convinto siano pochi coloro che non conoscono almeno a grandi linee le vicende raccontate in questo romanzo trasportato più volte sul grande schermo. E se non sono le vicende narrate a sorprenderci, è la capacità di Finney di tenere il lettore sul filo del rasoio, descrivere le angosce, gli inganni e i mancati inganni, le speranze vane e concrete che i personaggi principali si trovano a vivere e ad affrontare. 1953. In una piccola cittadina californiana, Santa Mira, alla porta del dottor Miles Bennell bussa Becky Driscoll. Becky è lì per sua cugina Wilma: la ragazza non riconosce più suo padre in suo padre!! Nell'aspetto esteriore e nei comportamenti è sempre il solito ma ci sono piccole sfaccettatura che lo fanno sembrare un impostore. L'incredulità iniziale va via via scemando quando, nei giorni a seguire, altre persone gli si rivolgono per la stessa cosa. Finché, Jack Belicec, il direttore del cinema locale, lo mette a conoscenza di una scoperta sconvolgente: nel suo garage ha trovato una sua copia in carne e ossa né viva ma nemmeno morta. Si legge in poco tempo e ne vale davvero la pena!

    ha scritto il 

  • 5

    GLI INVASATI

    Questo libro, uscito nella collana “Urania” originalmente col titolo “Gli invasati” (in realtà l’edizione che ho io è appunto quella) dato origine a ben quattro riduzioni cinematografiche e ha lanciat ...continua

    Questo libro, uscito nella collana “Urania” originalmente col titolo “Gli invasati” (in realtà l’edizione che ho io è appunto quella) dato origine a ben quattro riduzioni cinematografiche e ha lanciato (in un periodo di piena paranoia da Guerra Fredda) il tema dell’”invasione silenziosa”. Nella piccola cittadina di Santa Mira, California, alcuni abitanti sembrano preda di una sorta di mania schizofrenica: di punto in bianco dichiarano che le persone a loro più vicine “non sono più loro” e sono state sostituite da dei sosia che si comportano in modo simile all’originale ma non lo ricalcano del tutto. Il medico generico Miles Bennell, inizialmente portato allo scetticismo di fronte a una ossessione così strana, finirà col ricredersi quando scoprirà (aiutato dalla giovane Becky e dai coniugi Jack e Theodora) che qualcosa di pazzesco sta effettivamente succedendo a Santa Mira …
    E’ un libro che, nonostante alcune “facilonerie” in certi passaggi si legge davvero tutto d’un fiato, tanto bene è resa l’atmosfera di paranoia che avvolge i protagonisti e tanto originalmente si sviluppa la trama. Davvero un magnifico libro di sci-fi, assolutamente da leggere per gli amanti del genere!

    ha scritto il 

  • 3

    INVECCHIATO BENE

    Bel libro di fantascienza classica, storia ultranota da cui hanno tratto vari film. Ambientazione anni '50 nella provincia americana, con tutte le implicazioni (fra cui ruolo della donna). Invecchiato ...continua

    Bel libro di fantascienza classica, storia ultranota da cui hanno tratto vari film. Ambientazione anni '50 nella provincia americana, con tutte le implicazioni (fra cui ruolo della donna). Invecchiato bene, si legge con piacere.

    ha scritto il 

  • 4

    E' facile vedere negli abitanti tutti omologati del romanzo lo spettro del comunismo che aleggiava potente in quel periodo. L'invasione aliena coma metafora della creazione di una quinta colonna sovie ...continua

    E' facile vedere negli abitanti tutti omologati del romanzo lo spettro del comunismo che aleggiava potente in quel periodo. L'invasione aliena coma metafora della creazione di una quinta colonna sovietica in territorio americano. “Guardati dal tuo vicino” era uno degli slogan del periodo (il caso dei coniugi Rosenberg era ancora fresco).
    Questo romanzo contribuì a creare il filone della fantascienza paranoica, quella che in tutti gli anni della guerra fredda ha alimentato la paura collettiva in un'America costantemente sotto attacco da nemici spesso invisibili o apparentemente innocui.

    ha scritto il 

  • 5

    Ottimo classico di fantascienza

    Non mi sorprende che questo romanzo abbia ispirato tanti film. Trama molto semplice ma svolta così bene che innesca nel lettore una serie di inquietanti domande sulla nostra esistenza. Si scorrono le ...continua

    Non mi sorprende che questo romanzo abbia ispirato tanti film. Trama molto semplice ma svolta così bene che innesca nel lettore una serie di inquietanti domande sulla nostra esistenza. Si scorrono le pagine del libro incapaci di intuire come andrà a finire la storia nonostante la stessa possa terminare solo in due modi. Vivere o morire.

    ha scritto il 

  • 4

    Gran bel romanzo avvincente che non tradisce neanche del tutto la sua età.
    Però... Però il capolavoro assoluto di Finney rimane "Indietro nel tempo"... "Indietro nel tempo" è uno dei romanzi più belli ...continua

    Gran bel romanzo avvincente che non tradisce neanche del tutto la sua età.
    Però... Però il capolavoro assoluto di Finney rimane "Indietro nel tempo"... "Indietro nel tempo" è uno dei romanzi più belli ch'io abbia mai letto. Da paragonare a molti grandi classici.
    Rifuggendo in ritardo il confronto (pure non li amo molto i confronti), il mio personale gradimento non toglie nulla alla bellezza di questi "Ultracorpi", la cui lettura consiglio molto vivamente.

    ha scritto il 

  • 0

    6.5/10

    La trama mi è piaciuta moltissimo, il libro mi ha inquietata e l'ho letto tutto d'un fiato. È scritto però in maniera sbrigativa e superficiale perciò non posso dargli un voto troppo alto. È un peccat ...continua

    La trama mi è piaciuta moltissimo, il libro mi ha inquietata e l'ho letto tutto d'un fiato. È scritto però in maniera sbrigativa e superficiale perciò non posso dargli un voto troppo alto. È un peccato, è uno di quei classici libri che mi fa pensare ' eh se l'avesse scritto un altro autore chissà che bello!!'Comunque lo consiglio come lettura di evasione!

    ha scritto il