Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ipnotista

Di

Editore: Mondolibri

3.3
(2947)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 585 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Portoghese , Svedese , Olandese , Catalano , Francese , Norvegese , Inglese , Danese , Tedesco , Chi tradizionale , Ceco , Greco

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace L'ipnotista?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Cupo, ma bello

    Primo libro che leggo della coppia, molto cupo, fa un ritratto della società del nord davvero spaventoso. Violenza gratuita e inaudita. Anche tra i giovanissimi. I personaggi sono ben descritti e interessanti. Nel complesso davvero un bel libro.
    Consigliato.

    ha scritto il 

  • 4

    Lars Kepler è lo pseudonimo dietro cui si celano una coppia (coniugi) di scrittori svedesi.
    Sarà forse per questo che l’unico difetto che trovo in questo libro è il fatto che molte volte la trama sembra prendere una direzione, si porta la suspence a livelli alti, per poi lasciar cadere la ...continua

    Lars Kepler è lo pseudonimo dietro cui si celano una coppia (coniugi) di scrittori svedesi.
    Sarà forse per questo che l’unico difetto che trovo in questo libro è il fatto che molte volte la trama sembra prendere una direzione, si porta la suspence a livelli alti, per poi lasciar cadere la situazione nel nulla, e prendere un’altra direzione.
    Si avverte insomma che il libro è stato scritto a quattro mani…
    Nonostante questo, resta un buon thriller.

    ha scritto il 

  • 3

    Thriller sul tipo di quelli di Donato Carrisi: serial killer pazzi, coltelli, sangue. Chi ha tradotto ha qualche difficoltà nell'uso dei tempi verbali con risultati un po' scricchiolanti. Non il mio genere comunque, anche se di livello medio.

    ha scritto il 

  • 2

    Ok, facciamo che per questa volta niente breve riassunto. Perché il libro non mi è proprio piaciuto granché.


    Non so se definire thriller questo romanzo perché l'ho trovato piatto per la maggior parte del tempo. Inizia un pochino a far salire la tensione nell'ultimo centinaio di pagine — e ...continua

    Ok, facciamo che per questa volta niente breve riassunto. Perché il libro non mi è proprio piaciuto granché.

    Non so se definire thriller questo romanzo perché l'ho trovato piatto per la maggior parte del tempo. Inizia un pochino a far salire la tensione nell'ultimo centinaio di pagine — e sono quasi 600.
    Poi sinceramente ci sono delle parti che sono abbastanza inverosimili. Ma perché metterle? Boh, non mi hanno proprio sconfinferato.
    I personaggi non sono granché, forse il migliore è l'ispettore di polizia, peccato che sia lasciato un po' nel margine spesso e volentieri.

    Niente, questo libro per me è no.

    ha scritto il 

  • 0

    Si chiama Erik Maria Bark ed era l'ipnotista più famoso di Svezia. Poi qualcosa è andato storto e la sua vita è stata a un passo dal crollo. Ha promesso pubblicamente di non praticare mai più l'ipnosi e per dieci anni ha mantenuto quella promessa. Fino a oggi. Oggi è l'8 dicembre, è una notte ass ...continua

    Si chiama Erik Maria Bark ed era l'ipnotista più famoso di Svezia. Poi qualcosa è andato storto e la sua vita è stata a un passo dal crollo. Ha promesso pubblicamente di non praticare mai più l'ipnosi e per dieci anni ha mantenuto quella promessa. Fino a oggi. Oggi è l'8 dicembre, è una notte assediata dalla neve ed è lo squillo del telefono a svegliarlo di colpo. A chiamarlo è Joona Linna, un commissario della polizia criminale con l'accento finlandese. C'è un paziente che ha bisogno di lui. È un ragazzo di nome Josef Ek che ha appena assistito al massacro della sua famiglia: la mamma e la sorellina sono state accoltellate davanti ai suoi occhi, e lui stesso è stato ritrovato in un lago di sangue, vivo per miracolo. Josef è ricoverato in grave stato di choc, non comunica con il mondo esterno. Ma è il solo testimone dell'accaduto e bisogna interrogarlo ora. Perché l'assassino vuole terminare l'opera uccidendo la sorella maggiore di Josef, scomparsa misteriosamente. C'è solo un modo per ottenere qualche indizio: ipnotizzare Josef subito. Mentre attraversa in auto una Stoccolma che non è mai stata così buia e gelida, Erik sa già che infrangerà la sua promessa. Accetterà di ipnotizzare Josef. Perché, dentro di sé, sa di averne bisogno. Sa quanto gli è mancato il suo lavoro. Sa che l'ipnosi funziona. Quello che l'ipnotista non sa è che la verità rivelata dal ragazzo sotto ipnosi cambierà per sempre la sua vita. Quello che non sa è che suo figlio sta per essere rapito...

    ha scritto il 

  • 2

    Troppo psicotico, troppo dark, troppo splatter, troppo contorto, troppo forzate le personalità di tutti (a parte l'eroe detective), troppo artificiose ed inutili le pause descrittive nel racconto per allentare la tensione, troppo accelerata la conclusione, troppo cinematografica la fine (da cinem ...continua

    Troppo psicotico, troppo dark, troppo splatter, troppo contorto, troppo forzate le personalità di tutti (a parte l'eroe detective), troppo artificiose ed inutili le pause descrittive nel racconto per allentare la tensione, troppo accelerata la conclusione, troppo cinematografica la fine (da cinema di serie B).
    Scritto male, con la sola velleità di creare suspense e turbamento psicologico, senza arrivare in fondo nè all'una nè all'altro.
    Deludentissimo, per come me ne avevano parlato.
    Due stelle anzichè una perchè almeno verso la fine mi ha costretto a star lì a vedere come sarebbe finito.

    ha scritto il 

  • 3

    Scrittura a quattro mani piuttosto originale, soprattutto nel percorso spezzato che ci incoraggia a credere a un personaggio principale per poi spiazzarci completamente e aprire un'altra storia. Giallo interessante.

    ha scritto il 

  • 4

    9

    Una verdadera pasada de libro, una trama muy bien montada que generan en pequeñas historias enlazadas mejor montadas todavia, creo que hace mucho tiempo que no leo una historia tan absorvente.
    Genial los kepler, seguire la serie muy de cerca.

    ha scritto il 

  • 0

    mamma mia che brutta lettura.
    splatter gratuito, 2 trame che non c'entrano niente intrecciate in maniera grottesca.
    apice raggiungo con la descrizione dei mostriciattoli Pokemon.
    mah

    ha scritto il 

  • 5

    Lars Kepler, o meglio i coniugi Ahnodoril, propongono nel loro primo libro insieme, le vicende del commissario Joona Linna alle prese con un doppio caso.
    Da una parte la fuga di un ragazzo dall'ospedale di Stoccolma, trattenuto li per essere il solo testimone della strage della sua famiglia ...continua

    Lars Kepler, o meglio i coniugi Ahnodoril, propongono nel loro primo libro insieme, le vicende del commissario Joona Linna alle prese con un doppio caso.
    Da una parte la fuga di un ragazzo dall'ospedale di Stoccolma, trattenuto li per essere il solo testimone della strage della sua famiglia; e dall'altra la sparizione del figlio di un noto ipnotista, che ha interrotto la pratica dell'ipnosi a scopo curativo da un decennio. I due casi sono apparentemente collegati.
    Gli autori in questo libro hanno dato vita ad un giallo dove la narrazione procede spedita, alternando momenti di estrema souspance, a momenti di riflessione.
    Il libro non propone intuizioni mirabolanti per risolvere il caso, sembra quasi che segua lo scorrere dei pensieri del lettore, facendolo sentire partecipe in prima persona delle vicende.

    ha scritto il 

Ordina per