L'isola del tesoro

Di

Editore: Joybook

4.0
(7268)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Chi semplificata , Tedesco , Catalano , Francese , Ceco , Portoghese , Olandese , Svedese , Basco , Greco , Giapponese , Coreano , Ungherese , Polacco , Rumeno

Isbn-10: 8861752411 | Isbn-13: 9788861752412 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida , Cofanetto , Copertina morbida e spillati , eBook , CD audio

Genere: Narrativa & Letteratura , Sport, Attività all\'aperto & Avventura , Viaggi

Ti piace L'isola del tesoro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Bellissimo!

    Un libro accattivante, con uno stile semplice e molto chiaro. Stevenson descrive luoghi e personaggi meravigliosi, lontani da noi, ma proprio per questo che "stuzzicano" la nostra fantasia... un class ...continua

    Un libro accattivante, con uno stile semplice e molto chiaro. Stevenson descrive luoghi e personaggi meravigliosi, lontani da noi, ma proprio per questo che "stuzzicano" la nostra fantasia... un classico indimenticabile! Consigliatissimo!

    ha scritto il 

  • 5

    Quindici uomini sulla cassa del morto

    Rilettura finita a breve perchè "La vera storia del pirata Long John Silver" mi aveva fatto venire voglia.
    Un libro fantastico, mi pento di non averlo letto da bambina, visto che anche la prima lettur ...continua

    Rilettura finita a breve perchè "La vera storia del pirata Long John Silver" mi aveva fatto venire voglia.
    Un libro fantastico, mi pento di non averlo letto da bambina, visto che anche la prima lettura è stata relativamente recente.
    E un urrà per Long John, che sarà pure un infame opportunista, ma è un Signor personaggio

    ha scritto il 

  • 5

    Ragazzi e pendagli da forca

    Ho perso il conto di quante volte, deciso a "iniziare" alla lettura mio figlio, ho cominciato a leggergli l'isola del tesoro di Stevenson. Niente da fare, dopo una trentina di pagine mi arenavo vedend ...continua

    Ho perso il conto di quante volte, deciso a "iniziare" alla lettura mio figlio, ho cominciato a leggergli l'isola del tesoro di Stevenson. Niente da fare, dopo una trentina di pagine mi arenavo vedendo le sue palpebre che diventavano pesanti come l'uranio.

    Qualche giorno fa, casualmente, mentre ero insieme a lui sono approdato all'audiolibro del romanzo. Dopo aver premuto play, in pochi minuti sono rimasto intrappolato senza scampo nella storia. Nella trappola ahimè ci sono finito da solo, perché il giovane virgulto si è perso quasi subito, cellulare in mano, interesse minimo.

    Pirati, mistero, rhum, gambe amputate, dita mozzate, vento, vele spiegate, mare, tesori, avventura, immaginazione.

    "Quindici uomini, quindici uomini, sulla cassa del morto
    io-ho-ho, e una bottiglia di rum!
    "

    Una trama piuttosto lunga e complessa che è diventata il punto di partenza di qualsiasi avventura di mare e che rappresenta, in ultima analisi, la sfida tra bene e male. Quasi tutte le storie che leggiamo oggi di pirati e bucanieri, con tanto di pappagalli parlanti, isole deserte e tesori nascosti, devono tutto a questo libro di Stevenson, scritto nel 1882.

    Ho trovato il libro molto bello, anche se non esente da qualche difettuccio. La scrittura a volte è un po' divagante, certi dialoghi non perfettamente credibili, le descrizioni a tratti un po' confuse. Ma sono peccati veniali, che poco disturbano la assoluta godibilità del libro.

    Mi rimane il dubbio sull'attrattività di questo genere di avventura per le giovani generazioni. Probabilmente cinema, fumetti, televisioni e videogiochi hanno già riempito la testa dei ragazzi con queste immagini che hanno quindi completamente perso, ai loro occhi, il loro fascino. Incredibilmente il rampollo ha iniziato e finito in due giorni il libro "Putin. Vita di uno Zar". Forse sono questi i pirati che nella fantasia hanno preso il posto di Long John Silver?

    ha scritto il 

  • 5

    Una lingua semplice e diretta, una storia appassionante, la scrittura che diventa invisibile, in questo libro c'è la letteratura come "astrazione" dal sè al suo massimo livello.
    Non so se sia bene o m ...continua

    Una lingua semplice e diretta, una storia appassionante, la scrittura che diventa invisibile, in questo libro c'è la letteratura come "astrazione" dal sè al suo massimo livello.
    Non so se sia bene o male averlo letto da grande, comunque una fortuna.

    ha scritto il 

  • 5

    Indimenticabile Stevenson

    Isole, pirati, tesori, pappagalli e gambe di legno. Il tutto condensato in una prosa che solo il genio di Stevenson poteva partorire. L'Isola del Tesoro è semplicemente questo, un concentrato di avven ...continua

    Isole, pirati, tesori, pappagalli e gambe di legno. Il tutto condensato in una prosa che solo il genio di Stevenson poteva partorire. L'Isola del Tesoro è semplicemente questo, un concentrato di avventura da portare con noi nelle nostre vite, che di avventuroso ahimé hanno spesso gran poco. Chi non vorrebbe essere il piccolo Jim e partire per un'avventura meravigliosa solcando i mari? Con Steveson sottobraccio è garantito!

    ha scritto il 

  • 4

    in questo romanzo c'è tutta l'avventura che si può desiderare. un perfetto romanzo di intrattenimento di quelli difficili da mettere giù, perfetto per tutte le età.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per