L'isola pianeta e altri Settentrioni

Voto medio di 76
| 26 contributi totali di cui 10 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Per anni, quando i suoi viaggi erano soprattutto quelli del filobus romano 62, da via Nomentana a piazza San Silvestro, Manganelli coltivò un sogno temerario: spingersi sino alle isole Faeròer. Nel 1978, vincendo timori e angosce, con una valigia mun ...Continua
ettore1207...
Ha scritto il 20/11/16
Che Manganelli sappia scrivere, è un fatto. Che sappia descrivere, e farlo in profondità, è un fatto, ma è anche il limite principale di questo libro. Manganelli ci accompagna con una prosa intensa, anche se talvolta un po' ampollosa, nella natura e...Continua
...
Ha scritto il 23/05/16
Dovunque siamo, noi siamo «lontano». (p. 31)
"Questa terra è numinosa, porta addosso i segni di un recente, ustionante passaggio di numi, è segnata di orme umide di un animale creante, feroce e fantastico. […] La creazione è appena finita, Dio suda, ha le mani sporche di universo, un universo a...Continua
chioru - ki
Ha scritto il 30/09/10

Manganelli guarda la Scandinavia con occhi ben aperti, e riesce a coglierne dettagli inauditi. I toni pacati della narrazione e il misurato umorismo fanno supporre che abbia assorbito, del Nordeuropa, molto più di quanto descrive.

Gioannes
Ha scritto il 08/09/09

"..pagine d'inerpicata,feroce,febbrile gioia descrittiva....di tutto ciò che non è uomo"

Maregeo
Ha scritto il 15/07/09
Islanda e nuvole in corsa
La descrizione dell'avvicinamento in aereo all'isola è l'anticamera di un altro mondo, che si è puntualmente presentato in tutti i suoi bagliori e eruttazioni. La lava che emerge dalle profondità del globo prende forma davanti ai nostri occhi e ci la...Continua

Mata in un...
Ha scritto il Jan 11, 2014, 22:11
Non si può percorrere l'Islanda con i criteri culturali con cui si può indagare un qualunque paese europeo; non si può andare in cerca del romanico, del rinascimento, del barocco; tutta la splendida cultura islandese sta racchiusa nelle saghe, scritt...Continua
Pag. 60
Kobayashi
Ha scritto il Aug 12, 2013, 17:29
Terra estrema Non si può percorrere l'Islanda con i criteri culturali con cui si può indagare un qualunque paese europeo; non si può andare in cerca del romanico, del rinascimento, del barocco; tutta la splendida cultura islandese sta racchiusa nell...Continua
Pag. 60
Kobayashi
Ha scritto il Aug 12, 2013, 17:29
[Il nobèl] Nato come atto d'amore per il progresso umano da parte dell'inventore della dinamite, esso non ha mai perso qualcosa di drammatico, di assurdo, di dissennato, di patetico, di risibile. Chiaramente, è un rito di espiazione; dunque, non com...Continua
Pag. 26
Kobayashi
Ha scritto il Aug 12, 2013, 17:28
In Svezia, una borghesia illuminata elettricamente ha realizzato una società che non ha perso il suo odore d'origine; ugualitaria, solidale, fitta di precettori, ma soprattutto innamorata del decoro e dell'etichetta. Ma sia chiaro: il decoro comprend...Continua
Pag. 20
Kobayashi
Ha scritto il Aug 12, 2013, 17:27
[Svezia] E' un mondo “per bene” laicizzato al punto da includere la pornografia, una tetra pornografia per maniaci poveri e incolti, una sinistra caricatura della belle époque, escogitata per la torva letizia dell'Europa: e un mondo sommesso, lento,...Continua
Pag. 18

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi