Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'odore dei soldi

Origini e misteri delle fortune di Silvio Berlusconi

Di ,

Editore: Editori Riuniti

3.9
(1094)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 347 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8835950074 | Isbn-13: 9788835950073 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Crime , History , Political

Ti piace L'odore dei soldi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'ascesa di Silvio Berlusconi ha affascinato milioni d'italiani. [...] Questo libro illustra alcuni aspetti cruciali della storia di S.B. attraverso una scelta commentata di documenti "pesanti". L'intervista che Paolo Borsellini rilasciò, due mesi prima di morire, a una tv francese sulle indagini della sua procura sui rapporti tra B. Marcello Dell'Utri e il mafioso Vittorio Mangano. [...]
Ordina per
  • 2

    Origini di un discutibile personaggio

    La materia è senza dubbio interessante.La prima parte del libro parla sostanzialmente dei rapporti tra Berlusconi,Dell'Utri e Vittorio Mangano,assunto ad Arcore come stalliere.Si ripercorre tutta la ...continua

    La materia è senza dubbio interessante.La prima parte del libro parla sostanzialmente dei rapporti tra Berlusconi,Dell'Utri e Vittorio Mangano,assunto ad Arcore come stalliere.Si ripercorre tutta la storia,cioè la loro conoscenza e come sono nati i loro rapporti.Di come il Cavaliere avesse paura di rapimenti e di come avesse deciso di tutelarsi avvicinando loschi personaggi.Di come personaggi di questo tipo siano stati onnipresenti nella sua vita e probabilmente siano ricollegabili anche alle stragi di Falcone e Borsellino.Di come infine abbiano appoggiato la nascita del nuovo partito,cioè Forza Italia.Fin qui tutto molto interessante,forse andava anche dato maggior spazio all'argomento.Poi però si comincia a parlare di tutte le Holding,delle imprese,dei vari prestanome e dei giri di denaro per evadere le leggi,e la materia diviene molto più pesante,più tecnica,e il racconto decisamente noioso:numeri,cifre,tecnicismi anche poco comprensibili ai più...Carte processuali poi,resoconti lunghissimi di testimonianze rese in tribunale dal Cavaliere e dal suo fedelissimo Dell'Utri.Si chiude con una dettagliata spiegazione della legge tremonti,e di come quest'ultima insieme alle leggi prima di Craxi poi del governo Berlusconi,abbiano davvero fatto la fortuna di Mediaset.

    ha scritto il 

  • 2

    Questo libro l'ho presentato, durante la campagna elettorale del 2001, a Potenza, da direttore della "Nuova Basilicata", in un meeting organizzato da Rifondazione comunista. Erano già evidenti i ...continua

    Questo libro l'ho presentato, durante la campagna elettorale del 2001, a Potenza, da direttore della "Nuova Basilicata", in un meeting organizzato da Rifondazione comunista. Erano già evidenti i peggiori tratti del fenomeno Travaglio, ma poi è stato bravissimo a confermare che il peggio non è mai morto

    ha scritto il 

  • 4

    letto oggi è agghiacciante.

    sono passati 11 anni. 11 anni fa ero quasi incredulo. e un po annoiato. e forse pensavo più ad altre cose che ai libri. possibile mi dicevo che anche solo un decimo di quanto scritto qui, in questo ...continua

    sono passati 11 anni. 11 anni fa ero quasi incredulo. e un po annoiato. e forse pensavo più ad altre cose che ai libri. possibile mi dicevo che anche solo un decimo di quanto scritto qui, in questo libro, possa essere vero? possibile che un uomo sia arrivato ad essere il presidente del consiglio avendo un passato con così tante zone oscure? la provenienza dei primi miliardi, lo stalliere mangano che andava in giro a rapire la gente, i terreni della marchesa casati-stampa, le frodi fiscali di publitalia, possibile? ma non ce l'avranno con questo sant'uomo??? l'avevo lasciato lì questo libro. questo librino che termina con un elenco dei processi in cui B. nel 2ooo era invischiato e che dice mah staremo a vedere come finiranno e uno poteva concedergli il dubbio, no? ecco dopo 11 anni molti di quei processi sono finiti o prescritti e altri se ne sono aggiunti. e questo dovrebbe bastare a chiunque per farsi una vaga idea sull'uomo che ci ha governati.

    ha scritto il 

  • 3

    è davvero necessario leggere questo libro? io non lo so, e non a caso per anni me ne sono tenuto a debita distanza, forse perché in fondo sapevo benissimo cosa c'era dentro, pur senza leggerlo.

    poi ...continua

    è davvero necessario leggere questo libro? io non lo so, e non a caso per anni me ne sono tenuto a debita distanza, forse perché in fondo sapevo benissimo cosa c'era dentro, pur senza leggerlo.

    poi te lo ritrovi tra le mani e non devi nemmeno sbatterti a comprarlo. senza contare che sotto mano non hai niente di nuovo da leggere. e allora dai, proviamo.

    il risultato è leggere un romanzo di cui sai già il finale, con in più gli occhi e il cervello che si incartano su quintalate di nomi e di dati, ancor più che sulle noiosissime carte processuali.

    insomma, il merito di questo testo è indubbio, la piacevolezza della sua lettura non lo è poi così tanto.

    ha scritto il 

  • 1

    Chiedo scusa per il turpiloquio

    Questo libro è veramente una puttanata. L'unica parte un po' sfiziosa è l'introduzione di Travaglio(nella versione edita mi pare nel 2010), per il resto lo si potrebbe tranquillamente bruciare. Non ...continua

    Questo libro è veramente una puttanata. L'unica parte un po' sfiziosa è l'introduzione di Travaglio(nella versione edita mi pare nel 2010), per il resto lo si potrebbe tranquillamente bruciare. Non sono un simpatizzante di Berlusconi, ma questo volume non prova nulla, è di una noia mortale, e non formula accuse di nessun genere.

    Dicendo; "non si riesce a risalire alla provenienza dei capitali di Berlusconi", ci si risparmia un tomo alto una spanna senza perdere nulla.

    Davvero da buttare, una porcata che è pure costata la carriera a Luttazzi che molto manca alla nostra tv.

    Insomma se ormai l'avete preso fate il bel gesto di gettarlo nella spazzatura anziché rivenderlo, così da evitare di inquinare le altrui librerie.

    ha scritto il