L'ombra del vento

Di

Editore: Mondadori (Oscar Bestseller, 1661)

4.2
(34227)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 439 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Chi semplificata , Catalano , Olandese , Francese , Svedese , Polacco , Portoghese , Russo , Danese , Finlandese , Croato , Sloveno , Ceco , Greco

Isbn-10: 8804561300 | Isbn-13: 9788804561309 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Lia Sezzi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Altri , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace L'ombra del vento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
A Barcellona una mattina d'estate del 1945 il proprietario di un negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo segreto dove vengono sottratti all'oblio migliaia di volumi di cui il tempo ha cancellato il ricordo. E qui Daniel entra in possesso di un libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un mondo di misteri e intrighi legato alla figura di Juliàn Carax, l'autore di quel volume. Daniel ne rimane folgorato, mentre dal passato iniziano a emergere storie di passioni illecite, di amori impossibili, di amicizie e lealtà assolute, di follia omicida e di un macabro segreto custodito in una villa abbandonata. Una storia in cui Daniel ritrova a poco a poco inquietanti parallelismi con la propria vita...
Ordina per
  • 5

    Intrigante a dir poco

    Un romanzo d'avventura e di mistero che ti trascina tra le vie di una Barcellona scomparsa. Una volta letta la prima pagina è difficile lasciarlo. Forse un po' adolescenziale ma assolutamente travolge ...continua

    Un romanzo d'avventura e di mistero che ti trascina tra le vie di una Barcellona scomparsa. Una volta letta la prima pagina è difficile lasciarlo. Forse un po' adolescenziale ma assolutamente travolgente!

    ha scritto il 

  • 2

    Primo libro che ho letto di Zafon, storia ben scritta, un bel viaggio tra passato e presente dove seguiamo la crescita di Daniel Sampere e altre storie che ruotano attorno al misterioso libro che trov ...continua

    Primo libro che ho letto di Zafon, storia ben scritta, un bel viaggio tra passato e presente dove seguiamo la crescita di Daniel Sampere e altre storie che ruotano attorno al misterioso libro che troverà in una biblioteca dei libri dimenticati.
    La pecca a mio parere sono le descrizioni, l'autore si perde troppo nel descrivere luoghi o situazioni, il risultato sono forti cali di attenzione.
    Per il resto è un libro abbastanza godibile, ci si immerge in una Spagna del dopo guerra.
    Buona lettura!

    ha scritto il 

  • 0

    Libro tutto sommato discreto per quanto riguarda l'intrattenimento, mediocre per quel che attiene il suo valore letterario, che è limitato ad uno stile sufficientemente elaborato.
    Romanzo molto scorre ...continua

    Libro tutto sommato discreto per quanto riguarda l'intrattenimento, mediocre per quel che attiene il suo valore letterario, che è limitato ad uno stile sufficientemente elaborato.
    Romanzo molto scorrevole e con un buon coinvolgimento nella lettura, con due ottimi personaggi (Carax e Fermìn), mentre quelli femminili sono abbastanza inconsistenti (a parte Jacinta che però vince facile...), cosa che personalmente mi fa nascere il dubbio che Zafòn in dondo in fondo non ami troppo l'altra metà del cielo.
    L'ambientazione non è male, storicamente poco approfondito ma proprio per questo probabilmente inattaccabile, belle le descrizioni della città e in generale degli ambienti, a parte i nomi per tutto il tempo mi è parso di stare nel Regno Unito, non ho avvertito quella vaga ostilità che i paesaggi troppo mediterranei mi generano...
    Il punto forte della storia è la sovrapposizione delle vicende dei due protagonisti, le "coincidenze" e gli echi ciclici del tempo. Il grande difetto è che la storia è prevedibilissima, se persino io ho capito tutto prima di metà romanzo e credo che questo sia un difetto imperdonabile in un libro che vorrebbe basarsi su un mistero da svelare a pezzetti.
    Comunque come puro intrattenimento riesce benissimo, niente da dire.

    ha scritto il 

  • 5

    IMPERDIBILE.

    Questo libro mi ha tenuta incollata dalla prima all'ultima pagina grazie alla capacità che l'autore ha avuto nel curare ogni minimo e apparentemente insignificante dettaglio, alle descrizioni dei luog ...continua

    Questo libro mi ha tenuta incollata dalla prima all'ultima pagina grazie alla capacità che l'autore ha avuto nel curare ogni minimo e apparentemente insignificante dettaglio, alle descrizioni dei luoghi, all'analisi psicologica dei personaggi. Uno stile decisamente moderno e scorrevole, ma non per questo scontato o banale. In più, l'atmosfera tetra e ricca di tensione che avvolge l'intera vicenda ha reso per me questo romanzo magico. Leggerò sicuramente altro di Zafon. Consigliatissimo, a tutti. Se siete alla ricerca di una storia originale, ricca di mistero e colpi di scena, questo libro fa al caso vostro. Imperdibile.

    ha scritto il 

  • 3

    Una mia amica quando ha saputo che stavo leggendo questo libro mi dice: "Lo leggi tutto di un fiato, poi arrivi alla fine e ti rendi conto che è una boiata".
    Condivido. Ti appassiona, vuoi vedere come ...continua

    Una mia amica quando ha saputo che stavo leggendo questo libro mi dice: "Lo leggi tutto di un fiato, poi arrivi alla fine e ti rendi conto che è una boiata".
    Condivido. Ti appassiona, vuoi vedere come finisce...ma alla fine è un libretto.
    La storia è tragica (fin troppo) dall'inizio, poi finisce tutto troppo bene.
    Insomma, un buon passatempo.

    ha scritto il 

  • 5

    Personaggi vivi....

    ... quei personaggi a cui ti affezioni come se li avessi conosciuti realmente; trama complessa e incentrata sui libri, visti come "specchi che riflettono ciò che abbiamo dentro"; l'amore descritto in ...continua

    ... quei personaggi a cui ti affezioni come se li avessi conosciuti realmente; trama complessa e incentrata sui libri, visti come "specchi che riflettono ciò che abbiamo dentro"; l'amore descritto in maniera intensa e concreta, come in questa considerazione di Fermìn: "Il fatto è che gli uomini, tornando a Freud e mi si passi la metafora, si scaldano come lampadine: bollenti in un attimo, fredde un istante dopo. Le donne, invece, ed è una verità scientifica, si scaldano come un ferro da stiro, mi capisce? Poco a poco, a fuoco lento, come una buona "escudella", la zuppa di carne con cavolo e ceci. Ma una volta che si sono scaldate, non le ferma più nessuno. Come gli altiforni della Biscaglia"

    ha scritto il 

  • 2

    Uno di quei libri che ti viene consigliato da tutte le tue amicizie e che, una volta lettolo, ti chiedi se non sia il caso di cambiare giro di amici.

    ha scritto il 

  • 0

    null

    alla fine devo ammettere che l' ho abbandonato... speravo che dopo un po' il ritmo si facesse più veloce e che la trama diventasse più avventurosa invece ha continuato uguale e alla fine mi ha scoccia ...continua

    alla fine devo ammettere che l' ho abbandonato... speravo che dopo un po' il ritmo si facesse più veloce e che la trama diventasse più avventurosa invece ha continuato uguale e alla fine mi ha scocciato

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per