Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ombra del vento

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Oscar grandi bestsellers, 1661)

4.2
(33186)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 439 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Chi semplificata , Catalano , Olandese , Francese , Svedese , Polacco , Portoghese , Russo , Danese , Finlandese , Croato , Sloveno , Ceco , Greco

Isbn-10: 8804561300 | Isbn-13: 9788804561309 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Lia Sezzi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Altri , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'ombra del vento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A Barcellona una mattina d'estate del 1945 il proprietario di un negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo segreto dove vengono sottratti all'oblio migliaia di volumi di cui il tempo ha cancellato il ricordo. E qui Daniel entra in possesso di un libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un mondo di misteri e intrighi legato alla figura di Juliàn Carax, l'autore di quel volume. Daniel ne rimane folgorato, mentre dal passato iniziano a emergere storie di passioni illecite, di amori impossibili, di amicizie e lealtà assolute, di follia omicida e di un macabro segreto custodito in una villa abbandonata. Una storia in cui Daniel ritrova a poco a poco inquietanti parallelismi con la propria vita...
Ordina per
  • 5

    ECCEZIONALE

    Eccezionale proprio come il significato delle 5 stelline.
    Romanzo appassionante, sia per la trama che per la scrittura di Zafon che mi ha catturato fin dalle prime righe. Una bellissima atmosfera di B ...continua

    Eccezionale proprio come il significato delle 5 stelline.
    Romanzo appassionante, sia per la trama che per la scrittura di Zafon che mi ha catturato fin dalle prime righe. Una bellissima atmosfera di Barcellona che ti fa venire voglia di andarla a scoprire immediatamente e personaggi dei quali ti affezioni subito e che fai fatica a lasciare.
    Letto già due volte ma penso che, come si suol dire, non ci sarà due senza tre!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Ottimo romanzo

    Una Barcellona che non ti immagineresti mai , triste , nebbiosa e violenta, perseguitata dalla guerra, dove si intrecciano in un crescendo di emozioni le vicende dei personaggi.
    Un bellissimo romanzo ...continua

    Una Barcellona che non ti immagineresti mai , triste , nebbiosa e violenta, perseguitata dalla guerra, dove si intrecciano in un crescendo di emozioni le vicende dei personaggi.
    Un bellissimo romanzo che non ti aspetti, e che ti lascia un buon sapore pagina dopo pagina.

    ha scritto il 

  • 4

    Appassionante

    E' un ottimo libro, a mio avviso. Ho notato solo un pizzico di costruttività eccessiva, una sorta di "se scrivo questo-quest'altro-quell'altro ancora verrà stilisticamente perfetto"; ed effettivamente ...continua

    E' un ottimo libro, a mio avviso. Ho notato solo un pizzico di costruttività eccessiva, una sorta di "se scrivo questo-quest'altro-quell'altro ancora verrà stilisticamente perfetto"; ed effettivamente è così, ma il fatto di averlo percepito non gli fa avere 5 stelle :)

    ha scritto il 

  • 5

    un libro davvero affascinante e indimenticabile. L'ombra del vento e' ambientato in una Barcellona resa triste e tetra dalla guerra. Merita decisamente 5 stelle perché è un romanzo che ti travolge. Co ...continua

    un libro davvero affascinante e indimenticabile. L'ombra del vento e' ambientato in una Barcellona resa triste e tetra dalla guerra. Merita decisamente 5 stelle perché è un romanzo che ti travolge. Consigliato a tutti!

    ha scritto il 

  • 5

    This book gripped me right from the beginning, and didn't release me until the very end. The Cemetery of Forgotten Books is such an intriguing idea that I was immediately hooked (I wonder what book I ...continua

    This book gripped me right from the beginning, and didn't release me until the very end. The Cemetery of Forgotten Books is such an intriguing idea that I was immediately hooked (I wonder what book I would choose - or which book would find me - if I were there myself). As Daniel got sucked into the mystery of Julian Carax, so did I. Though I guessed correctly the identity of the mysterious book burner, there are still enough surprises to keep me turning page after page.

    What I get from the book is the realization that no book is ever truly forgotten. Where it seems to languish in a hidden corner unvisited for all eternity, it is in fact silently waiting for its rediscoverer, who may feel compelled to dig up old bones and accidentally change the lives of many. The intertwined fates of Daniel and Julian are a testament to that.

    I particularly like Fermin, a comical yet heroic character with witty comments on just about everything (particularly women). He also lightens the atmosphere considerably, given the sombre mood throughout the novel.

    After some googling, I learnt that there are sequels to the book. Yes, the idea of the Cemetery of Forgotten Books is just too enticing; it's almost begging for sequels to be written. So...time to get the next book by Carlos Ruiz Zafón!

    ha scritto il 

  • 3

    Il cimitero dei libri dimenticati...

    Ciò che mi ha colpito maggiormente in questo libro è la possibilità che esista un cimitero di libri dimenticati nel quale vengono abbandonati quei volumi, ormai "morti nella memoria dell'uomo", ammass ...continua

    Ciò che mi ha colpito maggiormente in questo libro è la possibilità che esista un cimitero di libri dimenticati nel quale vengono abbandonati quei volumi, ormai "morti nella memoria dell'uomo", ammassati come oggetti senza più alcun valore, come appendici defunte...che la polvere del tempo ha inghiottito...
    Non esiste un luogo così. i libri vecchi spesso vengono ammassati in cantina, gettati nella spazzatura e a volte affidati a un frettoloso falò.
    Ma la parola che emerge da loro è immortale, non può morire.
    La parola o meglio le parole che sono racchiuse in questi libri che noi vorremmo seppellire, rimangono comunque come testimonianze che hanno lasciato un segno nel nostro cuore, un insegnamento nel nostro spirito e infine hanno contribuito alla maturazione della nostra conoscenza culturale.
    Zafon come sempre riesce ad emozionare e far riflettere, a insinuare un dubbio doveroso nel nostro spirito.
    Come si può seppellire i libri in un cimitero?
    Come si può dimenticare ciò che essi ci hanno insegnato o quello che hanno contribuito alla nostra maturazione culturale e spirituale?
    Il resto è una storia di contorno, secondo me....piacevole, avvincente...ma una storia che ci porta alla riflessione del mezzo narrativo che più mi ha tenuto compagnia e confortato anche negli anni peggiori della mia vita.
    Il libro.
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

  • 4

    Se devo trovare un difetto, l'intreccio forse con il susseguirsi delle pagine perde un po' di freschezza e originalità ma Zafon è stato bravo ad aggirare il rischio "polpettone sentimentale". E poi le ...continua

    Se devo trovare un difetto, l'intreccio forse con il susseguirsi delle pagine perde un po' di freschezza e originalità ma Zafon è stato bravo ad aggirare il rischio "polpettone sentimentale". E poi le descrizioni di quella Barcellona notturna, gotica e misteriosa che bastano da sole a rendere estremamente godibile questo romanzo.

    ha scritto il 

  • 2

    Delusione

    Mi spiace, a me non è piaciuto per niente. Ho faticato, faticato e ancora faticato a finirlo, con la speranza che prima o poi si sarebbe ripreso, visti i commenti e le recensioni entusiastiche che ave ...continua

    Mi spiace, a me non è piaciuto per niente. Ho faticato, faticato e ancora faticato a finirlo, con la speranza che prima o poi si sarebbe ripreso, visti i commenti e le recensioni entusiastiche che avevo letto. Avevo aspettative altissime per questo libro e così è stata una delusione grandissima. Non mi è proprio piaciuto lo stile di Zafon, in una sola parola noioso. I personaggi non mi sono piaciuti, Daniel l'ho trovato insopportabile, forse solo un po' Carax, ma alla fine. La storia invece mi è sembrata originale e interessante, quello che proprio non riuscivo a farmi interessare è proprio quello per qui è così famoso questo libro: l'ambientazione. La sua Barcellona del dopoguerra l'ho trovata cupa e per niente affascinante. In sostanza per me è stata una delusione, non ho proprio apprezzato l'autore, dubito che leggerò altro suo

    ha scritto il 

  • 3

    Godibile

    Libro apprezzabile soprattutto per la prosa densa e ricca di orpelli a livello sia linguistico che sintattico, più ancora che per la trama: questa certamente coinvolge e avvince, ma rimane fin dalle p ...continua

    Libro apprezzabile soprattutto per la prosa densa e ricca di orpelli a livello sia linguistico che sintattico, più ancora che per la trama: questa certamente coinvolge e avvince, ma rimane fin dalle prime pagine oltre il limite del credibile, abbondando in personaggi e fatti che talora faticano a rimanere in piedi e legati l'uno all'altro. E' il tipico libro utile a svagare la mente e distrarsi, senza richiedere un grosso impegno. Consigliabile a chi desidera volare con la fantasia, tuffandosi nella Barcellona di metà '900. La città è visibile a ogni angolo, via dopo via, piazza dopo piazza.

    ha scritto il 

  • 5

    Meraviglioso

    Un libro che dimostra quanta sensibilità c'è nella mente dello scrittore stesso.
    I personaggi sono talmente vari e delineati in maniera sublime, da farti affezionare ad ognuno di loro, oltre che a spe ...continua

    Un libro che dimostra quanta sensibilità c'è nella mente dello scrittore stesso.
    I personaggi sono talmente vari e delineati in maniera sublime, da farti affezionare ad ognuno di loro, oltre che a sperare ad un lieto fine per nulla ovvio.
    E' stato un piacere fare le 5 di notte per finirlo!

    ha scritto il 

Ordina per