L'opera struggente di un formidabile genio

Di

Editore: Mondadori (Strade blu)

3.7
(3008)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 370 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Danese , Tedesco , Francese , Olandese , Spagnolo , Ceco , Portoghese

Isbn-10: 8804488506 | Isbn-13: 9788804488507 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giuseppe Strazzeri

Disponibile anche come: Tascabile economico , eBook

Genere: Biografia , Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace L'opera struggente di un formidabile genio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un gelido inverno di Chicago, una casetta borghese ai bordi del lago Michigan travolta nel giro di pochi mesi da un duplice, inaccettabile lutto. Dave, ventiduenne, si ritrova da un giorno all'altro a fare da padre e madre al piccolo Toph, di soli otto anni. Il mondo li attende e loro due non hanno nessuna intenzione di farlo aspettare: Dave vende la casa di famiglia, sale in macchina e si dirige insieme al fratello verso il sole della California, trasformando un evento devastante nell'inizio di una nuova vita piena di libertà...
Ordina per
  • 4

    Ho letto questo libro perché indicato come un must read del nuovo millennio. L'ho trovato coinvolgente, autentico e intenso, ma anche ironico in alcuni passaggi, nel racconto degli eventi luttuosi e i ...continua

    Ho letto questo libro perché indicato come un must read del nuovo millennio. L'ho trovato coinvolgente, autentico e intenso, ma anche ironico in alcuni passaggi, nel racconto degli eventi luttuosi e impegnativi della vita del protagonista. Una vicenda con contorno di altri fatti e situazioni, che hanno il demerito di annacquare e stiracchiare un libro che sarebbe bastato della metà. Le 4 stelle vanno alla qualità descrittiva e narrativa dei primi.

    ha scritto il 

  • 3

    Questa non è un'opera di fiction anche se a tratti potrebbe sembrarlo. Dave Eggers a 22 anni perse a pochi mesi di distanza entrambi i genitori, in accordo con i due fratelli più grandi Beth e Bill sa ...continua

    Questa non è un'opera di fiction anche se a tratti potrebbe sembrarlo. Dave Eggers a 22 anni perse a pochi mesi di distanza entrambi i genitori, in accordo con i due fratelli più grandi Beth e Bill sarà lui a prendersi cura del fratello Toph di 8 anni, diventandone tutore legale e trasferendosi con lui in California. Il romanzo è quindi il racconto di questa perdita, del trasferimento, dell'accudimento di Toph e del tentativo di creare una rivista di successo. Perfetto esempio di realismo isterico il romanzo racconta nei dettagli i processi mentali di Dave alle prese con un ego alquanto sviluppato, un certo infantilismo, la paura per le nuove responsabilità e ovviamente il dolore della perdita. A tratti quasi irritante alcuni passaggi sono però di un lirismo e di una delicatezza sorprendenti. Dave amava i suoi genitori, adora il suo fratellino ma sa già che prima o poi scriverà di tutto questo e forse se ne vergogna un po'.

    ha scritto il 

  • 4

    C'è poco da dire. Per me Eggers è veramente un formidabile genio... dalla prefazione, lunga e complessa, alla vita che conduce, in seguito alla morte di entrambi i genitori. Il fratello, la sorella, l ...continua

    C'è poco da dire. Per me Eggers è veramente un formidabile genio... dalla prefazione, lunga e complessa, alla vita che conduce, in seguito alla morte di entrambi i genitori. Il fratello, la sorella, le difficoltà... e sempre quella sensazione di speranza, che ti accompagna fino all'ultima pagina. Io questo libro l'ho adorato....

    Da ricordare: la scena del furto in spiaggia.

    ha scritto il 

  • 0

    Felice di aver letto questo libro. Una bella storia ma sopratutto uno stile di scrittura diverso. Ricco, disordinato ma allo stesso tempo armonico. Talvolta noioso, dispersivo, non si colgono i person ...continua

    Felice di aver letto questo libro. Una bella storia ma sopratutto uno stile di scrittura diverso. Ricco, disordinato ma allo stesso tempo armonico. Talvolta noioso, dispersivo, non si colgono i personaggi o non si chiudono le situazioni sopratutto alla fine, ma tutta la prima parte ha un tono ironico molto interessante. Merita di essere letto.

    ha scritto il 

  • 4

    Si trascina forse troppo lento e privo di avvenimenti degni di nota nella parte centrale, ma mi è sembrato in definitiva un libro bello, con pagine di grande intensità. Mi piace il suo stile di scritt ...continua

    Si trascina forse troppo lento e privo di avvenimenti degni di nota nella parte centrale, ma mi è sembrato in definitiva un libro bello, con pagine di grande intensità. Mi piace il suo stile di scrittura: autoironico, distorcente, metaletterario a volte, sempre pronto alla digressione, dall'umore oscillante.

    ha scritto il 

  • 2

    OPERA D'ESORDIO

    Di ragazzo under 30, con vari riferimenti biografici, a volte distorti e deformati. Autore di talento, qui in un'opera prima dove lo stile di scrittura emerge, ma dove manca una vera evoluzione dei pe ...continua

    Di ragazzo under 30, con vari riferimenti biografici, a volte distorti e deformati. Autore di talento, qui in un'opera prima dove lo stile di scrittura emerge, ma dove manca una vera evoluzione dei personaggi. La prima parte, più drammatica e sentita, è la migliore. Il resto del romanzo è privo di vera trama, è pieno dei deliri mentali e aneddoti del protagonista, egoista ed egocentrico come ogni 20enne di talento, che tuttavia offrono assai pochi spunti di riflessione ed emozioni e vengono presto a noia del lettore.
    Autore ancora acerbo, dopo penso abbia fatto meglio (ho letto un paio di racconti e la versione romanzato de Il paese delle creature selvagge), leggerò altro di suo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per