I suoi primi tredici anni Immacolata, per tutti Imma, li ha vissuti dove è nata, in un paese del profondo Sud, non lontano da Napoli, dove la legge è quella dettata dal boss locale e le donne sono costrette a chinare il capo di fronte al volere - o a ...Continua
Piscycat
Ha scritto il 16/05/18
un libro scritto da una grande maestra: crudo, spietato, disincantato, cinico, genuino e realistico ma anche dolce, dignitoso ed elegante come ognuno dei personaggi principali, primo tra tutti Imma, la ragazzina attorno a cui ruota tutta la trama del...Continua
supernonno
Ha scritto il 21/04/18
Peccato. Sarebbe stato un bellissimo libro, se un maniacale editor non si fosse intromesso
Peccato. Sarebbe stato un bellissimo libro, se un maniacale editor non si fosse intromesso Pensate che se Guerra e Pace, o i Buddenbrok, o I Miserabili fossero stati scritti senza unità di luogo e di tempo oppure introducendo personaggi a sorpresa se...Continua
trALEmieletture
Ha scritto il 20/01/18
Imma e la sua amica Anna Frank
Una moderna storia di "prigionia", una purtroppo attualissima storia di malavita, una prova di coraggio ed intraprendenza. Imma, soli 13 anni, è costretta a vivere in isolamento al Nord nell'appartamento della zia che poi zia non è. Ma è grazie a que...Continua
Alisea
Ha scritto il 11/08/17

Una bella storia, tristemente credibile, raccontata con elegante semplicità. Argomento sempre attuale, personaggi ben delineati e ben descritto il contesto sociale. Ritmo incalzante, una lettura consigliata

Flaviette
Ha scritto il 10/07/17
null
Mi veniva voglia di farmi bella, prima di mettermi a leggerlo. Ritmo piacevolissimo, immagini nitide, stile chiaro e semplice, un amore crescente all'interno di una famiglia a significare che non sempre parenti vuol dire serpenti. Quando l'ho finito...Continua

Flaviette
Ha scritto il Jul 10, 2017, 10:41
Mi lascio alle spalle l'uliveto e svolto nel piccolo sterrato a sinistra. Se avessi continuato a destra non sarebbe successo niente: a volte la vita ti cambia in un attimo solo perché hai sbagliato a svoltare. Ma come facevi a saperlo prima?
Pag. 242
Flaviette
Ha scritto il Jul 10, 2017, 10:38
Non lo so. Ma so che niente va mai come speri e neppure come temi. Va in un altro modo, in un modo che non hai previsto, che non ci hai mai fatto neppure un pensiero. Insomma, c'è sempre una terza via.
Pag. 236
Flaviette
Ha scritto il Jul 10, 2017, 10:35
Insomma, la vita è molto più complicata di quanto credevo prima e mi accorgo che è difficile non avere dubbi su di sé, sugli altri, su ciò che abbiamo fatto o non fatto, sulle cose che ci capitano o che facciamo capitare. E perdipiù ho il dubbio sul...Continua
Pag. 150
Flaviette
Ha scritto il Jul 10, 2017, 10:29
Al tempo del mutismo avevo intuito una cosa importante e cioè che meno ti fai capire, meno dimostri di essere sveglia, più cose impari e più ti lasciano in pace.
Pag. 81
Raulino73
Ha scritto il Jul 02, 2013, 13:13
I giorni sono lumache che lasciano strisce di bava sempre uguali.
Pag. 261

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi