L'origine

Un accenno

Voto medio di 203
| 32 contributi totali di cui 21 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
­­
Ha scritto il 01/12/14
la chiesa si assume (le religioni si assumono) il compito di annientare l'anima di questo nuovo essere umano, e le scuole commettono su mandato e per ordine dei governi di tutti gli Stati del mondo l'assassinio spirituale di questo nuovo giovane esse...Continua
  • 1 mi piace
Coda
Ha scritto il 18/11/14
La scrittura micidiale.
I genitori ti annientano entro i primi tre anni di vita. Alle elementari te la puoi cavare, specie se hai il nonno anarchico e lo zio comunista e inventore (io non ce li ho avuti). Le medie ti annientano; se il collegio nel quale ti hanno mandato a f...Continua
  • 3 mi piace
Anina e...
Ha scritto il 25/04/14
Chiamalo accenno ..
Un’altra puntata dell’autobiografia (autoanalisi) di Bernhard. In questo libro vi sono gli anni del collegio a Salisburgo, gli anni dell’adolescenza vissuti durante la guerra e subito dopo. Gli anni dell’incontro (o meglio una schiavitù) con una soci...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
Ubik
Ha scritto il 28/08/13
Dimenticare Salisburgo
Con lo stile ossessivo e martellante che ho imparato a conoscere da “Il Soccombente”, Bernhard comincia la sua autobiografia, giusto per “accenni” sostiene lui, con questo libro dedicato agli anni dell’adolescenza. Principale bersaglio delle invetti...Continua
  • 4 mi piace
elettra
Ha scritto il 17/03/13
Condivido a pieno chi afferma che T. Bernhard o lo si ama o lo si odia e mai come in questo libro la sua affermazione è vera. Libro autobiografico di denuncia di quella sofferenza enorme che egli ha provato nella sua infanzia ed adolescenza quando ha...Continua
  • 6 mi piace
  • 5 commenti

Kobayashi
Ha scritto il Oct 12, 2012, 10:54
... era stato ovvio che lei si sottraesse, da un giorno all'altro, a questo matrimonio obbligato dal quale erano nati tre bambini, e seguisse a Basilea mio nonno (lo aveva conosciuto guardando dalla sua abitazione verso il seminario della Priesterhau...Continua
Pag. 108
Kobayashi
Ha scritto il Oct 12, 2012, 10:33
I miei ricordi più belli sono le passeggiate con mio nonno, ore e ore di camminate in mezzo alla natura e di osservazioni che un po' per volta lui era riuscito a sviluppare in me come arte di osservare. Attento a tutto ciò su cui mio nonno richiamava...Continua
Pag. 105
Kobayashi
Ha scritto il Oct 11, 2012, 11:27
... ben altri sono gli interessi della società, la società non ci pensa neanche a informare, e i governi sono sempre e in ogni caso e in ogni paese e regime interessati al fatto che la loro società non venga informata, perché se i governi informasser...Continua
Pag. 74
Kobayashi
Ha scritto il Oct 11, 2012, 11:05
Non avevo avuto mai voglia di esercitare uno sport, anzi ho sempre odiato lo sport e tuttora lo odio. E' sempre stata attribuita allo sport, in ogni epoca e soprattutto da ogni governo, un'importanza grandissima, per la buona ragione che lo sport int...Continua
Pag. 63
Kobayashi
Ha scritto il Oct 10, 2012, 11:57
... perché quasi sempre lo Steiner si infuriava per la mia distrazione, per la mia resistenza e per la mia avversione ormai quasi morbosa all'idea di imparare a suonare il violino, perché se da un lato avevo una grandissima voglia di suonare il violi...Continua
Pag. 45

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi