Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ospite

Di

Editore: Rizzoli (BUR Big)

4.0
(5343)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 560 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Catalano , Chi tradizionale , Portoghese , Chi semplificata , Olandese , Francese , Danese , Giapponese , Polacco , Svedese , Russo , Ceco

Isbn-10: 8817035572 | Isbn-13: 9788817035576 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'ospite?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nel futuro la specie umana sta scomparendo. Un'altra razza, aliena, potente e intelligentissima, ha preso il sopravvento, e i pochi umani rimasti vivono raccolti in piccole comunità di fuggiaschi. Tra loro c'è Jared, l'uomo che la giovane Melanie, da poco caduta nelle mani degli "invasori", ama e non riesce a dimenticare. Neppure adesso che il suo corpo dovrebbe essere niente più di un guscio vuoto, un semplice involucro per l'anima aliena che le è stata assegnata. Perché l'identità di Melanie, i suoi ricordi, le sue emozioni e sensazioni, il desiderio di rincontrare Jared, sono ancora troppo vivi e brucianti per essere cancellati. Così l'aliena Wanderer si ritrova, del tutto inaspettatamente, invasa dal più umano e sconvolgente dei sentimenti: l'amore. E, spinta da questa forza nuova e irresistibile, accetta, contro ogni regola e ogni istinto della sua specie, di mettersi in cerca di Jared. Per rimanere coinvolta, insieme a Melanie, nel triangolo amoroso più impossibile e paradossale, quello fatto di tre anime e due soli corpi.
Ordina per
  • 5

    Significati nascosti

    La Meyer con questo libro ha veramente dimostrato le sue vere qualità non solo di scrittrice ma soprattutto di creatrice. L'ambientazione del libro è infatti tra le più strane e sorprendenti che io abbia mai incontrato. La terra invasa da qualche anno da alieni che si appropriano dei corpi umani ...continua

    La Meyer con questo libro ha veramente dimostrato le sue vere qualità non solo di scrittrice ma soprattutto di creatrice. L'ambientazione del libro è infatti tra le più strane e sorprendenti che io abbia mai incontrato. La terra invasa da qualche anno da alieni che si appropriano dei corpi umani cercando di cancellare la loro presenza dalla loro mente. Questi alieni però hanno una particolarità, non concepiscono la cattiveria. Il mondo da loro creato sulla terra è infatti un mondo in cui non si paga nulla perché nessuno prende dai negozi più del dovuto o approfitta di qualcuno, si trattano tutti con gentilezza, non esiste la menzogna, insomma se si tralascia il loro bisogno di appropriarsi di corpi esterni potrebbero essere considerate creature senza difetti. Eppure c'è sempre l'eccezione che conferma la regola. Melanie non si lascia cancellare e di conseguenza lei e viandante diventano amiche. Amore, fratellanza, amicizia ma soprattutto questo libro evidenzia i caratteri brutali dell'essere umano. Complimenti alla Meyer.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    L'Ospite

    Con questo romanzo la Meyer non ci parla più di vampiri affascinanti e talvolta scintillanti. L'autrice affronta la fantascienza, narrandoci di un futuro prossimo in cui la Terra è invasa dagli alieni, ma gli umani non se ne sono accorti. Si sono ritrovati dominati e hanno iniziato a combatterli ...continua

    Con questo romanzo la Meyer non ci parla più di vampiri affascinanti e talvolta scintillanti. L'autrice affronta la fantascienza, narrandoci di un futuro prossimo in cui la Terra è invasa dagli alieni, ma gli umani non se ne sono accorti. Si sono ritrovati dominati e hanno iniziato a combatterli quando ormai era troppo tardi. Questi extraterrestri si chiamano "anime" e sono dei vermicelli argentati che si insediano nel cervello e prendono possesso del corpo ad esse destinato - che si chiamerà quindi "ospite" - per relegare e spesso annullare la coscienza del legittimo proprietario.
    Da subito ho notato la grande somiglianza con le storie degli "Animorphs" di K. A. Applegate, suddivise in circa 50 libri. Ricordo perfettamente che anche qui era in atto una silenziosa invasione aliena. I cattivi erano dei brutti vermi, gli Yeerk, che si insediavano all'interno del cervello e prendevano possesso del corpo umano, andandosi a ricaricare/nutrire da vasche che contenevano un liquido particolare.
    Con "L'Ospite" ho fatto un tuffo indietro nel tempo. Certo le "anime" sono sicuramente più eleganti e guardabili rispetto agli Yeerk, ma la sostanza è più o meno la stessa.
    Dunque, le protagoniste sono Melanie, l'umana ospite, e Viandante, l'anima che è migrata sulla Terra dopo aver vissuto numerose altre vite in pianeti lontanissimi dal Sistema Solare.
    Viandante viene inserita nel corpo di Melanie, ma la ragazza non vuole arrendersi al fatto di essere posseduta da un alieno. Lotta con tutta se stessa per rimanere e non essere distrutta dalla nuova coscienza all'interno del suo stesso cervello.
    Viandante è un'anima gentile (in generale tutte le anime lo sono) e finisce per diventare amica della Melanie che prosegue a vivere all'interno del suo corpo. E' grazie a lei che i ricordi diventano comuni, anche quelli relativi al profondo affetto per il fratello Jamie e all'amore passionale per Jared.
    Melanie voleva ritrovarli a tutti i costi e conduce Viandante verso il presunto luogo, nel mezzo del deserto, dove i suoi più grandi amori si sarebbero dovuti trovare.
    Melanie/Viandante ritrova entrambi, ma c'è anche un'intera comunità umana che è riuscita a scappare dall'invasione e prosegue a combattere gli alieni. Jeb, lo zio dell'umana Melanie, è il capo delle circa 33 persone sopravvissute intatte, ed è un tipo strano, particolare e curioso. Mentre gli altri (tra cui Jared) vogliono uccidere Melanie convinti che della ragazza non sia rimasto nulla a parte il corpo, Jeb fornisce a Viandante/Melanie una possibilità, cercando di integrarla nella comunità che ormai vive in anguste caverne sotterranee nel mezzo del deserto.
    Viandante (Wanda per gli amici) imparerà a comprendere il punto di vista degli umani, considerati dalle anime soltanto un genere violento e incivile, così come riuscirà a provare nuovi sentimenti come l'amicizia, l'affetto e l'amore. Viandante insegnerà molto agli umani che vivranno con lei e allo stesso tempo Melanie, sempre presente, insieme ai suoi compagni umani insegnerà altrettanto a Viandante.
    Fino alla metà della narrazione, il libro scorre un po' lentamente. L'autrice ha dovuto introdurre il lettore nel particolare mondo delle anime, in una Terra conquistata silenziosamente, nel deserto e nella routine che si svolge nelle caverne. L'altra metà è più interessante: i personaggi cominciano ad interagire con la protagonista e di ognuno si scopre un aspetto nuovo.
    Ho apprezzato tantissimo la duplice storia d'amore. Se infatti Melanie è innamorata di Jared, Ian è innamorato perdutamente di Viandante. Già, una storia d'amore tra un umano e un'aliena, invisibile ad occhio comune. Ian riesce ad amare la personalità, l'animo vero e proprio di Viandante, indipendentemente dal suo aspetto fisico. Jared e Melanie invece sono l'esempio di un amore che, nonostante le mille difficoltà e una lontananza enorme, riesce a sopravvivere e a non spegnersi.

    ha scritto il 

  • 5

    Una bella scoperta

    Mi è stato consigliato da un'amica ed ero titubante conoscendo i gusti della suddetta amica. Invece sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro. È emozionante e pur essendo un libro di "fantascienza" non lo è fino in fondo e questo aiuta ad immedesimarsi nei personaggi. La suspense in alc ...continua

    Mi è stato consigliato da un'amica ed ero titubante conoscendo i gusti della suddetta amica. Invece sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro. È emozionante e pur essendo un libro di "fantascienza" non lo è fino in fondo e questo aiuta ad immedesimarsi nei personaggi. La suspense in alcune parti si sente e molte volte non riuscivo a prevedere cosa sarebbe successo, quindi nota positiva va all'originalità e alla non-banalità. Il finale è ben pensato e anche il capitolo extra dedicato alla sceneggiatura del film è carino.
    L'unica cosa che non capisco è definire il pubblico a cui si rivolge come "adulto". Secondo me è più definibile come "young adult". Ciò non toglie che anche gli adulti possano apprezzarlo, ma è più adatto a ragazzi.

    ha scritto il 

  • 2

    Alieni educati che conquistano la terra chiedendo "con permesso"... AGGHIACCIANDE

    La Meyer scrive The Host sostenendo che, a differenza dei bambocciosi Twilight, questo romanzo sarà più indicato per un pubblico adulto...
    Meyer, ma per favore...
    L'unico pubblico in grado di entusiasmarsi da questa lettura sono ragazzine adolescenti con l'ormone al galoppo e la mutan ...continua

    La Meyer scrive The Host sostenendo che, a differenza dei bambocciosi Twilight, questo romanzo sarà più indicato per un pubblico adulto...
    Meyer, ma per favore...
    L'unico pubblico in grado di entusiasmarsi da questa lettura sono ragazzine adolescenti con l'ormone al galoppo e la mutandina bagnaticcia. Il racconto è privo di contenuti interessanti, i personaggi sono piatti e assolutamente non credibili ma la vera delusione è che, a parte le prime e le ultime pagine, non succede nulla! Centinaia e centinaia di pagine fine a se stesse dove si rimbalza fra le seghe mentali dei personaggi principali ed il nauseante buonismo della protagonista. Qualche cazzotto e qualcuno che alza la voce non è certo sufficiente ad alzare il tiro di questo sedativo di quasi 600 pagine. Tantomeno il triangolo\quadrato amoroso fra la protagonista (contenente 2 entità: aliena e umana) e i due machos dal cuore impavido di turno vi risparmierà da pesanti sbadigli. Se non altro, data la totale assenza di parolacce e scene sconce, potrebbe essere un ottima lettura per fare addormentare i vostri figli piccoli.
    Unica nota positiva è una buona scorrevolezza e sempilcità nello stile narrativo.

    ha scritto il 

  • 0

    some kind of mind game again, similar with Bella, no violence, similar with Bella, lost interests since the way half > <...sorry, maybe just becoz my poor English...

    ha scritto il 

  • 5

    L'ho trovato molto più bello di twilight, questo romanzo è più toccante profondo, è difficile rendere l'idea di avere qualcuno che controlla il tuo corpo così bene come ha fatto la Meyer in questo libro, alcune parti sono molto toccanti e il finale è perfetto.

    ha scritto il 

  • 4

    qualche perplessità e molte pagine di troppo

    nel complesso si fa leggere.
    l'idea è molto originale, ma la protagonista è proprio inverosimile, anche per essere una aliena!!
    troppe le introspezioni, troppi i momenti di pausa e riflessioni introspettive, troppo sdolcinato il racconto dei sentimenti.
    il narrato ha poco ritmo, ...continua

    nel complesso si fa leggere.
    l'idea è molto originale, ma la protagonista è proprio inverosimile, anche per essere una aliena!!
    troppe le introspezioni, troppi i momenti di pausa e riflessioni introspettive, troppo sdolcinato il racconto dei sentimenti.
    il narrato ha poco ritmo, e rischia di diventare noioso.
    si riscatta un po' nel finale.
    le mie quattro stelline sono un tributo a una storia del genere che mi piace di più: la fantascienza, appunto.

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo!

    Me lo sono divorato in 5 giorni, pochi libri riescono a farmi piangere. E questo c'è riuscito! 5 stelle consigliatissimo per chi ama libri di fantascienza o storie d'amore.

    ha scritto il 

Ordina per