L'ubicazione del bene

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 301
| 111 contributi totali di cui 102 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
A venti chilometri in automobile dal lavoro e dal supermercato, come accade ai bordi di ogni metropoli, la città continua e diventa un altro luogo: Cortesforza. Come la contea di Yoknapatawpha in Faulkner e la Regalpetra di Sciasela, Cortesforza è un ...Continua
flound
Ha scritto il 18/04/17
ci fu un tempo della mia vita mortale in cui ascoltavo i consigli di d'orrico antonio. mea culpa, mea maxima culpa. mi piaceva il suo stile sarcastico, acuto eppure scanzonato, di scrivere, il suo gusto nell'andare contro corrente. ricordo una sua me...Continua
amzterdam
Ha scritto il 24/08/16
Racconti ambientati in un paese di nuova concezione alla periferia di Milano, abitato da vicini che si conoscono a malapena, giovani coppie alla ricerca della villetta a schiera, genitori e figli che hanno eletto questa cittadina come luogo che garan...Continua
Splendini
Ha scritto il 16/03/15
"Mio marito mi dà pugni in testa da quarantasei anni"
..."Quarantasei anni di pugni in testa. Non cinquanta generici anni di botte. Non mezzo secolo di schiaffi. Quarantasei anni di pugni in testa. È possibile dubitare di tale precisione? È possibile che, nella furia dei pugni, il signor Moriero circosc...Continua
Gregorioxv
Ha scritto il 05/03/15
Una scrittura molto curata, sempre consapevole, a lungo andare forse un po' fastidiosa, al servizio di un corpus unitario di storie lucide e deprimenti sul fallimento esistenziale della upper middle class milanese. Come spesso accade, l'iperrealismo...Continua
Davide Scafidi
Ha scritto il 21/10/14
Il racconto Alba su tutti, ma il resto è ottimo. " Da bambino,quando ero andato allo zoo, avevo dato una nocciolina all'elefante. L'elefante aveva allungato la proboscide, avevo sentito l'umido sul palmo della mano e avevo pianto per lui, per me che...Continua

lolly
Ha scritto il Mar 11, 2012, 14:21
Ho preso il suo posto, il divano era caldo, quasi sudato, mi sono accorciato e sistemato nel calco di Alessandra, fino al sonno.
Pag. 23
eduz
Ha scritto il Feb 14, 2010, 10:24
Giovanna ha i capelli cenere, senza taglio, unti e appiccicati al cranio, si allungano aderenti alle tempie fino alla faccia. Giovanna cammina spesso scalza sul marciapiede davanti casa, custodisce la bellezza rimasta sotto lo sporco.
Pag. 40
eduz
Ha scritto il Feb 14, 2010, 10:20
Avevo bevuto troppo, il mio capo aveva chiesto informazioni sui miei progetti, sulla mia visione della distanza dirigenziale dalla reale percezione lavorativa, e io, lusingato ed entusiasta, avevo raccontato tutto, a ogni parola sentivo di commettere...Continua
Pag. 56
eduz
Ha scritto il Feb 14, 2010, 10:14
Bilance e cannocchiali sono avanzi del tempo in cui era facile parcheggiare davanti a qualcosa. Adesso parcheggiamo la macchina nell'indefinito più distante, in una anonima viuzza laterale forse ancora gratis (...)
Pag. 115
Giuliano
Ha scritto il Dec 02, 2009, 17:31
Il fotografo sale su una sedia e scatta, scende dalla sedia e scatta, piega le gambe e scatta, evoca sguardi duri, sicuri e infine sorridenti, gioviali, in un alternanza che dovrebbe rendere gli sposi simili a una coppia di dittatori, applaudita da u...Continua
Pag. 120

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi