Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ultima sfilata

Processo alla casta della moda italiana

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.4
(14)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 270 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8820048310 | Isbn-13: 9788820048310 | Data di pubblicazione: 

Genere: Business & Economics

Ti piace L'ultima sfilata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
C'era una volta la moda italiana. Quella dei grandi stilisti, delle top model superpagate (quelle che "per meno di 10.000 dollari al giorno non ci svegliamo neanche"), del miracolo industriale. C'era una volta il fiore all'occhiello del made in Italy, che conquistava Hollywood, faceva tendenza e finiva sulle copertine delle riviste più prestigiose del mondo. C'era una volta e potrebbe non esserci più. Dietro la facciata glamour, infatti, il sistema scricchiola. Colpa di una "casta" che per troppo tempo ha guardato solo al proprio (lussuoso) orticello: una compagnia esclusiva (e molto elegante), in cui al genio creativo si è sostituita l'arroganza di imprenditori, pierre e buttafuori. Un settore incapace di sottrarsi alla decadenza dei costumi, e di sostenere l'urto di una moda sempre più low cost e low luxury. Un universo fatto di addetti stampa che confondono il fatturato con il PIL, di sfilate sponsorizzate dai pomodori, di eroi della trash-tv in passerella, di griffe sulle mutande e sulle piastrelle del bagno, di elusione fiscale e marchette sui giornali. Con questo corrosivo pamphlet, Luca Testoni apre il primo vero processo al sistema moda italiano, e insieme lancia un accorato appello per salvare una delle ultime eccellenze nazionali. Di tempo ne è rimasto poco: il giorno dell'ultima sfilata è più vicino di quanto si pensi.
Ordina per
  • 1

    Non riuscivo ad andare oltre pagina 42... stucchevole, mal scritto... ci ho riprovato, l'ho finito e mi dispiace aver tolto tempo a uno qualsiasi dei milioni di libri che non riuscirò mai a leggere nella mia vita.

    ha scritto il 

  • 4

    Processo alla moda

    C'era una volta la moda italiana. Quella dei grandi stilisti, delle top model superpagate e del miracolo industriale. C'era una volta e potrebbe non esserci più.


    In questo libro-denuncia, il giornalista finanziario Luca Testoni apre, senza timori reverenziali, il primo vero processo alla ...continua

    C'era una volta la moda italiana. Quella dei grandi stilisti, delle top model superpagate e del miracolo industriale. C'era una volta e potrebbe non esserci più.

    In questo libro-denuncia, il giornalista finanziario Luca Testoni apre, senza timori reverenziali, il primo vero processo alla moda italiana, citando nomi e cognomi, e lanciando un accorato appello per salvare una delle ultime eccellenze del “Made in Italy”. Di tempo ne è rimasto poco: il giorno dell'ultima sfilata è più vicino di quanto si pensi.

    Con Milano sullo sfondo, il libro racconta un sistema auto-referenziale e ricchissimo che, ora, dietro la facciata glamour, scricchiola paurosamente. Attraverso le storie di persone ed aziende più o meno note, si delinea una casta che, secondo Testoni, ha affascinato e fatto sognare molti italiani.

    ha scritto il 

  • 4

    Come il segreto di Pulcinella, il libro svela cose che in realtà sono intuibili per chi segue la moda. Ma il fatto di dirle è già molto. Il libro cresce man mano che si legge, e dopo l'inizio che può lasciare perplessi, si rivela una bella inchiesta a analisi sul privilegiato (ma finto dorato) mo ...continua

    Come il segreto di Pulcinella, il libro svela cose che in realtà sono intuibili per chi segue la moda. Ma il fatto di dirle è già molto. Il libro cresce man mano che si legge, e dopo l'inizio che può lasciare perplessi, si rivela una bella inchiesta a analisi sul privilegiato (ma finto dorato) mondo della moda. Una casta di esaltati che alla fine hanno concluso meno di quello che avrebbero potuto. Vengono fatti nomi (anche se l'autore avrebbe dovuto mettere anche quelli relativi alla stampa italiana) e svelati dietro le quinte. E come appendice finale, c'è l'incredibile storia di Romeo Gigli, talento e sfortuna.

    ha scritto il