Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ultimo cavaliere

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Oscar Bestsellers)

3.7
(238)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 378 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8804617527 | Isbn-13: 9788804617525 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Entertainment , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'ultimo cavaliere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Con L’ultimo cavaliere si apre un nuovo entusiasmante capitolo del leggendario ciclo di Shannara. Sono passati cinquecento anni dalle Grandi Guerre, fomentate dai demoni, che avevano lasciato solo morte e rovina, sterminando quasi completamente il genere umano. I superstiti, un piccolo gruppo di Uomini e di Elfi, fuggiti sotto la guida del giovane Falco – una creatura magica dalle sembianze umane –, avevano trovato rifugio in una valle remota e inaccessibile che lo stesso Falco era riuscito a isolare dai pericoli esterni con la magia, esaurendo tutto il suo potere. Uomini, Elfi e mutanti avevano trovato un luogo che credevano sarebbe stato la loro patria per sempre. Ma si sbagliavano. Avviene infatti ciò che non era immaginabile: dopo cinque secoli, la barriera della nebbia magica che protegge la valle comincia ad affievolirsi e quando Sider Ament, l’unico discendente sopravvissuto dei Cavalieri del Verbo, sorprende alcune creature ostili provenienti dall’esterno che aggrediscono due cercatori di piste, teme il peggio. Il rifugio un tempo sicuro è ora diventato vulnerabile e lui solo è in grado di fronteggiare e sconfiggere i misteriosi nemici che stanno penetrando nel loro mondo. Ben pochi tra gli abitanti, però, sembrano credere al pericolo. Insieme ai due giovani cercatori di piste e a una coraggiosa principessa degli Elfi, Sider guida la difesa della patria, impresa decisamente complicata, aggravata dal tradimento di chi vuole impadronirsi del potere, mentre all’esterno un esercito di Troll si prepara all’invasione. Sider e i suoi compagni scoprono che i nemici sono molto più forti del previsto e che per avere qualche possibilità di salvezza dovranno di nuovo imparare a servirsi delle Pietre Magiche.
Ordina per
  • 3

    Solito Brooks...

    Stile fluido ma trama banale, ormai l'autore ripete all'infinito i soliti clichè non riuscendo ad evadere dal circolo vizioso che ha creato intorno alla sua saga... assistiamo al solito passaggio di t ...continua

    Stile fluido ma trama banale, ormai l'autore ripete all'infinito i soliti clichè non riuscendo ad evadere dal circolo vizioso che ha creato intorno alla sua saga... assistiamo al solito passaggio di testimone da parte dei fruitori della magia di turno, ora il bastone magico, ora le pietre degli elfi ed allo stesso modo assistiamo alle stesse paure e timori dei nuovi depositari... niente di nuovo sotto il sole...

    ha scritto il 

  • 2

    13 giorni per leggere un libro di Brooks vuol dire che non è stato un granchè....
    Ma dove sta la magia? Dove stanno gli elfi "fichi" e gli umani arguti?
    I guerriri invincibili etc etc...
    Vediamo il pr ...continua

    13 giorni per leggere un libro di Brooks vuol dire che non è stato un granchè....
    Ma dove sta la magia? Dove stanno gli elfi "fichi" e gli umani arguti?
    I guerriri invincibili etc etc...
    Vediamo il prossimo va.

    ha scritto il 

  • 4

    il mio personale re del fantasy

    Che dire, io adoro i suoi libri, sempre! Mi piace tantissimo come riesce a introdurti nell'ordine e nel modo giusto tanti personaggi e tante situazioni senza appesantire e senza dilungarsi! Mi piaccio ...continua

    Che dire, io adoro i suoi libri, sempre! Mi piace tantissimo come riesce a introdurti nell'ordine e nel modo giusto tanti personaggi e tante situazioni senza appesantire e senza dilungarsi! Mi piacciono le storie che racconta, mi piace questa unione tra Shannara e Verbo&Vuoto! Certo, dei 2 o 3 colpi di scena che ci sono, un paio erano proprio telefonatissimi, ma lui è fatto così, non è uno scrittore da suspance! è uno scrittore di avventura e di sentimenti, e va benissimo così!

    consigliato solo a chi ha letto i suoi precedenti libri, i quali sono consigliati a tutti!

    ha scritto il 

  • 3

    Se non fosse per gli ultimi capitoli, l'avrei bruciato! Una storia insulsa e che non aggiunge niente alla saga. Avvincenti però gli ultimi capitoli. Adatto solo a chi, come me, è affezionato all'autor ...continua

    Se non fosse per gli ultimi capitoli, l'avrei bruciato! Una storia insulsa e che non aggiunge niente alla saga. Avvincenti però gli ultimi capitoli. Adatto solo a chi, come me, è affezionato all'autore.

    ha scritto il 

  • 4

    Ciclo “Le leggende di Shannara”, volume primo.

    Il libro fa parte di una duologia e si colloca dopo “La genesi di Sannara”.

    Protetti per cinque secoli dalla nebbia magica creata da Falco, i suoi eredi ...continua

    Ciclo “Le leggende di Shannara”, volume primo.

    Il libro fa parte di una duologia e si colloca dopo “La genesi di Sannara”.

    Protetti per cinque secoli dalla nebbia magica creata da Falco, i suoi eredi devono ora fare i conti con quello che è accaduto dopo l’Armageddon nel mondo esterno. All’interno della valle le razze si sono nuovamente divise, ognuna si è sviluppata secondo la propria indole, ma ora, di fronte al pericolo che incombe dall’esterno (ma anche dall’interno), dovranno trovare un punto d’incontro per difendere loro stessi ciò che è stato a lungo tutelato dalla magia di Falco.

    Sono affezionata alle Quattro Terre e al mondo di Shannara, ho divorato anche questo ennesimo capitolo, ma ho l’impressione che sia stato scritto con leggerezza, che manchi di spessore e passione. Come se l’autore lo avesse scritto in maniera distratta, come un compito (ben riuscito, eh) frutto più di un dovere che di un certo piacere della narrazione. I personaggi sono bidimensionali e stereotipati: la principessa combinaguai destinata a ravvedersi e a compiere grandi imprese; il cavaliere che sacrifica se stesso e i propri desideri per il bene comune; il ragazzino ingenuo che non si rende conto di quanto è “speciale”; il mercenario dal cuore d’oro..Forse salverei “i cattivi”, più astuti di quanto appaiono. In generale, però, non ho notato un grande spessore nella caratterizzazione e mi sono divertita più che altro a immaginare da chi potessero discendere e di chi potessero essere i progenitori.

    ha scritto il 

  • 1

    pessimo. lento, noioso, inconcludente e con qualche incongruenza di fondo anche abbastanza fastidiosa.
    peccato, la trilogia precendente non era il top della produzione di Brooks, ma aveva comunque qua ...continua

    pessimo. lento, noioso, inconcludente e con qualche incongruenza di fondo anche abbastanza fastidiosa.
    peccato, la trilogia precendente non era il top della produzione di Brooks, ma aveva comunque qualche elemento interessante, ed era comunque scorrevole come lettura e intrigante in alcuni passaggi.
    Qui non succede praticamente nulla fino a 20 pagine dalla fine, poi succede tutto insieme, e per giunta in maniera raffazzonata e anche un po' sbrigativa. Ho quasi paura ad iniziare il secondo libro della serie....cocente delusione. peccato

    ha scritto il