Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ultimo graffio

Di

Editore: Harlequin Mondadori (BlueNocturne n.59)

4.2
(52)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , History , Romance

Ti piace L'ultimo graffio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Werecats/Shifters n.6

Il giorno della resa dei conti è arrivato.

Accusati di rapimento, omicidio e alto tradimento, Faythe, Jace e Marc devono accantonare le questioni di cuore e unire le forze per combattere. Ma per Faythe, diventata Alpha del clan Centromeridionale, vendicare i suoi morti e combattere gli spietati nemici della sua gente non è l'unica sfida. Perché il giorno della resa dei conti è arrivato, e lei dovrà scegliere tra i due uomini che più ama. Sapendo che qualunque sia la decisione, nulla sarà più lo stesso.

Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Faythe: la caduta di un'eroina

    E siamo arrivati all'ultimo (?) libro della serie. Il finale aperto lascia presupporre che l'autrice forse un giorno ritornerà a parlare delle pantere, ma ne dubito.
    L'autrice è riuscita a far cadere sempre più in basso la nostra protagonista, quando pensavo che avesse già toccato il fondo, ...continua

    E siamo arrivati all'ultimo (?) libro della serie. Il finale aperto lascia presupporre che l'autrice forse un giorno ritornerà a parlare delle pantere, ma ne dubito.
    L'autrice è riuscita a far cadere sempre più in basso la nostra protagonista, quando pensavo che avesse già toccato il fondo, sia a livello sentimentale, che come Alpha. Ho sempre immaginato che quando sarebbe diventata Alpha sarebbe stata mediocre, ma di lì a perdere contro Dean... per poi sbudellarlo all'ultimo in pochi istanti. E tutti, persino Marc, le dicevano che non lo avrebbe mai battuto, dopo aver rischiato di morire per percosse. Se era davvero così forte come lo è stato all'ultimo, avrebbe dovuto batterlo quando si è presentata la sfida per il nuovo Alpha, non alla fine perché "i cattivi prima o poi perdono". Diciamo che l'autrice l'ha fatta perdere per rendere più drammatica la fine e anticipare in modo non tanto velato, la morte di Parker, per redimersi dalle colpe del padre e dei fratelli. Un po' come la morte di Ryan... solo il sacrificio ultimo, secondo Faythe, l'avrebbe assolto dagli errori passati. E qui mi permetto di dissentire. Sì, è un codardo, ma farlo morire solo per far sentire meglio Faythe? Come se lei non avesse già commesso abbastanza errori... allora anche lei sarebbe dovuta morire per aver abbandonato il fidanzato umano tornato a vendicarsi del torto subito. Ma no, l'autrice pensa bene di accantonare il tutto riducendolo a un lieve senso di colpa. Lo stesso Marc le inveisce contro per questa negligenza. Se non avesse voluto a tutti i costi questa libertà che credeva di non avere, non sarebbe accaduto e le vicende politiche all'interno del clan e del consiglio si sarebbero svolte in maniera differente. E veniamo alla storia d'amore dei tre. Vic e Michael non sono dalla parte di Faythe e glielo dicono, sebbene poi cercano di stare dalla sua parte. Ma come fare? Io stessa non la sopporto, figuriamoci gli altri personaggi! Sorvolando gli altri... persino Greg Sanders non sa come far capire alla figlia che ha fatto una cazzata, ma le racconta la storia sua e della madre. Inutile, secondo me, dato che crede di amare entrambi (non chiedetemi come si fa, perché non lo so neanche io). Il discorso di Marc ci sta tutto ed è giustissimo, l'arrendevolezza di Jace mi ha lasciata basita, proprio perché è stato il suo voler una donna che appartiene ad un altro a combinare ciò, insieme a quell'indecisa di Faythe. E' come se l'autrice volesse farci credere nel quarto libro che Faythe avrebbe potuto amare un altro oltre Marc, ma non ha convinto nessuno fino alla fine. Ha rovinato un bel personaggio e umiliato e ferito il protagonista principale: Marc. Alcuni lo reputano il solito personaggio stereotipato dell'Alpha mancato e geloso come un uomo delle caverne, ma è molto più di questo e stiamo comunque parlando di un mutaforma che comanda altri vigilantes, il che è tutto dire... era, è, sarà il carnefice per eccellenza. Eseguiva sempre lui le condanne emesso dal suo Alpha, non ci potevamo aspettare un uomo colto e raffinato, ma un guerriero rude, geloso e appassionato, che dona tutto se stesso alla donna che ama. Non ci vedo niente di così scontato o banale, e neanche così superficiale.
    Nel complesso, una serie che merita, se sapete vedere oltre il triangolo idiota creato dall'autrice che va tanto di moda adesso nelle serie a trama unica, perché l'azione non manca, e le perdite sono da entrambi i lati, essendo una guerra che inizia in sordina.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Tanta azione, niente sesso.

    Capitolo conclusivo della serie Shifter. Sottotitolo: Faythe l'eterna indecisa.
    Marc ancora dopo la scoperta del tradimento della sua bella "panterona" ancora le corre dietro... (Uomo d'altri tempi)
    Jace sembra che accetti la situazione di buon grado, se ne sta tranquillo e sereno sen ...continua

    Capitolo conclusivo della serie Shifter. Sottotitolo: Faythe l'eterna indecisa.
    Marc ancora dopo la scoperta del tradimento della sua bella "panterona" ancora le corre dietro... (Uomo d'altri tempi)
    Jace sembra che accetti la situazione di buon grado, se ne sta tranquillo e sereno senza muovere un artiglio...
    Una bella lotta tra i due rivali no eh!!! Pazienza.
    Faythe chiede consigli a destra e a manca sulla sua vita sentimentale... Tutti o quasi sembra che gli consiglino Jace ( vedi sua madre che ha scelto suo padre perchè era colui che la faceva sentire viva)e F. sembra che sia ben propensa per lui, ma lei alla fine chi ti va a scegliere...
    Ovviamente Marc che prima scappa ma poi fa il suo reingresso per salvare capre e cavoli.
    Morto il padre Faythe, per proteggerla,lei dovrà prendersi carico del suo clan ma non sarà facile farsi accettare come Alpha, la guerra è inevitabile. Ma a causa di una serie di anticipazioni delle sue mosse, da parte dell'Alpha del clan rivale dovrà cambiare i suoi piani varie volte, ma alla fine (dopo varie perdite)F. riuscirà nel suo intento.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    devo dire che la serie mi ha favorevolmente stupita, a parte il fatto che anche questa è scritta i prima persona. Poco sesso e azione e intrighi da risolvere, molto apprezzato.
    Personalmente odio Marc e continuerò ad odiarlo. Personaggio senza alcuno spessore, l'autrice cerca di farlo amare ...continua

    devo dire che la serie mi ha favorevolmente stupita, a parte il fatto che anche questa è scritta i prima persona. Poco sesso e azione e intrighi da risolvere, molto apprezzato.
    Personalmente odio Marc e continuerò ad odiarlo. Personaggio senza alcuno spessore, l'autrice cerca di farlo amare con sta faccenda che è randagio e poverino... beh a me fa solo venire il sistema nervoso >_<
    Il finale mi sembra un po' affrettato, mi sarei aspettata un epilogo ma immagino che l'autrice si sia voluta lasciare aperta la porta per un sequel... che magari c'è già, ora andrò ad informarmene.
    Consigliato a chi ha vogli di azione. Sconsigliato a chi cerca solo romance e sesso.

    ha scritto il 

  • 3

    6° e forse ultimo Graffio - Guerra tra le pantere mannare

    Alla fine lo scontro tra i clan si è fatto inevitabile, così come la scelta di Faythe che dovrà decidere tra gli uomini che ama Jace e Marc... tutto sembra precipitare per il clan Centro meridionale...

    ha scritto il 

  • 3

    E si conclude, infine, la serie Shifter.
    E mi spiace un pò dirlo, per me non con una soddisfazione piena. Non completamente.
    A conti fatti quest’ultimo capitolo mi ha un pò deluso, devo ammetterlo.
    Nonostante la tensione, le scene clou, le emozioni non siano di certo mancate, qu ...continua

    E si conclude, infine, la serie Shifter.
    E mi spiace un pò dirlo, per me non con una soddisfazione piena. Non completamente.
    A conti fatti quest’ultimo capitolo mi ha un pò deluso, devo ammetterlo.
    Nonostante la tensione, le scene clou, le emozioni non siano di certo mancate, quello che già negli scorsi due volumi si stava trascinando come un peso morto -il rapporto tra Faythe, Jace e Marc- appesantisce sempre più una situazione di per sè già pesante dati gli avvenimenti alquanto cupi del romanzo.
    Era iniziato nelle passate letture questo triangolo di rabbia, incertezza e dubbi. E già allora mi aveva un pò infastidito, ma avevo cercato di non dargli un peso eccessivo nella convinzione che poi…si, insomma…che alla fine tutto avrebbe avuto un suo perchè. Che un gesto, una situazione avrebbe ribaltato gli eventi in modo eclatante, scenografico come già era successo con altre.
    Invece L’ultimo graffio riprende e continua fino alla fine con questa fase di stallo. I dubbi di Faythe su chi ama chi e perchè ama lui e non l’altro. Ossignore, BASTA!
    Non aveva abbastanza problemi essendo diventata il nuovo alpha? Con i clan rivali che vogliono sottometterla e in ultimo ucciderla? Con le responsabilità, le morti, le decisioni…
    Insomma è come se l’autrice non avesse avuto più “idee buone” per risolvere una situazione di per sè semplice. Oppure, ancora peggio, è come se avesse perso di vista la “giusta misura” per rendere interessante il triangolo e fosse quindi scaduta nel banale e ripetitivo.
    La serie Shifters è partita con ottimi spunti, originali e interessanti, è avanzata tutto sommato abbastanza bene, con anche alcuni bei colpi di scenati, è proseguita con oscillazioni non indifferenti e in conclusione è atterrata alquanto malamente. Magari se l’autrice avesse ridotto i romanzi a 4 e non avesse cercercato di scrivere sul nulla le cose sarebbero state un pò diverse. Ma…ma. Ma come si dice “con i ma e con i se non si fa la storia” quindi proseguiamo con le prossime letture…e lasciamo che la Vincent migliori quelle che, comunque sia, sono buone capacità ;) .

    ha scritto il 

  • 0

    Emozionante, adrenalinico, coinvolgente e spacca cuore. Così è l’ultimo capitolo di questa saga che si chiude lasciando ancora tante porte aperte da varcare, tante vite da raccontare, tante strade da percorrere lungo le quali sarebbe bello poter accompagnare i suoi protagonisti.
    La Shifters ...continua

    Emozionante, adrenalinico, coinvolgente e spacca cuore. Così è l’ultimo capitolo di questa saga che si chiude lasciando ancora tante porte aperte da varcare, tante vite da raccontare, tante strade da percorrere lungo le quali sarebbe bello poter accompagnare i suoi protagonisti.
    La Shifters series di Rachel Vincent è una delle saghe urban fantasy adult più riuscite e piacevoli e ricche che abbia letto, a dispetto dell’edizione da edicola che l’ha confinata di default in una categoria generica inferiore e frivola.
    Quando per la prima volta lessi Stray, primo capitolo della serie, faticai a non confrontarlo e sovrapporlo con Bitten, a sua volta primo capitolo della Women of the Otherworld series di Kelley Armstrong, tanto erano simili per impianto generale, caratteri dei personaggi, relazioni che li legano, dettagli minori (la gabbia, la fame post trasformazione, il ranch, alcune frasi...). A differenziare in modo decisivo i due romanzi però era l’atmosfera di fondo, perché alla dimensione di profonda solitudine e cupa introspezione di Bitten, Stray contrapponeva una realtà dinamica e molteplice, e caratterizzazioni meno scomode e spinose, più fruibili e accattivanti. Il romanzo della Vincent sembrava la versione solare, calda, accogliente e americana dell’introspettivo, solipsistico e canadese romanzo della Armstrong.

    Continua qui:
    http://www.diariodipensieripersi.com/2012/04/emozionante-adrenalinica-coinvolgente-e.html

    ha scritto il