Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ultimo grande viaggio di Olivier Duveau

Di

Editore: Logos (Gabbie)

3.6
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 168 | Formato: Altri

Isbn-10: 8857603989 | Isbn-13: 9788857603988 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Frigo

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace L'ultimo grande viaggio di Olivier Duveau?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
“La Terra. Un incredibile pianeta circondato di misteriosa Immensità. Su di lei sono passati, passano e passeranno milioni di esseri umani. Quasi tutti, con il tempo, cadranno nell'oblio. Sarà come se non fossero mai esistiti. Questa è la storia di una di quelle persone. Si chiamava Olivier Duveau.” Così inizia il nuovo graphic novel di Jali. Uno sguardo a volte tenero, a volte crudele sulla vita, come lo è l’esistenza del suo protagonista, sognatore solitario. Nato un lunedì di molti anni fa, il piccolo Oliver viveva in una grande casa insieme a 100 maggiordomi e 100 domestiche, assunti dai suoi genitori al solo scopo di occuparsi del loro unico figlio, durante i loro frequenti viaggi. Una delle prime cose che Oliver imparò fu, il tassativo divieto di uscire di casa. Per tutta la sua infanzia dunque, non poté far altro che contemplare il mondo attraverso una finestra. Di giorno non succedeva mai niente di davvero interessante, ma quando calava la notte, le sue piccole retine scoppiavano di piacere, rimirando per ore il cielo stellato. La sua voglia di uscire e sapere cosa esisteva di là dal muro di recinzione, trovò finalmente risposta al suo diciottesimo compleanno. Nei suoi primi passi per il mondo l’ormai adolescente Oliver incontrò Estel, una visione fugace della quale si innamorò e per la quale iniziò a sentire una passione paragonabile solo a quella per le stelle.
Ordina per
  • 3

    fissato notturno

    storia di una nn esistenza, di una distanza da sè che fa partire per il cielo infinito, l'assenza dell'amore allontana dalla vita, l'incontro perduto lascia attoniti, olivier cerca aspetta progetta e infine de-colla.
    Lo stile delle tavole è davvero intrigante, poetico e puntuto come questa stor ...continua

    storia di una nn esistenza, di una distanza da sè che fa partire per il cielo infinito, l'assenza dell'amore allontana dalla vita, l'incontro perduto lascia attoniti, olivier cerca aspetta progetta e infine de-colla. Lo stile delle tavole è davvero intrigante, poetico e puntuto come questa storia: lirica e sofferente. Purtroppo il bianco e nero non permette di assaporare a pieno il cromìa sulla cover

    ha scritto il 

  • 3

    La Terra.
    Un incredibile pianeta circondato di misteriosa Immensità.
    La Terra.
    Su di Lei sono passati, passano e passeranno milioni di esseri umani.
    Quasi tutti, con il tempo cadranno nell'oblio.
    Sarà come se non fossero mai esistiti.
    Questa è la storia di uno di loro.
    Qualcuno che è passa
    ...continua

    La Terra. Un incredibile pianeta circondato di misteriosa Immensità. La Terra. Su di Lei sono passati, passano e passeranno milioni di esseri umani. Quasi tutti, con il tempo cadranno nell'oblio. Sarà come se non fossero mai esistiti. Questa è la storia di uno di loro. Qualcuno che è passato per questo Mondo e che ormai, come succederà a te e a me, nessuno ricorda più. Si chiamava Olivier Duveau.

    Non ci sarebbe da aggiungere altro per introdurre questa graphic novel: la storia di un uomo prigioniero, animato da un sogno irrealizzabile; una vita triste e crudele, inframmezzata da brevissimi attimi di felicità; un finale dal sapore agrodolce, insufficiente a compensare il dolore di un'esistenza arsa come la fiamma di una candela nell'oscurità. Jali dà più spazio alle immagini (molto belle) che alle parole, la sua storia si legge in un battito di ciglia, ma altrettanto velocemente si dimentica. Prima di iniziarlo mi aspettavo qualcosa di meglio.

    ha scritto il 

  • 3

    Una bella fiaba per bambini e adulti, che non ha paura di toccare temi come la crudeltà e la morte. Ottima la realizzazione materiale, con copertina e carta ruvidine e piacevoli da toccare e vedere. Peccato solo per la scelta di stampare in bianco e nero anzichè nei toni seppia dell'originale... ...continua

    Una bella fiaba per bambini e adulti, che non ha paura di toccare temi come la crudeltà e la morte. Ottima la realizzazione materiale, con copertina e carta ruvidine e piacevoli da toccare e vedere. Peccato solo per la scelta di stampare in bianco e nero anzichè nei toni seppia dell'originale... Qui la mia recensione completa: http://fumoeinchiostro.blogspot.it/2012/07/lultimo-grande-viaggio-di-olivier.html

    ha scritto il