L'ultimo nastro di Krapp - ­Ceneri

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 86
| 4 contributi totali di cui 4 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Krapp, il protagonista, riascolta al registratore momenti e voci della suavita. Il testo di Beckett è un esempio lucido della concezione moderna dellatragedia: una tragedia nella quale gli dei sono la voce metallica di unregistratore, il cono ...Continua
Daisy (in...
Ha scritto il 30/12/12
La voce! Gesù! E le aspirazioni! E le risoluzioni!
Questo atto unico fu scritto in inglese (Krapp si legge come il termine inglese crap, cioè “merda”). Un solo attore e due voci in questo quasi monologo dove Krapp interpreta se stesso. Il dramma nasce proprio dal contrasto tra il decrepito auditore d...Continua
Lovecraft76
Ha scritto il 20/04/11
Registro quindi sono
Ad un certo punto ci si siede ad un tavolo e si comincia a ricordare. Dove? Cosa? L’esistenza va testimoniata. Esisto oggi, ora: mi alzo, mi siedo, mangio, sono vivo, ma ieri? E l’altro ieri? Dov’ero? Cos’ero? Dentro tutto è confuso, è ombra e luce....Continua
capobanda
Ha scritto il 07/01/11
L'ultimo nastro di Krapp

Abissale, da brividi.

Laila
Ha scritto il 07/10/08
L'ultimo nastro di KrappLa prima impressione che ho avuto leggendo è stata Ma che è 'sta roba?. Più proseguivo, più non capivo. L'ho finito...Avevo i brividi.Ma come fa Beckett ad arrivare a tanto? E' eccezionale. CeneriPer chi ha amato OceanoMare,...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi