Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ultimo orco

Di

4.4
(499)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 720 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 8862566395 | Isbn-13: 9788862566391 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'ultimo orco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    un ottimo fantasy. mi ha conquistato, tenuto incollato e ci sono stati due o tre momenti che mi hanno colto di sorpresa. una storia con tanta importanti riflessioni. consigliato.

    ha scritto il 

  • 5

    Notevole!

    Il seguito de "L'ultimo elfo" è uno dei libri più belli che ho letto negli ultimi mesi! Una storia sul libero arbitrio e sull'innocenza dei figli dalle colpe dei padri... Dovrebbe essere letto ad ogni figlio piccolo, e lasciato leggere ad ogni figlio grande, anche già adulto. Lo stile resta fresc ...continua

    Il seguito de "L'ultimo elfo" è uno dei libri più belli che ho letto negli ultimi mesi! Una storia sul libero arbitrio e sull'innocenza dei figli dalle colpe dei padri... Dovrebbe essere letto ad ogni figlio piccolo, e lasciato leggere ad ogni figlio grande, anche già adulto. Lo stile resta fresco, in alcune pagine ricco di humor, in altre di doloroso stupore...
    La vita, la morte, la guerra, la giustizia e la compassione: c'è tutto per renderlo epico!

    ha scritto il 

  • 5

    Rankastrail, figlio di un Orchessa, diventato capo dell'armata di Daligar deve combattere l'ultima guerra contro gli orchi. Bello, appassionante, pieno di avventura e di scontri avvincenti. (Riccardo)

    ha scritto il 

  • 5

    EPICA FIABA PIENA DI SAGGEZZA

    Un romanzo davvero bello, degno seguito del bellissimo L’ultimo elfo. E’ stato bello rivedere i personaggi conosciuti e amati nel primo libro, e poterne conoscere e amare di nuovi. E’ stata dura resistere alle ingiustizie e alle disgrazie che capitano ai nostri protagonisti, ma è stato spl ...continua

    Un romanzo davvero bello, degno seguito del bellissimo L’ultimo elfo. E’ stato bello rivedere i personaggi conosciuti e amati nel primo libro, e poterne conoscere e amare di nuovi. E’ stata dura resistere alle ingiustizie e alle disgrazie che capitano ai nostri protagonisti, ma è stato splendido ammirare la forza con cui comunque si sono risollevati ogni volta. Proprio una bella storia, piena di saggezza, spesso spicciola, come quella di Lisentrail, ma non per questo meno poetica.

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/16404

    ha scritto il 

  • 4

    Silvana De Mari ha la capacità di scrivere delle belle storie fantasy che, pur ambientate in una terra dove gli Uomini hanno sterminato gli Elfi e devono combattere contro i temibili Orchi, parlano di argomenti terribilmente veri e attuali. Elfi e Orchi non sono altro che rappresentazioni dell'um ...continua

    Silvana De Mari ha la capacità di scrivere delle belle storie fantasy che, pur ambientate in una terra dove gli Uomini hanno sterminato gli Elfi e devono combattere contro i temibili Orchi, parlano di argomenti terribilmente veri e attuali. Elfi e Orchi non sono altro che rappresentazioni dell'umanità e chi non appartiene all'una o all'altra stirpe si trova a dover imparare che la persona non è definita dalle sue origine, ma dalle scelte che fa, da chi decide di essere. E allora Elfi, Orchi, Uomini perdono i loro contorni definiti e scopriamo che il male si annida ovunque, ma il bene può venir fuori anche da coloro che il fato avrebbe destinato a essere reietti e rifiutati dalla società.
    Begli insegnamenti in una storia scritta molto bene, piena di dettagli e di accurate descrizioni.

    ha scritto il 

  • 5

     L'ultimo Orco, si combatte con quello che si ha e si combatte per vincere.

    Il secondo capitolo della saga iniziata con L'ultimo Elfo. 
    Amo questo libro di un amore ossessivo, amo ogni singola parola che in esso è stata scritta. Amo il personaggio di Rankstrail, vivo e carismatico come Yorsh. Ho divorato letteralmente L'ultimo Orco, finito in un giorno e ricomincia ...continua

    Il secondo capitolo della saga iniziata con L'ultimo Elfo. 
    Amo questo libro di un amore ossessivo, amo ogni singola parola che in esso è stata scritta. Amo il personaggio di Rankstrail, vivo e carismatico come Yorsh. Ho divorato letteralmente L'ultimo Orco, finito in un giorno e ricominciato a leggere quello dopo con gli occhi che minacciavano di fare i bagagli per andare a cercarsi un'altra padrona. Credetemi, è uno di quei pochi libri che coinvolge al punto da costringere (una dolce costrizione) a stare svegli la notte per finirlo. Era diventato un bisogno per me, dovevo sapere quale sarebbe stata la frase finale e senza vergogna dico che mi sono commossa, più di una volta. Da leggere e rileggere poiché ti catapulta nel mondo descritto magistralmente dalla De Mari che ha uno stile fresco, schietto, ma anche estremamente delicato.
    Questa volta il destino di Yorsh è legato a quello del Capitano Rankstrail, accennato nel primo libro. La scrittrice analizza questo personaggio che si scopre essere uno dei protagonisti. Viene descritta la sua infanzia e poi la sua giovinezza, vengono descritti i suoi punti di vista e le sue emozioni. Si può dire che non ci sia un personaggio più diverso e simile allo stesso tempo a Yorsh. Sicuramente meno filosofico o portato per le belle parole, Rankstrail è quel tipo di uomo che preferisce agire più che star a parlare, ma il lettore scoprirà con un sorriso che è anche dotato di una grande, goffa gentilezza: saprà infatti dar conforto alle giornate di una piccola principessa triste, saprà farla sorridere come mai nessuno prima era stato in grado di fare. E così, mentre il Capitano si ritrova diviso tra la giustizia e il dovere, Yorsh vive felicemente assieme a Robi e alla loro speciale bimba cui hanno dato il nome del possente drago amico della vita, Erbrow. In quelle pagine la De Mari lascia da parte per un attimo la schiettezza di Rankstrail il Capitano per passare alla dolcezza di Yorsh, al suo ruolo di padre e sposo. La follia del Giudice Amministratore tuttavia preme sempre di più e lo stato d'ansia di cui questo libro è colmo non abbandonerà mai del tutto il lettore. In - L'ultimo Orco - viene descritta la Guerra che si combatte per disperazione e per assicurarsi che le generazioni future non debbano più impugnare una spada, nemmeno per scherzo. La delicatezza e l'atmosfera fiabesca dell'Ultimo Elfo sono state sostituite con toni più maturi e scuri, più taglienti e sorprendenti. In questo libro mi sono trovata molto vicina, forse anche per questioni di carattere, a Robi, che ha la tenacia ed il nervosismo tipici di una grande Regina, ma anche l'umanità di una donna e di una madre. 
    Ritroviamo i personaggi narrati nel primo libro, ritroviamo il loro differente carisma, ritroviamo la bellissima storia che era cominciata e che continua in questo splendido secondo capitolo della saga. Semplicemente travolgente.

    ha scritto il 

Ordina per