L'ultimo saluto di Sherlock Holmes

Di

Editore: Oscar Mondadori

3.9
(314)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 198 | Formato: Altri

Isbn-10: 880440082X | Isbn-13: 9788804400820 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace L'ultimo saluto di Sherlock Holmes?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Uno Scherlock sotto tono

    Tre stelle per l'immenso rispetto, ma questa volta il buon Conan Doyle ha raccontato uno Scherlock un po spento. Non brutte le avventure riportate ma non all'altezza dei precedenti.
    Pacchi vendicativi ...continua

    Tre stelle per l'immenso rispetto, ma questa volta il buon Conan Doyle ha raccontato uno Scherlock un po spento. Non brutte le avventure riportate ma non all'altezza dei precedenti.
    Pacchi vendicativi, malavita italo-americana e progetti sottomarini rubati: questi gli intrighi che ,il formidabile investigatore ha dovuto affrontare. Sempre narrati dal fedele Watson.

    ha scritto il 

  • 4

    Deve avere uno scopo, altrimenti il nostro universo è governato dal caso, il che è impensabile. Ma quale? Questo è l'immenso, sempiterno interrogativo al quale la mente umana è ancora lontanissima dal poter dare una risposta

    Raccolta di 8 racconti molto piacevoli.

    Sui primi, pur belli, viene da pensare che Sherlock non sia che uno spettatore che si trova nel luogo e nel momento giusti, assistiamo a un po' troppi monologhi ...continua

    Raccolta di 8 racconti molto piacevoli.

    Sui primi, pur belli, viene da pensare che Sherlock non sia che uno spettatore che si trova nel luogo e nel momento giusti, assistiamo a un po' troppi monologhi di vittime/colpevoli/testimoni che spiegano un po' troppo rendendo quasi inutile rivolgersi a un genio!

    Ma la seconda metà del libro riscatta completamente l'intelligenza del grande investigatore, e chiaramente, quella del suo autore!

    ha scritto il 

  • 4

    - L'avventura di Wisteria Lodge (●●●●)
    - L'avventura della scatola di cartone (●●●)
    - L'avventura del Cerchio Rosso (●●●●)
    - L'avventura dei progetti Bruce-Partington (●●●●)
    - L'avventura del detectiv ...continua

    - L'avventura di Wisteria Lodge (●●●●)
    - L'avventura della scatola di cartone (●●●)
    - L'avventura del Cerchio Rosso (●●●●)
    - L'avventura dei progetti Bruce-Partington (●●●●)
    - L'avventura del detective morente (●●●)
    - La scomparsa di Lady Frances Carfax (●●●●)
    - L'avventura del piede del diavolo (●●●●)
    - L'ultimo saluto. Un epilogo (●●●)

    ha scritto il 

  • 2

    2, 5 stelle per essere precisi

    Mi scoccia dare un voto così basso al mitico Sherlock Holmes ma, queste avventure non mi hanno entusiasmata. Nei romanze si ha modo di ragionare, di fare ipotesi, nelle storie brevi (e vale anche per ...continua

    Mi scoccia dare un voto così basso al mitico Sherlock Holmes ma, queste avventure non mi hanno entusiasmata. Nei romanze si ha modo di ragionare, di fare ipotesi, nelle storie brevi (e vale anche per altri autori) finisce tutto prima di iniziare. Godibile nella lettura ma molto, molto meglio le sue avventure lunghe. "L'avventura del piede del diavolo" ha alzato decisamente la media.

    ha scritto il 

  • 4

    Bye bye, Sherlock !

    Ci sono casi e metodi d’indagine ormai divenuti da manuale. Forse più qui, nella brevità del racconto, che nei romanzi lunghi, è rintracciabile la maestria avveniristica della modalità investigativa d ...continua

    Ci sono casi e metodi d’indagine ormai divenuti da manuale. Forse più qui, nella brevità del racconto, che nei romanzi lunghi, è rintracciabile la maestria avveniristica della modalità investigativa di Sherlock Holmes che ha fatto scuola a tutti i CSI e affini televisivi, ma, ancor prima, alla polizia di ogni Stato che ha così affiancato l’analisi scientifica alle tradizionali tecniche di interrogatorio.
    Il ragionamento logico di Sherlock Holmes non fa una piega e non manca di stupire.
    L’ultimo saluto di Sherlock Holmes è costituito da otto racconti di Arthur Conan Doyle. Il volume è stato pubblicato per la prima volta nel 1917 ed è un’opera matura con il “metodo Holmes” ormai collaudato e consolidato.
    Secondo la finzione di Conan Doyle, il fidato dottor Watson, rielaborando i suoi appunti, trova lo spunto per raccontare avventure, rimaste ancora inedite, dell’infallibile Sherlock Holmes, il quale, sempre vivo e in buona salute, nonostante qualche acciacco e qualche intermittente attacco reumatico, da qualche anno, ha rinunciato alla sua carriera investigativa per vivere in una piccola fattoria sui Downs, a otto chilometri da Eastbourne, dove si dedica alla filosofia e alla cura dei campi. Pane, per la mente e lo spirito, unito all’attività manuale e fisica, che la campagna richiede.
    Se non ci piace immaginarcelo così, quasi abbandonato a se stesso, basta ripercorre alcuni suoi casi che, mentre vengono narrati, richiamano alla mente il ricordo di altri più famosi e rimasti celebri, i misteri che lo hanno reso il maestro della detection.
    Un bel volumetto di racconti che intrattengono e trovano il modo di interessare il lettore, appassionato di classici del giallo.

    ha scritto il 

  • 4

    Uno stile,quello di Conan Doyle,che anche con ilpassare del tempo non perde il suo smalto.Quattro storie cosi diverse l'una dall'altra ma con,in comune,l'acume logistico di Sherlock Holmes.
    TRAMA
    Una ...continua

    Uno stile,quello di Conan Doyle,che anche con ilpassare del tempo non perde il suo smalto.Quattro storie cosi diverse l'una dall'altra ma con,in comune,l'acume logistico di Sherlock Holmes.
    TRAMA
    Una raccolta delle ultime avventure dedicate al più famoso investigatore di sempre coinvolto in nuove e misteriose indagini. L?avventura della scatola di cartone è forse il caso più impressionante per l'intricata e sanguinolenta trama in cui un folle omicida spedisce a un?ignara signora un macabro pacco postale contenente sale grosso e due orecchie umane.
    ( recensione www.illibraio.net )

    ha scritto il 

  • 3

    Mi sono accorta che questa non è l'edizione integrale (la raccolta comprendeva complessivamente otto racconti, qui ce ne sono solo la metà). Uno dei racconti mancanti, tra l'altro, è proprio quello c ...continua

    Mi sono accorta che questa non è l'edizione integrale (la raccolta comprendeva complessivamente otto racconti, qui ce ne sono solo la metà). Uno dei racconti mancanti, tra l'altro, è proprio quello che dà il titolo al volume. Che furbacchioni quelli della Mondadori!

    Dunque, i racconti. Datati, con un po' di stereotipi figli della cultura del tempo e decisamente sottotono rispetto ad altre avventure.
    Indovinare il colpevole prima di Holmes, tra l'altro, fa tenerezza.
    Al di là di questo, ritornare di tanto in tanto a Baker Street mi fa sempre un immenso piacere, è come se andassi a trovare un vecchio amico.

    ha scritto il 

  • 5

    Si sta avvicinando il vento dell'Est, un vento che non ha mai soffiato sull'Inghilterra. Sarà un vento freddo e pungente, Watson, e molti di noi rabbrividiranno alle sue raffiche.

    Ma è sempre un vento mandato da Dio e, passata la bufera, una terra migliore, più pulita e più forte si riscalderà ai raggi del sole.

    Così finisce l'ultimo capitolo della saga di Sherlock Holmes, quel ...continua

    Ma è sempre un vento mandato da Dio e, passata la bufera, una terra migliore, più pulita e più forte si riscalderà ai raggi del sole.

    Così finisce l'ultimo capitolo della saga di Sherlock Holmes, quello vero, il solo e l'originale, con un forte riferimento alla guerra sempre più vicina, un messaggio forte, triste ma anche carico di speranza.
    Di questa ultima raccolta ho apprezzato moltissimo tutti i racconti, leggermente meno l'ultimo che, a differenza degli altri, è molto breve e inizia a cose già fatte senza spiegarci come ha fatto Holmes ad arrivare fin dove lo troviamo. L'ultimo incontro tra Holmes e Watson è breve e forse un po' triste, o forse sono io che mi sento in lutto per aver finito tutti i loro libri e non aver altre storie da leggere.
    Addio, Holmes, è stato un onore e un immenso piacere conoscerti.

    ha scritto il 

Ordina per