Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'ultimo vampiro

Di

Editore: Mondadori

3.6
(101)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 127 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804392258 | Isbn-13: 9788804392255 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'ultimo vampiro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Super Brividi n°25

    In apparenza Alisa Perne sembra una bella ragazza bionda poco più che adolescente, con grandi occhi azzurri un po' troppo penetranti, ma in realtà è un vampiro, l'ultima di una stirpe diabolica che per millenni ha sparso intorno a sé terrore e disperazione. Sono più di cinquemila anni che Alisa d ...continua

    In apparenza Alisa Perne sembra una bella ragazza bionda poco più che adolescente, con grandi occhi azzurri un po' troppo penetranti, ma in realtà è un vampiro, l'ultima di una stirpe diabolica che per millenni ha sparso intorno a sé terrore e disperazione. Sono più di cinquemila anni che Alisa dà la caccia agli esseri umani, a volte per amarli e più spesso per nutrirsene, finché un giorno scopre che qualcuno (o qualcosa?) sta dando la caccia a lei... Chi è il suo misterioso persecutore? Un uomo oppure un'altra creatura assetata di sangue, che ancora si aggira per il mondo in cerca di prede?

    6.5/10

    ha scritto il 

  • 4

    Primo libro della trilogia The last vampire.
    Alisa dimostra circa diciotto anni, è bellissima e ricchissima. Quando un investigatore privato la contatta, scopre che una persona misteriosa è sulle sue tracce. Un persona che arriva dal suo passato, da cinquemila anni fa e dall'India, u ...continua

    Primo libro della trilogia The last vampire.
    Alisa dimostra circa diciotto anni, è bellissima e ricchissima. Quando un investigatore privato la contatta, scopre che una persona misteriosa è sulle sue tracce. Un persona che arriva dal suo passato, da cinquemila anni fa e dall'India, una persona che era un mostro e l'ha resa un mostro per poter salvare la sua famiglia. E ora che sembra aver ritrovato l'amore, è sul punto di perderlo, nuovamente...

    Un libro strano, interessante, anche se fastidioso, perché manca qualcosa, che doveva essere approfondito.

    * Mai chiedere l’età a un vampiro. Non apprezziamo le domande scortesi.
    * Io sono un vampiro... da un certo punto di vista, il mostro peggiore di tutti. I suoi occhi gli dicono una cosa e le sue orecchie un’altra, lo so. Vede una graziosa biondina dagli occhi incredibilmente azzurri, e ascolta la voce vellutata di un incubo emerso dall’inferno. È troppo, per lui.
    * "Dimmi di Slim e avrò cura di tuo figlio." In fondo, sono di animo gentile. Avrei potuto dire: se non mi dici di Slim, troverò tuo figlio e lo scorticherò vivo.
    * Verso il mezzodì mi sento stordita, non tanto da avere bisogno di riposo, ma abbastanza da perdere interesse in quanto mi circonda, pur restando un più che degno avversario per qualunque mortale. È vero, il giorno mi piace assai meno della notte. Amo i margini sfocati dei paesaggi più cupi.
    * Tre sono le emozioni del cuore, e io le provai: amore, paura, odio. Scoprii che un individuo può provarne soltanto una per volta. Quando ami, non conosci né paura né odio. Quando hai paura, non c’è spazio per l’amore o per l’odio. E quando c’è l’odio, c’è l’odio soltanto.
    * Servivo entrambi quei signori, la luce e le tenebre, perché entrambi li avevo visti negli occhi di Krishna. Perfino il diavolo fa il volere di Dio. Mai più creai un altro vampiro, però mai smisi di uccidere.
    * Il mare incontra la riva; l’infinito dice al finito quello che deve essere.
    * La storia è qualcosa che deve essere vissuta, che non può essere soltanto letta.
    * “Giusto”... che strana parola, per un vampiro. Io, che ho infranto ogni precetto dei Veda e della Bibbia e di ogni altro libro sacro. A differenza di quanto credono i mortali, la morte non viene mai al momento giusto. La morte giunge sempre di soppiatto, come un ladro nella notte.
    * Là fuori, avverto l’avvicinarsi delle tenebre. Dentro di me, non trovo una luce tanto forte da diradarle.
    * "Ti amo" bisbiglio. Mi abbraccia. " Ti amo anch’io, Sita." Un amore così grande, penso, mentre chiudo gli occhi e il dolore si allontana. Dev’essere così grande, la sua protezione, se Krishna pensava ciò che mi disse. Credo che lo pensasse. E credo nei miracoli. Chissà se morirò, dopotutto.

    ha scritto il 

  • 4

    "Ma, mentre scivolo nel dormiveglia, intuisco che pure la persone conosciute oggi hanno inciso profondamente in me, là dove il mio sangue ferroso scorre, simile a un fiume tenebroso, sopra la fredda polvere di ere dimenticate e stilla lento nel mondo ancora acerbo, nel presente, come una maledizi ...continua

    "Ma, mentre scivolo nel dormiveglia, intuisco che pure la persone conosciute oggi hanno inciso profondamente in me, là dove il mio sangue ferroso scorre, simile a un fiume tenebroso, sopra la fredda polvere di ere dimenticate e stilla lento nel mondo ancora acerbo, nel presente, come una maledizione divina."

    ha scritto il