L'uomo che cadde sulla Terra

Urania 357

Voto medio di 874
| 157 contributi totali di cui 149 recensioni , 5 citazioni , 1 immagine , 1 nota , 1 video
Presa com'è fra le avventure da una parte e le idee dall'altra, accade di rado che la fantascienza produca dei "personaggi" indimenticabili. Ma siamo sicuri che il fragile, malinconico e misterioso Newton, protagonista di questo romanzo ...Continua
Ha scritto il 28/09/17
Venuto sul nostro pianeta, un alieno – Thomas Jerome Newton (questo il suo nome terrestre) – non riesce a portare a termine la missione che gli è stata affidata: costruire un'astronave che avrebbe dovuto condurre in salvo sulla terra i ...Continua
Ha scritto il 23/07/17
Venuto sul nostro pianeta, un alieno – Thomas Jerome Newton (questo il suo nome terrestre) – non riesce a portare a termine la missione che gli è stata affidata: costruire un'astronave che avrebbe dovuto condurre in salvo sulla terra i ...Continua
Ha scritto il 22/06/17
Non ho esperienza di fantascienza, quindi non so come questo romanzo si collochi all'interno del genere. Ma so che il signor Tevis scrive davvero bene e che la storia che racconta è piena di poesia e di malinconia. Un gioiello.
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 18/04/17
Bellissimo classico della fantascienza del già conosciuto e apprezzato W. Tevis.Come in altre sue narrazioni, Tevis approfondisce e cura molto la psicologia dei personaggi e dei rapporti tra soggetti che siano umani o alieni.In questa originale ...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 03/04/17
Classico che bandisce il genere
Due libri straordinari che esorbitano piacevolmente dalla letteratura di genere (questo e l'altrettanto bello "Solo l mimo canta al limitare del bosco", già commentato brevemente).In questo romanzo, scritto negli anni '60 del Novecento e ambientato ...Continua
  • 5 mi piace

Ha scritto il Jul 26, 2016, 18:11
“…Si sentì disgustato e stanco di questo posto dozzinale ed estraneo, di questa cultura sfacciata chiassosa sensuale e priva di radici, di questo aggregato di scimmie intelligenti pruriginose ed egoiste, volgari e spensierate, mentre la loro ...Continua
Ha scritto il Mar 01, 2016, 10:38
And so it was I entered the broken world to trace the visionary company of love, its voice an instant in the wind (I know not whither hurled), but not for long to hold each desperate choice. H. Crane, The Broken Tower (esergo)
Ha scritto il May 16, 2014, 11:27
"E' strano che tutta la vostra letteratura di fantascienza sulla vita negli altri pianeti dia per scontato che ogni pianeta abbia una sola razza intelligente, un solo tipo di società, una sola lingua, un solo governo."
Pag. 166
Ha scritto il Dec 13, 2008, 23:40
"Le piace il gin liscio?""Non troppo""Ne ho qui una bottiglia". Allungò la mano e prese una bottiglia dalla cesta. Bryce rise, all'improvviso. Non riuscì a trattenersi. Ichabod Crane con un litro di gin nel cestino della merenda. Newton gliene
Pag. 114
Ha scritto il Dec 13, 2008, 23:34
Era, se non felice, almeno troppo occupato per essere infelice.
Pag. 102

Ha scritto il Jan 30, 2017, 17:18
La caduta di Icaro
La caduta di Icaro
  • 3 mi piace

Ha scritto il Jul 01, 2016, 13:52
ebook

Ha scritto il Jan 30, 2017, 12:42
Mozart quintetto per Clarinetto e Archi
Autore:

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi