L'uomo che credeva di non avere più tempo !! SCHEDA INCOMPLETA !!

Di

3.8
(2554)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese , Chi tradizionale

Isbn-10: A000096603 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace L'uomo che credeva di non avere più tempo !! SCHEDA INCOMPLETA !!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Mystic Junk

    Se fossi stato davvero conseguente, una volta scoperto che il libro che stavo leggendo si occupava di questioni soprannaturali, lo avrei mollato senza pensarci due volte. Ma, evidentemente, sto invecc ...continua

    Se fossi stato davvero conseguente, una volta scoperto che il libro che stavo leggendo si occupava di questioni soprannaturali, lo avrei mollato senza pensarci due volte. Ma, evidentemente, sto invecchiando e mi sono un po' rammollito, per cui sono arrivato sino alla fine, un po' per curiosità, un po' per capire che cosa possano trovare i lettori in un libro del genere. Perché non v'è dubbio (mi sono informato) che Guillaume Musso abbia una folta schiera di aficionados che non si perdono nessuno dei suoi romanzi, a partire da questo L'uomo che credeva di non avere più tempo, primo di una serie (anche di questo mi sono informato) con caratteristiche abbastanza costanti.
    I personaggi di Musso, come direbbe Crozza quando fa l'imitazione di Briatore, sono tutti al "top del top". Qui c'è un avvocato? Ebbene, è il più grande avvocato mai esistito, non ha mai perso una causa e si suppone che al primo milione di dollari già guadagnato se ne aggiungeranno presto altri. Ha il più bell'appartamento di New York, con vista su Central Park. Ha due auto favolose. Quando va a trovare la figlia nella tenuta del nonno, nel New England, cavalca per ore lungo prati che sembrano dipinti e boschi incantati. E così via. E sono tutti così: belli, ricchi, di successo, sulla cresta dell'onda.
    Poi arriva l'avvenimento misterioso, incredibile, soprannaturale che incrina (ma solo in superficie, non temete) la levigata vita del protagonista. Fino alla morale finale che, più o meno, suona così: anche se vi arricchite e lottate allo spasimo per il potere, non perdete di vista le cose importanti della vita, che sono l'amore, l'affetto dei vostri cari, le vite delle persone che vi circondano e altre banalità di tal fatta. Il lettore ne esce edificato e, soprattutto, l'autore che ha così venduto un bel po' di copie.
    E già così, si tratterebbe di una bieca operazione pseudoletteraria. Il vero problema è il ciarpame misticheggiante che Musso mette in campo senza alcuna vergogna. In questo, in particolare, sfruttando l'indubbio interesse che molti nutrono sulle questioni della "vita oltre la morte", tema sul quale, ahimè, tanti inutili libri sono stati scritti. Ora ce n'è uno in più.

    ha scritto il 

  • 5

    Corro così veloce che la morte non mi raggiungerà mai

    Poetico.

    "Poi, subito dopo, sentì di nuovo la morte che gli girava intorno.
    Quella sera, per la prima volta, era pronto ad accettarla. Naturalmente la paura non era sparita, ma si accompagnava a una c
    ...continua

    Poetico.

    "Poi, subito dopo, sentì di nuovo la morte che gli girava intorno.
    Quella sera, per la prima volta, era pronto ad accettarla. Naturalmente la paura non era sparita, ma si accompagnava a una certa impazienza. Diventava curioso della morte come si può essere curiosi di vedere un nuovo continente. Forse partiva verso l'ignoto, ma circondato dall'amore."

    ha scritto il 

  • 4

    L'uomo che credeva di non avere più tempo.

    Guillaume Musso, in questo libro è riuscito a rappresentare al meglio la storia della maggior parte delle persone al tempo d'oggi, indaffarate con il lavoro e le faccende quotidiane tanto, da dimentic ...continua

    Guillaume Musso, in questo libro è riuscito a rappresentare al meglio la storia della maggior parte delle persone al tempo d'oggi, indaffarate con il lavoro e le faccende quotidiane tanto, da dimenticare la bellezza delle piccole cose e il calore della propria famiglia. Il libro descrive a pieno la consapevolezza di tutto ciò, che un uomo raggiunge, nel momento in cui la sua vita gli passa davanti come un treno senza fermate. Un libro sorprendente che ci aiuta a riflettere sui nostri obiettivi e sulle nostre priorità, con un colpo di scena non indifferente. Consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • 3

    E poi sarà come morire

    Très mignon: lettura sorprendentemente piacevole anche se si capisce quasi subito dove va a parare (il titolo italiano poi è uno spoilerone)! Ho scoperto che esiste anche una versione cinematografica, ...continua

    Très mignon: lettura sorprendentemente piacevole anche se si capisce quasi subito dove va a parare (il titolo italiano poi è uno spoilerone)! Ho scoperto che esiste anche una versione cinematografica, che devo assolutamente recuperare!

    ha scritto il 

  • 4

    Anche se da un po' ho rinnegato il genere Fantasy e nonostante la presenza del soprannaturale nel libro, comunque la storia mi è piaciuta molto: l'ho trovata originale, avvincente ed intensa; l'epilog ...continua

    Anche se da un po' ho rinnegato il genere Fantasy e nonostante la presenza del soprannaturale nel libro, comunque la storia mi è piaciuta molto: l'ho trovata originale, avvincente ed intensa; l'epilogo poi con tutte le sue sfaccettature è stato inatteso e sorprendente; inoltre, Musso ha sempre un modo delicato di affrontare temi seri ed importanti, che mi piace molto.

    ha scritto il 

  • 3

    Simpatico, come si usa dire per le persone carine ma non troppo.

    Il libro è incentrato su una storia che è del surreale e già come punto di partenza mi trova in disaccordo. La scrittura è meccanica quasi da copione e non è scorrevolissima. Tutto sommato la trama e ...continua

    Il libro è incentrato su una storia che è del surreale e già come punto di partenza mi trova in disaccordo. La scrittura è meccanica quasi da copione e non è scorrevolissima. Tutto sommato la trama e il racconto procede senza troppi ostacoli e molto lineare, come a raggiungere delle tappe. Tutta la scena fatidica si svolge negli ultimi capitoli, strappanso qualche sentimento commovente, ma con un "colpo di scena" non troppo inaspettato. Carino ma non carinissimo. Proverò altri racconti dello stesso autore sperando di ricredermi.

    ha scritto il 

  • 4

    Semplice, ma intenso. Bello.

    Quando si affrontano temi esistenziali si rischia di cadere nel buco nero della filosofia, del sentimentalismo più sfrenato, della nostalgia, della psicologia, e invece no, sotto questo aspetto è un l ...continua

    Quando si affrontano temi esistenziali si rischia di cadere nel buco nero della filosofia, del sentimentalismo più sfrenato, della nostalgia, della psicologia, e invece no, sotto questo aspetto è un libro per bambini (da intendere positivamente), semplice, lineare, commovente ma senza drammi, conciso (forse troppo).
    Insomma, si legge con molto e molto piacere. Magari ci si poteva soffermare su alcune situazioni che vengono "troncate" un po' troppo frettolosamente, ma piuttosto che creare un mattone, meglio così.
    Consigliato.

    ha scritto il 

  • 0

    6 settembre:

    Mai letto niente di lui. Le prime 100 pagine svolgono bene il loro lavoro, scrittura semplice e scorrevole. mi ha presa quasi da subito con la voglia e curiosità di andare avanti.
    Mi piac ...continua

    6 settembre:

    Mai letto niente di lui. Le prime 100 pagine svolgono bene il loro lavoro, scrittura semplice e scorrevole. mi ha presa quasi da subito con la voglia e curiosità di andare avanti.
    Mi piace che ogni capitolo sia descritto da una citazione che riassume, poi, perfettamente, il senso del capitolo che leggeremo.
    Mi piace il suo saper creare una sorta suspense che ti spinge e a voler leggerne ancora...

    *finito.
    Ecco, è un "no".
    O meglio io l'ho letto molto volentieri, mi ha rapita per molte pagine, curiosa di sapere cosa succedeva... Però poi ecco... Niente, insomma idee carine, scrittura veloce, incalzante, poi le idee carine diventano banali e la fine viene tirata via, velocemente, troppo velocemente... Per una lettura al mare, in sala d'aspetto, ecco si, consigliatissimo

    ha scritto il 

Ordina per