L'uomo che guardava passare i treni

Di

Editore: Adelphi (gli Adelphi, 27)

3.9
(3268)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 211 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Francese , Tedesco , Catalano , Spagnolo , Portoghese , Greco

Isbn-10: 8845908364 | Isbn-13: 9788845908361 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Paola Zallio Messori

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace L'uomo che guardava passare i treni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Come un uomo qualsiasi, «che guardava passare i treni» e sognava la vita che vi si nascondeva, possa improvvisamente abbandonare tutto in una fuga dove si mescolano il delitto, il terrore, l’ebbrezza e la lucidità.
Ordina per
  • 4

    "Sto per arrivarci...Intanto, mi creda se le dico che per la prima volta dacché sono nato mi sono chiesto, guardandomi allo specchio:
    Quale motivo ho di continuare a vivere in questo modo?
    Sì, quale? ...continua

    "Sto per arrivarci...Intanto, mi creda se le dico che per la prima volta dacché sono nato mi sono chiesto, guardandomi allo specchio:
    Quale motivo ho di continuare a vivere in questo modo?
    Sì, quale? E magari lei si porrà la stessa domanda, magari molti dei suoi lettori se la porranno. Quale motivo? Nessuno!"

    ha scritto il 

  • 3

    Lo posso dire che non mi è piaciuto particolarmente? forse mi aspettavo qualcosa di diverso, forse non è stato il libro giusto con cui iniziare a leggere Simenon, fatto sta che durante tutta la lettur ...continua

    Lo posso dire che non mi è piaciuto particolarmente? forse mi aspettavo qualcosa di diverso, forse non è stato il libro giusto con cui iniziare a leggere Simenon, fatto sta che durante tutta la lettura ho avvertito un leggero senso di fastidio che non è mai passato.
    L'idea la trovo ottima ma non ho amato troppo il modo in cui è stata sviluppata.

    ha scritto il 

  • 3

    Un bel romanzo. Non nascondo la voglia che avevo, tornando a casa da lavoro, di correre a leggere quali fossero le prossime azioni del Signor Popinga.
    Lette d'un fiato questa sera le ultime quaranta p ...continua

    Un bel romanzo. Non nascondo la voglia che avevo, tornando a casa da lavoro, di correre a leggere quali fossero le prossime azioni del Signor Popinga.
    Lette d'un fiato questa sera le ultime quaranta pagine e devo dire che tutto sommato ci stava.
    Nulla di straordinario intendiamoci (per la mia modestissima opinione) ma un buon libro per staccare dalle "cose serie".

    ha scritto il 

  • 4

    Kees Popinga è un uomo qualunque che lavora come impiegato presso una ditta di forniture navali. Vive a Groninga con la moglie e i due figli e conduce una vita monotona e noiosa. Una sera il padrone ...continua

    Kees Popinga è un uomo qualunque che lavora come impiegato presso una ditta di forniture navali. Vive a Groninga con la moglie e i due figli e conduce una vita monotona e noiosa. Una sera il padrone Julius de Coster gli rivela che presto l'azienda sarà dichiarata fallita e che simulerà il suicidio per non rispondere delle colpe e poter fuggire all’estero. Popinga si vede rovinato, ha perso il lavoro , ma al tempo stesso prova invidia per la vita sregolata e libertina del suo capo e si rende conto della limitatezza del tipo di vita condotta da lui fino ad allora. Così coglie l’occasione e decide di scappare alla volta di Amsterdam, intenzionato a recarsi dall’amante di de Coster, l’ entreneuse Pamela. Ma quando Pamela lo rifiuta con una risata beffarda, sconvolto dalla rabbia, la strangola con un asciugamano:
    Lascia Amsterdam per andare a Parigi dove inizia un'esistenza estremamente diversa rispetto a quella sua piccolo-borghese, frequentando feste,prostitute e piccoli malviventi . Qui dà inizio a una vita errabonda, combattuto tra il desiderio di celebrità e la necessità di eludere ogni controllo. La cosa che più lo interessa è cambiare l’opinione che gli altri hanno di lui, crearsi una nuova identià, Inizia una corrispondenza coi giornalisti che scrivono di lui e dà informazioni per le indagini del commissario Lucas. Infine, derubato, di tutti i suoi averi, tenta di suicidarsi, ma viene arrestato ed internato in un ospedale psichiatrico.
    Come in altri romanzi di Simenon il protagonista appare come una persona normale fino a quando vive nell’ ambiente in cui è cresciuto , ma lontano da esso scatta qualcosa e si trasforma. Kees non accetta più la sua vita e sogna di crearsi una nuova identità libera da vincoli , convenzioni e pregiudizi. Così esce fuori il suo doppio da tempo imprigionato nel personaggio umile e controllato. .Popinga guarda passare i treni con le vite nascoste dei passeggeri e sogna di prenderne uno e fuggire.
    Ma la vita diversa e senza regole ,a lungo sognata, rivela i suoi limiti e alla fine Popinga si sentirà protetto dentro le mura della clinica, in un mondo tutto suo che gli altri non riescono a penetrare.

    ha scritto il 

  • 5

    Kees Popinga è uno di quei personaggi della letteratura che rimangono impressi nella mente del lettore per sempre. La sua parabola da uomo normale, con una bella famiglia e un buon lavoro, a assassino ...continua

    Kees Popinga è uno di quei personaggi della letteratura che rimangono impressi nella mente del lettore per sempre. La sua parabola da uomo normale, con una bella famiglia e un buon lavoro, a assassino e fuggitivo, freddo e calcolatore, è quanto di più realistico seppur paradossale si possa leggere. Simenon ci mette di fronte alle verità della vita di tutti i giorni, le smonta pezzo per pezzo, le capovolge e le rimescola, costringendo a domandarsi: anche io sono come Popinga? In cosa differisce da me? Il libro è un'avventura psicanalitica memorabile, duro, spietato, impressionante. Tutti vorrebbero vedere Popinga procedere imperterrito per la sua nuova strada, ma Simenon ci insegna che nulla dura per sempre e che il nostro destino lo possiamo indirizzare, sì, ma non prevedere. Commovente.

    ha scritto il 

Ordina per