Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'uomo che non sapeva amare

Di

Editore: Mondadori

3.7
(96)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 598 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000104135 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature

Ti piace L'uomo che non sapeva amare?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un mondo di passioni, di lotte, di ambizioni e di potere, di ricchezza e di nevrosi. Un paese innocente e spietato: l'America degli anni Trenta. Un Harold Robbins che si muove con diabolica destrezza, costruendo una vicenda appassionata con tutti gli accenti dolenti della realtà.
Ordina per
  • 3

    Certamente se lo rileggessi oggi non mi piacerebbe come mi piacque tanti anni fa.
    Sull'onda del film "polpettone"ispirato alla vita del chiaccierato miliardario Howard Hughues, ricordo un George Peppard favoloso e che fece sbavare tante ragazze dell'epoca.
    Acquistai il romanzo sull'onda dell'en ...continua

    Certamente se lo rileggessi oggi non mi piacerebbe come mi piacque tanti anni fa. Sull'onda del film "polpettone"ispirato alla vita del chiaccierato miliardario Howard Hughues, ricordo un George Peppard favoloso e che fece sbavare tante ragazze dell'epoca. Acquistai il romanzo sull'onda dell'entusiasmo e ricordo che mi coinvolse parecchio...santa ingenuità!!!!!!

    ha scritto il 

  • 2

    Ebbene sì! Ho letto anche Harold Robbins. Lo avevo rimosso, ma visitando una libreria che mi incusriosiva ho trovato questi libri. Ero iscritto al Club degli Editori (ed anche al più ristretto Circolo) e leggevo anche su consiglio del Club. I romanzi di Robbins mi sembravano soap operas in forma ...continua

    Ebbene sì! Ho letto anche Harold Robbins. Lo avevo rimosso, ma visitando una libreria che mi incusriosiva ho trovato questi libri. Ero iscritto al Club degli Editori (ed anche al più ristretto Circolo) e leggevo anche su consiglio del Club. I romanzi di Robbins mi sembravano soap operas in forma scritta. Ricavati su canovaccio eternamente simile. Ero un ragazzo, sognavo il successo e le donne... Ne ho dovuti leggere ben tre, prima di liberarmene: avevo tanto tempo libero...

    ha scritto il 

  • 5

    Jonas, un uomo cinico e tormentato, erede di un impero finanziario, cerca un amore vero. Tre saranno per lui le donne del destino: Rina, la conturbante vedova del padre, Jennie, un'attricetta dai capelli rossi destinata a un'effimera camera, e Monica, la moglie, alla quale infine tornerà. Ma il r ...continua

    Jonas, un uomo cinico e tormentato, erede di un impero finanziario, cerca un amore vero. Tre saranno per lui le donne del destino: Rina, la conturbante vedova del padre, Jennie, un'attricetta dai capelli rossi destinata a un'effimera camera, e Monica, la moglie, alla quale infine tornerà. Ma il racconto non è soltanto la storia privata di un magnate geniale e coraggioso, bensì il ritratto di una società ormai mitica, tra grandi imprese, talvolta losche, spesso effimere, e il vitalismo colorito degli Studios cinematografici, mentre all'orizzonte si profilano le nubi della fine. Il romanzo uscì negli anni Sessanta e diede vita a una versione cinematografica con John Peppard e Carrol Baker. (recensione tratta da unilibro.it )

    ha scritto il 

  • 0

    scoprii harol robbins nell'estate dei miei 16 anni..praticamente li lessi quasi tutti, uno dietro l'altro..tutto quel sesso, droga, violenza, pistole, malavita,mafiosi..sembrava di andare sulle montagne russe :))..probabilmente lo rilegessi ora mi annoierebbe.

    ha scritto il 

  • 5

    Un epico romanzo corale, un grande affresco dell'America degli anni Trenta e Quaranta, dal Vecchio West alla Mecca del cinema, sulle orme di un geniale e arrogante tycoon in fuga da sé stesso e dal proprio passato (in cui è facile vedere Howard Hughes). Peccato che abbia avuto un seguito inutile ...continua

    Un epico romanzo corale, un grande affresco dell'America degli anni Trenta e Quaranta, dal Vecchio West alla Mecca del cinema, sulle orme di un geniale e arrogante tycoon in fuga da sé stesso e dal proprio passato (in cui è facile vedere Howard Hughes). Peccato che abbia avuto un seguito inutile e volgare, "L'uomo che sapeva amare".

    ha scritto il 

  • 0

    Letto da ragazzina di nascosto a mammà ...ma quanto mi sentivo trasgressiva .
    A ripensarci era un libro inutile e mammà aveva ragione .
    Questo commento è valido per tutti i libri di Robbins

    ha scritto il 

  • 4

    Quando uscì negli anni '60 fece davvero scalpore... in effetti il libro è scritto alla maniera di "Quarto potere" dove tutti i protagonisti secondari raccontano l'ascesa verso il sogno americano di Jonas Cord pioniere del cinema (pare che il personaggio sia ispirato ad Howard Hughes... ma "The Av ...continua

    Quando uscì negli anni '60 fece davvero scalpore... in effetti il libro è scritto alla maniera di "Quarto potere" dove tutti i protagonisti secondari raccontano l'ascesa verso il sogno americano di Jonas Cord pioniere del cinema (pare che il personaggio sia ispirato ad Howard Hughes... ma "The Aviator" arriverà molti anni dopo)

    Bello anche se insolito

    ha scritto il