L'uomo di Pietroburgo

Di

Editore: Mondadori

3.7
(1615)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 329 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Ceco , Portoghese , Polacco

Isbn-10: A000040250 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace L'uomo di Pietroburgo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
-
Ordina per
  • 0

    ...a parte tutto, traduttore, sappi che Norfolk è una regione quindi tradurre vado "a Norfolk" è come dire "vado a Umbria".
    Dato che questi andavano "a" Norfolk in continuazione, la tua ignoranza rend ...continua

    ...a parte tutto, traduttore, sappi che Norfolk è una regione quindi tradurre vado "a Norfolk" è come dire "vado a Umbria".
    Dato che questi andavano "a" Norfolk in continuazione, la tua ignoranza rende la lettura del romanzo un po' zoppicante.
    Sallo.

    ha scritto il 

  • 2

    Un'occasione sprecata

    Il primo Follett che leggo è una delusione. La storia, ambientata nella Londra dell'aristocrazia e delle alte sfere della diplomazia alla vigilia della Grande Guerra, si dipana inizialmente in modo av ...continua

    Il primo Follett che leggo è una delusione. La storia, ambientata nella Londra dell'aristocrazia e delle alte sfere della diplomazia alla vigilia della Grande Guerra, si dipana inizialmente in modo avvincente, tra intrighi, retroscena e maneggi dietro le quinte della grande politica. Dopo circa duecento pagine, però, Follett sciupa tutto cambiando registro e virando decisamente verso il dramma sentimentale, elevando la contessina Charlotte a vera protagonista della storia ed elargendo a profusione agnizioni di genitori e figli, tradimenti e riaccendersi di passioni sopite: insomma, il più trito e odiosamente prevedibile armamentario delle storie d'amore. Inoltre, ho trovato insopportabile, perché stucchevole e falsa come una moneta da tre euro, l'"evoluzione" interiore della contessina Charlotte, da aristocratica figlia di una famiglia di idee conservatrici a donna emancipata, proto-femminista, suffragetta e addirittura socialista anarchicheggiante! Francamente è troppo per chiunque. Un vero peccato, perché la prima metà del libro è invece molto valida e convincente nel ricostruire l'ambientazione storica. Penso comunque che darò un'altra chance a Follett, magari verificando prima che non ci siano nella trama personaggi femminili dalle inclinazioni troppo passionali.

    ha scritto il 

  • 4

    Nel 1914 la Germania si sta preparando alla guerra e non attende altro che la scintilla che la faccia esplodere. In Inghilterra, Winston Churchill si reca da lord Walden per cercare l'aiuto del giovan ...continua

    Nel 1914 la Germania si sta preparando alla guerra e non attende altro che la scintilla che la faccia esplodere. In Inghilterra, Winston Churchill si reca da lord Walden per cercare l'aiuto del giovane principe Orlov, nipote di Walden e dello zar Nicola II, che sta giungendo nel Regno Unito per dei colloqui segreti con il governo inglese. L’Inghilterra cerca l’appoggio della Russia per la guerra ma questi vogliono qualcosa in cambio. A Londra però arriva anche il pericoloso anarchico russo Feliks Ksessinsky che deve uccidere il principe Orlov e impedire che il popolo russo venga immischiato in una guerra che non lo riguarda perdendo le energie necessarie affinchè inizi, invece, una rivoluzione interna per sovvertire lo zar e dare potere al popolo. Con il passare delle pagine, la vita dei personaggi si intreccia in maniera inesorabile e il libro diventa difficile da posare sul comodino prima di dormire. Tento di ricordare l'ultima volta che Follett mi ha deluso...

    ha scritto il 

  • 4

    L'uomo di Pietroburgo

    Uno dei primissimi libri di Follett. Lo stile è inconfondibile e l'avventura, gli intrighi e le passioni non mancano mai nell'intreccio della storia. L'azione è circoscritta in un arco di tempo piutto ...continua

    Uno dei primissimi libri di Follett. Lo stile è inconfondibile e l'avventura, gli intrighi e le passioni non mancano mai nell'intreccio della storia. L'azione è circoscritta in un arco di tempo piuttosto breve, con rapidi flashback che ci spiegano meglio la natura dei protagonisti che si scopriranno indissolubilmente legati dai giochi dl destino. Lo consiglio a chi ama l'avventura, a chi deve cominciare a leggere Follett ma ha paura dei suoi libroni.

    ha scritto il 

  • 5

    Thriller storico ben studiato, con personaggi che prendono e un'ambientazione affascinante.
    Questo libro riesce a parlare di politica, equilibri internazionali, amore ed emancipazione femminile.
    Non s ...continua

    Thriller storico ben studiato, con personaggi che prendono e un'ambientazione affascinante.
    Questo libro riesce a parlare di politica, equilibri internazionali, amore ed emancipazione femminile.
    Non si può fare a meno di tifare per tutti, in momenti differenti della storia, riuscendo a rendere perfettamente il ruolo di un contesto per creare conflitti, senza ricorrere alla cattiveria.

    ha scritto il 

Ordina per