Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'uomo ombra

Di

Editore: Mondadori (Oscar scrittori moderni)

4.0
(173)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 207 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese , Catalano , Basco , Turco , Polacco , Greco

Isbn-10: 8804604980 | Isbn-13: 9788804604983 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Sergio Altieri

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace L'uomo ombra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Ho cercato questo libro quando ho scoperto che era citato come fonte di un telefilm che sto seguendo, ehm, assiduamente (leggi: letteralmenteossessionatada).
    Il libro è degli anni trenta, quindi immaginavo che non ci fosse questa grande velocità narrativa, però c'è tutto quello che serve: il cons ...continua

    Ho cercato questo libro quando ho scoperto che era citato come fonte di un telefilm che sto seguendo, ehm, assiduamente (leggi: letteralmenteossessionatada). Il libro è degli anni trenta, quindi immaginavo che non ci fosse questa grande velocità narrativa, però c'è tutto quello che serve: il consulente esterno brillante, i conseguenti poliziotti tordi, colpi di scena, deduzioni logiche, molti drink, locali fumosi, grande vita sociale, dialoghi chic e perfino un finale inaspettato. Molto raffinato.

    "Restiamo un altro po'. Le emozioni ci hanno messo in arretrato con il bere".

    "Non mi piacciono i mascalzoni, e anche se mi fossero piaciuti non mi piacciono i mascalzoni spie e se anche mi piacessero i mascalzoni spie, non mi piaceresti tu".

    ha scritto il 

  • 2

    dal blog Giramenti

    Cominciato la sera prima di partire per Milano, durante l’andata mi sono resa conto d’aver cannato: un libro così non ti fa sopravvivere a un viaggio in treno, un libro così viene voglia di lanciarlo dal finestrino. Forse è per questo che Trenitalia ha deciso di piombare i vetri delle carrozze. ...continua

    Cominciato la sera prima di partire per Milano, durante l’andata mi sono resa conto d’aver cannato: un libro così non ti fa sopravvivere a un viaggio in treno, un libro così viene voglia di lanciarlo dal finestrino. Forse è per questo che Trenitalia ha deciso di piombare i vetri delle carrozze.

    SEGUE su http://gaialodovica.wordpress.com/2014/02/13/luomo-ombra-di-dashiell-hammett/

    ha scritto il 

  • 4

    Una novela totalmente adictiva que me encantó. Al leerla te imaginas una de esas películas en blanco y negro de misterio. Te engancha muchísimo porque la novela es muy ágil, pues casi todo son diálogos. Está muy bien elaborada, y la resolución del caso es imprevisible.

    ha scritto il 

  • 4

    "Le frottole più incredibili vengono da gente che tenta di dire la verità. Non è facile dirla quando hai perso l'abitudine."

    The Thin Man, 1933: dopo hard-boiled, pulp, noir, ecco un intrigo dalle venature comedy dove l'azione è ridotta al minimo per lasciare tutto lo spazio possibile a dialoghi brillanti, dal gran ritmo e a tratti davvero spassosi.
    E, sullo sfondo del giallo, spunta ...continua

    The Thin Man, 1933: dopo hard-boiled, pulp, noir, ecco un intrigo dalle venature comedy dove l'azione è ridotta al minimo per lasciare tutto lo spazio possibile a dialoghi brillanti, dal gran ritmo e a tratti davvero spassosi. E, sullo sfondo del giallo, spunta il racconto di vizi e costumi della New York sotto il Proibizionismo. Ennesima piccola variazione sul genere, solito grandissimo stile.

    Meravigliosa controindicazione: mette una gran sete. Non di acqua.

    ha scritto il 

  • 4

    Noir elegante ed intenso come solo Hammett sa fare, arricchito dalla vivacità di due protagonisti, Nick e Nora Charles, che si destreggiano in un'intricata vicenda con la leggerezza di una commedia sofisticata. Sullo sfondo l'America sbandata del proibizionismo e della grande depressione ormai ag ...continua

    Noir elegante ed intenso come solo Hammett sa fare, arricchito dalla vivacità di due protagonisti, Nick e Nora Charles, che si destreggiano in un'intricata vicenda con la leggerezza di una commedia sofisticata. Sullo sfondo l'America sbandata del proibizionismo e della grande depressione ormai agli sgoccioli.

    ha scritto il 

  • 4

    Me ha gustado la novela sobre todo por su agilidad, ya que se desarrolla a partir de los diálogos entre los personajes. Las escenas entre Nick y Nora, que me han parecido pocas, me han sonsacado risillas.
    Ha sido entretenida, sin embargo no he sido capaz de mantener la atención a partir de medio ...continua

    Me ha gustado la novela sobre todo por su agilidad, ya que se desarrolla a partir de los diálogos entre los personajes. Las escenas entre Nick y Nora, que me han parecido pocas, me han sonsacado risillas. Ha sido entretenida, sin embargo no he sido capaz de mantener la atención a partir de medio libro... Se me escapaban los detalles.

    ha scritto il 

  • 0

    Libro comprato su bancarella, edizione fuori commercio. Si può tranquillamente non leggerlo. La storia è banale, Nick e Nora (perchè di loro si tratta), continuano a dirsi smancerie e a versarsi un drink. Inutile.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Ci sono 'sti due, marito e moglie, giovani e ottimamente assortiti, in trasferta di fine anno dalla California nella Grande Mela, durante la Grande Depressione. E siccome lui anni prima faceva il private eye, un sacco di gente losca cerca di coinvolgerlo in una storia tesa che ruota attorno a un ...continua

    Ci sono 'sti due, marito e moglie, giovani e ottimamente assortiti, in trasferta di fine anno dalla California nella Grande Mela, durante la Grande Depressione. E siccome lui anni prima faceva il private eye, un sacco di gente losca cerca di coinvolgerlo in una storia tesa che ruota attorno a un bizzarro personaggio che - capiremo infine perché - non appare mai in scena ma sembra manovrare tutto da dietro le quinte.

    Curiosity killed the cat. Ma non riusciranno a rovinargli la vacanza e il buonumore.

    Cioè, sì, lui - Nick - risolverà il caso facendo il lavoro al posto della polizia, ma non senza trovare il tempo per andare ai parties, farsi preparare un cocktail, bere, giocare d'azzardo, fumare, ribere, andare a trovare un amico gangster ora proprietario di un locale (peccato, il suo champagne fa schifo, ma non glielo diciamo in faccia), farsi preparare un altro cocktail - scusate, l'ho già detto? - e intrattenere con la sua deliziosa consorte, Nora, dialoghi perfetti, da far impazzire d'invidia Noel Coward. Per non fare parola delle descrizioni, quasi migliori - ho detto quasi - di quelle di Chandler.

    Ecco, per i miei gusti c'è forse quel filo di troppo di sophisticated comedy, trattandosi alla fin fine di noir. E fra tutte quelle telefonate, quei bigliettini, quei telegrammi, i personaggi antagonisti rimangono un po' troppo sfumati, non abbastanza malvagi, solo cinici e bari (manca ad esempio una vera e propria dark lady, scissa in effetti tra l'avida ma non pericolosissima Mimi, la sciroccata Dorothy e l'affascinante Nora).

    Ma come sophisticated comedy fila via che è un piacere. Il prossimo sarà il Falcone maltese, eh sì. E scusate se è poco.

    ha scritto il 

  • 5

    Nick e Nora e i loro drink.

    Adoro i personaggi di Dashiell Hammett, dopo Sam Spade, Nick e Nora sono i miei preferiti!! da piccolo non mi perdevo un episodio delle loro avventure e leggere l'uomo ombra è stato un vero e proprio tuffo nel passato.

    ha scritto il