L'uomo vestito di marrone

Di

Editore: Mondadori

3.7
(728)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 196 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Spagnolo , Tedesco , Francese , Olandese , Ceco

Isbn-10: 880451003X | Isbn-13: 9788804510031 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace L'uomo vestito di marrone?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
L'avventura per amore dell'avventura. Questo è il motto che potrebbe contraddistinguere l'eroina del romanzo, la giovane e bella Ann Beddingfeld, che la mancanza di mezzi economici non distoglie dal fermo proposito di lanciarsi nel vortice della vita, alla ricerca di misteri da risolvere. E la vita non si mostrerà avara: partendo da un banale incidente di metropolitana ( con morto, ovviamente)la nostra Ann si ritroverà presto a bordo di una nave diretta nel Sud Africa, intenta ad indagare sull'identità di un misterioso uomo vestito di marrone, presunto omicida, e su un non meno misterioso furto di diamanti. Il che non le impedirà di fare amicizie altolocate, collezionare animaletti di legno scolpito, ricevere una proposta di matrimonio e, perché no?, trovare...l'amore
Ordina per
  • 4

    Primo dei quattro romanzi della serie del colonnello Race, questo "L'uomo vestito di marrone" è una spy-story intricata ma godibilissima, che si svolge tra l'Inghilterra e l'Africa del sud (il Sudafri ...continua

    Primo dei quattro romanzi della serie del colonnello Race, questo "L'uomo vestito di marrone" è una spy-story intricata ma godibilissima, che si svolge tra l'Inghilterra e l'Africa del sud (il Sudafrica e l'allora Rhodesia, che agli inizi del secolo scorso erano ancora sotto il dominio inglese). Tutto ruota attorno a dei diamanti, ovviamente, ma c'entrano anche la politica e le rivolte a Johannesburg del marzo 1922.
    C'è inoltre una storia d'amore, narrata peraltro con toni piuttosto accesi: a un certo punto lui dice a lei che non gli importa come si veste, perché più che altro i vestiti glieli strapperebbe di dosso, e io confesso che ho fatto un leggero salto sulla poltrona.
    Forse qualche cosa di troppo, troppi passaggi e qualche tessera del puzzle che alla fine va incastrata a forza; per questo do 4 stelline, ma comunque mi è piaciuto molto.
    Avvertenza: può far venire il mal d'Africa.

    ha scritto il 

  • 3

    Buona...

    Sono stata io che non sono riuscita a dare a zia Agatha 2 stellette. L'ho trovato purtroppo noiosetto si è salvato solo negli ultimi capitoli dove abbiamo un pò di azione. Decisamente ci sono stati al ...continua

    Sono stata io che non sono riuscita a dare a zia Agatha 2 stellette. L'ho trovato purtroppo noiosetto si è salvato solo negli ultimi capitoli dove abbiamo un pò di azione. Decisamente ci sono stati altri capolavori , lo sconsiglio a chi si avvicina alla Christie per la prima volta.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Inanzitutto bisogna procurarsi assolutamente la traduzione integrale di Rosalba Buccianti (del Giallo mondadori n.639 del 1991 non so se è uscita anche per altre edizioni ma non credo) alla larga da q ...continua

    Inanzitutto bisogna procurarsi assolutamente la traduzione integrale di Rosalba Buccianti (del Giallo mondadori n.639 del 1991 non so se è uscita anche per altre edizioni ma non credo) alla larga da quella tagliatissima di Stefano Benvenuti (tralatro mancano anche le lettere finali). Cosa dire? Solo io dico che Agatha non è stata onesta con il lettore? anche se ha usato un espediente che ci può stare e che lo stesso "Colonnello" ammette. La cosa che non mi è piaciuta sono certe esagerazioni (tipo lei che si risveglia addirittura dopo un mese assurdo) , la storia dei diamanti non proprio spiegata benissimo nella faccenda della sostituzione e la simpatia della protagonista per il colpevole finale davvero assurda (anche alcune sue deduzioni non mi hanno dato un po fastidio diciamo .... La vicenda è gradevole ma a tratti farraginosa i personaggi non sono tutti ben delineati come nello stile della Christie, alcune volte ci sono parti decisamente noiose e superflue. I colpi di scena non sono "fatti" benissimo, bello cmq il finale ed il Sudafrica

    ha scritto il 

  • 2

    Non all'altezza

    Devo dire che Agatha ci ha abituati a ben altro. Sebbene abbia letto sia libri brillanti che libri un po' meno ispitari della regina del giallo, "L'uomo vestito di Marrone" si colloca sicuramente sul ...continua

    Devo dire che Agatha ci ha abituati a ben altro. Sebbene abbia letto sia libri brillanti che libri un po' meno ispitari della regina del giallo, "L'uomo vestito di Marrone" si colloca sicuramente sul lato negativo del continuum.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    還算有趣的一個故事,恩,至少比四大天王好看,壞人算是滿有性格的。
    雷斯上校首次登場!(因為之前就看過底牌所以知道他一定是個正派人物,沒被克嬸給騙到)
    我最搞不懂的一個地方是,為何光靠那些未經鑑定的鑽石就能洗刷哈瑞的嫌疑?又如何就能定「上校」的罪?
    克嬸還是很擅長埋伏比,原先我很不解為何一干相關人士全部都集中到奇夣登堡號,看到後面得到合理的解答。

    ha scritto il 

  • 0

    Ho bisogno di aiutooo!!!

    Ciao a tutti, sono alla ricerca di questo libro (nell'edizione che si vede nell'immagine, Edizione RCS Quotidiani-Corriere della Sera). Ho perso questo libro che avrei dovuto restituire ad un'amica, h ...continua

    Ciao a tutti, sono alla ricerca di questo libro (nell'edizione che si vede nell'immagine, Edizione RCS Quotidiani-Corriere della Sera). Ho perso questo libro che avrei dovuto restituire ad un'amica, ha molto valore affettivo. Potreste aiutarmi a trovarne una copia. Molte Grazie! (abito a Milano, Italy)

    ha scritto il 

  • 3

    Tra tutte le decine di gialli della 'regina del crimine' che ho letto nella mia vita, questo è l'unico che mi sento di inserire in questa libreria. Chi lo ha letto, capirà perché: la trama è diversa d ...continua

    Tra tutte le decine di gialli della 'regina del crimine' che ho letto nella mia vita, questo è l'unico che mi sento di inserire in questa libreria. Chi lo ha letto, capirà perché: la trama è diversa dalle solite, sa di avventura e 'romance'.

    ha scritto il 

  • 2

    Un po' deludente... Secondo di Agatha che leggo e questi libri non mi vanno giù, sentono molto il peso del tempo. In questo sembra che la protagonista sia pazza e parta in giro per il mondo senza sol ...continua

    Un po' deludente... Secondo di Agatha che leggo e questi libri non mi vanno giù, sentono molto il peso del tempo. In questo sembra che la protagonista sia pazza e parta in giro per il mondo senza soldi e senza motivo... Tutto per costruirci sopra la solita trama con 18000 personaggi.

    ha scritto il 

  • 4

    Una lettura piacevolissima, pur senza protagonisti "famosi"

    Questo è un romanzo in cui la Christie non ha inserito nessuno dei due personaggi che l'hanno resa famosa nel mondo (Hercule Poirot e Miss Marple) ma devo dire che il piacere della lettura è stato com ...continua

    Questo è un romanzo in cui la Christie non ha inserito nessuno dei due personaggi che l'hanno resa famosa nel mondo (Hercule Poirot e Miss Marple) ma devo dire che il piacere della lettura è stato comunque grande.

    "L'uomo vestito di marrone" mi è piaciuto perché ho ritrovato in esso le doti di fine psicologa e di grande creatrice di trame ad incastro perfetto tipiche di questa scrittrice. Ma mi è piaciuto anche perché ho riscontrato un che di diverso dal solito, una nota di leggerezza in più, se così posso esprimermi, rispetto a quando sono in scena i su citati famosissimi personaggi.

    Ciò sarà forse dovuto alla protagonista del libro, Anne Beddingfield, che è una simpatica e intelligente ragazza, figlia di un antropologo. Dopo la morte del padre si trova, inizialmente suo malgrado e poi per scelta, coinvolta in un caso di omicidio che non sembra trovare soluzione. In lei si fa largo lo spirito d'avventura, la voglia di investigare e di provare nuove emozioni.

    Imbarcatasi su una nave diretta in Sud Africa, vivrà effettivamente un'avventura, tra pericoli e scoperte interessanti. E sarà lei stessa a narrarla in prima persona, cosa che rende molto coinvolgente e genuino il racconto.

    La Christie però mostra anche un altro punta di vista al lettore, inserendo qua e là degli stralci di un diario tenuto da un altro personaggio, il ricco Sir Eustace Pedler, membro del Parlamento inglese, che viaggia sulla stessa nave e che è coinvolto nelle indagini essendo il proprietario della villa in cui è avvenuto il delitto.

    Sullo sfondo di intrighi e misteri c'è anche lo spazio per i sentimenti, con un amore apparentemente impossibile date le circostanze in cui nasce e si sviluppa.

    E naturalmente il finale è di quelli che ti lascia stupito ma anche ammirato per la maestria dell'autrice, che sa creare il colpo di scena senza cadere nell' inverosimile.

    Insomma: una lettura davvero piacevole, anche per chi magari non predilige particolarmente il genere poliziesco perché, lo ripeto, questo romanzo è molto scorrevole e reca l'impronta della sua protagonista, giovane e intuitiva, con un pizzico di incoscienza e di romanticismo.

    ha scritto il