Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L.A. Killer

Di

Editore: Piemme

3.8
(409)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 448 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838478139 | Isbn-13: 9788838478130 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Stefano Bortolussi

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace L.A. Killer?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sulle colline di una feroce Los Angeles una giovane donna, figlia di un potente uomo d'affari, viene uccisa con un colpo di pistola alla testa. Era la ragazza di Joe Pike, investigatore privato che, con il suo socio detective Elvis Cole, viene chiamato dal padre ad affiancare i detective della polizia, suoi colleghi di un tempo. Intanto un serial killer continua a colpire, e a seminare indizi fuorvianti.
Ordina per
  • 0

    A Los Angeles è una mattina resa calda da un sole brillante e dal vento proveniente dal deserto, quando Karen Garcia esce di casa per andare a correre. E non farvi più ritorno. Il suo corpo viene ritrovato il giorno dopo sul fondo di una stretta gola, un colpo di pistola alla testa. Per la polizi ...continua

    A Los Angeles è una mattina resa calda da un sole brillante e dal vento proveniente dal deserto, quando Karen Garcia esce di casa per andare a correre. E non farvi più ritorno. Il suo corpo viene ritrovato il giorno dopo sul fondo di una stretta gola, un colpo di pistola alla testa. Per la polizia è l'ennesimo caso di omicidio in una città che ha fatto della violenza il suo pane quotidiano, ma il padre della ragazza, un potente uomo d'affari, non può darsi pace ed è disposto a tutto purché l'assassino di sua figlia venga stanato. Si rivolge quindi all'unica persona che crede possa davvero aiutarlo, il detective privato Joe Pike: anche in lui la vicenda apre una ferita profonda, perché un tempo è stato legato alla vittima da un sentimento ben più forte dell'amicizia. Uomo solitario e di poche parole, Pike sa che questa volta più che mai avrà bisogno dell'aiuto del suo inseparabile socio, Elvis Cole. Sarà lui a condurre le indagini, in un complicato gioco di collaborazione e ostilità con la polizia. Ma una lugubre sinfonia di indizi fuorvianti, vicoli ciechi e spregevoli inganni metterà a dura prova l'amicizia tra i due detective, trascinandoli in un gorgo di follia e orrore da cui sarà difficile riemergere.

    ha scritto il 

  • 5

    La svolta nella serie

    I primi capitoli della serie Cole/Pike non hanno quasi niente a che fare con questo capolavoro, introducono superficialmente i personaggi, che solo da questo capitolo diventano tridimensionali e cominciano a vivere di vita propria. Bellissimo.

    ha scritto il 

  • 3

    Tre stelle e mezza. Un'altra indagine del detective privato Elvis Cole, che vedrà coinvolto anche il suo socio Joe Pike. I polizieschi di Crais sono una garanzia, non avranno trame elaboratissime ma sono solidi e scorrevoli, e fanno sempre il loro dovere.

    ha scritto il 

  • 4

    ecco sì!

    Un bel poliziesco, molto avvincente e non stereotipato.
    Forse (citando l'autore stesso) si nuota nel testosterone puro, ma tant'è... la lettura scivola, le ore passano veloci in gradevole compagnia e io sono contenta di aver conosciuto la penna di Robert Crais. Le ferie in città cominciano a dare ...continua

    Un bel poliziesco, molto avvincente e non stereotipato. Forse (citando l'autore stesso) si nuota nel testosterone puro, ma tant'è... la lettura scivola, le ore passano veloci in gradevole compagnia e io sono contenta di aver conosciuto la penna di Robert Crais. Le ferie in città cominciano a dare i loro frutti...

    ha scritto il 

  • 5

    Quando ho chiuso l'ultima pagina, mi sono accorta di essere rimasta senza parole. Avrei voluto essere là, con Elvis, a contemplare quello scrigno di speranze che è Los Angeles.
    Un thriller fantastico, forse il più bello che abbia mai letto fino ad ora di questo autore del quale mi sono letteralm ...continua

    Quando ho chiuso l'ultima pagina, mi sono accorta di essere rimasta senza parole. Avrei voluto essere là, con Elvis, a contemplare quello scrigno di speranze che è Los Angeles. Un thriller fantastico, forse il più bello che abbia mai letto fino ad ora di questo autore del quale mi sono letteralmente innamorata. Ha tutto: scrittura scorrevole, piacevole e coinvolgente, azione nei punti e nella quantità giusta, vita quotidiana trattata con realismo e semplicità, una trama interessante e mai scontata. Anche i personaggi, sia principali che secondari, sono tutti caratterizzati in maniera attenta e curata e, nonostante abbia decisamente una buona dose di controcoglioni, alla fin fine si rivelano esseri umani come chiunque altro, capaci di provare amore, paura e rabbia. Inoltre è impossibile non innamorarsi di quello sbruffone di Elvis e del suo taciturno ( ma lealissimo ) amico che è Joe Pike. Unica nota dolente, sono rimasta un pò delusa dal comportamento di Lucy. Mi aspettavo di più da lei per la donna che è, ma suppongo che anche questo faccia parte del gioco. Cinque stelline piene ampiamente meritate.

    ha scritto il 

  • 4

    Cole e Pike, il giorno e la notte, eppure ottimi amici che assieme hanno fondato un agenzia investigativa. Tutto procede a meraviglia finchè Pike non viene incolpato dell' omicidio della sua ex fidanzata e con l aiuto di Cole dovrà trovare da solo l'assassino altrimenti verrà condannato in quanto ...continua

    Cole e Pike, il giorno e la notte, eppure ottimi amici che assieme hanno fondato un agenzia investigativa. Tutto procede a meraviglia finchè Pike non viene incolpato dell' omicidio della sua ex fidanzata e con l aiuto di Cole dovrà trovare da solo l'assassino altrimenti verrà condannato in quanto tutte le prove sono contro di lui. Ritmo incalzante e stile facile da leggere, con la storia raccontata in prima persona da Cola accompagnato dalla sua onnipresente ironia.

    ha scritto il 

  • 2

    e 1/2.

    Andrò controcorrente ma non mi è piaciuto granché: ho trovato la trama fiacca, i personaggi stereotipati e poco... di tutto, poca suspence, poca sorpresa, poca emozione. In compenso c'erano parecchi refusi e un uso talvolta scorretto ed incoerente della punteggiatura.
    N.B Io conservo ancora la ...continua

    Andrò controcorrente ma non mi è piaciuto granché: ho trovato la trama fiacca, i personaggi stereotipati e poco... di tutto, poca suspence, poca sorpresa, poca emozione. In compenso c'erano parecchi refusi e un uso talvolta scorretto ed incoerente della punteggiatura. N.B Io conservo ancora la "votazione vecchia" di aNobii come metro di giudizio, secondo cui 1 stella è brutto, 2 così così, 3 bellino, 4 molto bello, riservando 5 stelle solo ai libri imperdibili.

    ha scritto il 

Ordina per