Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

LAS PERFECCIONES PROVISIONALES

By

Publisher: LA ESFERA DE LOS LIBROS

3.8
(4632)

Language:Español | Number of Pages: 296 | Format: Others | In other languages: (other languages) Italian , English , Dutch

Isbn-10: 8497341465 | Isbn-13: 9788497341462 | Publish date: 

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like LAS PERFECCIONES PROVISIONALES ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
En Bari, la vida del abogado Guido Guerreri transcurre en un perfecto equilibrio entre su trabajo de abogado y los éxitos que éste le reporta –acaba de mudarse a un moderno despacho donde cuenta con dos eficientes colaboradores– y su solitaria vida privada siempre con tendencia a sumergirle en la melancolía. Una melancolía que combate con su música, sus largos paseos nocturnos y su saco de boxeo al que trata como un auténtico amigo.
Sin embargo, como todos los equilibrios perfectos, el de Guido Guerreri está condenado a ser provisional y cuando recibe la petición de un colega de investigar la desaparición de la joven Manuela, a quien nadie ha visto desde hace ya varios meses, su rutina se verá alterada y se verá obligado a mirar a los ojos a una juventud que, por más que le pese, ya nada tiene que ver con la suya.
Fenómeno de ventas en Italia y adorado por la crítica, Gianrico Carofiglio posee la maestría de los grandes narradores y, al mismo tiempo, la contención de sus historias y la sutil ironía de sus personajes convierte sus novelas en un delicioso entretenimiento.

«Con sus agudas descripciones de un mundo desesperanzado y la profunda humanidad de su personaje principal, Las perfecciones provisionales ayuda al lector a comprender nuestra agotadora sociedad, sin llegar a juzgarla».Corriere della Sera
«Un incombustible héroe de nuestros días».Grazia
«Una novela con un ritmo excelente y con unos personajes cautivadores, bien construidos y con una sólida profundidad psicológica».Corriere adriatico
«Las perfecciones provisionales es una novela negra filosófica, escrita con un estilo fluido y claro (…) Es al mismo tiempo una reflexión crítica y un análisis antropológico, sin dejar de ser un análisis filosófico sobre la existencia humana (…) El ritmo dinámico y el lenguaje irónico le otorga a la novela una frescura narrativa que atrapa y cautiva». L'Unità
Sorting by
  • 4

    Sempre in gamba l'avvocato Guerrieri

    Ecco un altro libro molto bello avente come protagonista l'avvocato Guido Guerrieri, stavolta fuori dai tribunali e con un compito alquanto inconsueto: scoprire qualcosa su una ragazza misteriosamente scomparsa.
    La trama è semplice ma ben articolata e la narrazione piacevole; come sempre, a ...continue

    Ecco un altro libro molto bello avente come protagonista l'avvocato Guido Guerrieri, stavolta fuori dai tribunali e con un compito alquanto inconsueto: scoprire qualcosa su una ragazza misteriosamente scomparsa.
    La trama è semplice ma ben articolata e la narrazione piacevole; come sempre, ai fatti riguardanti il "caso" in oggetto si mescolano le vicende professionali e sentimentali del protagonista.
    E poi, come sempre, fa da sfondo all'azione la città di Bari con una presenza tale che fa venire voglia di visitarla a chi, come me, non c'è mai stato.
    Dulcis in fundo, è geniale la trovata con cui Guerrieri risolve il caso, ispirata (come scrive lo stesso autore) al re del giallo, Sir Arthur Conan Doyle.

    said on 

  • 0

    Il genere non perde mai fascino e presa presso i lettori. Intendo il poliziesco, perdonatemi la semplificazione, quello in cui l’eroe solitario risolve il caso. L’uomo, in questo casi un avvocato penalista, deve essere senz’altro solo. Da Sherlock Holems ad August Dupin, la famiglia e la vita nor ...continue

    Il genere non perde mai fascino e presa presso i lettori. Intendo il poliziesco, perdonatemi la semplificazione, quello in cui l’eroe solitario risolve il caso. L’uomo, in questo casi un avvocato penalista, deve essere senz’altro solo. Da Sherlock Holems ad August Dupin, la famiglia e la vita normale ed ordinaria è bandita per queste figure letterarie. E così dev’essere, perché le idee migliori vengono di sera, davanti ad un bicchiere di vino in perfetta solitudine o sfogando la propri energia prendendo a pugni (e conversando con) il “sacco”. Che sia la voce narrante di Philipe Marlowe nella California degli anni 30, o l’avvocato Jake Brigance nell’America degli anni 80 di John Grisham (ma la lista è infinita); o per l’appunto la voce di un penalista barese, che ascolta i Velvet Underground e Bruce Springsteen, legge Alan Bennet, compra libri alla Feltrinelli, vota a sinistra e qua e là mollta giù qualche suo pensiero notturno.. Insomma, ha tutto per piacere. O per essere sottilmente antipatico.

    said on 

  • 4

    Provvisoriamente perfetto

    L'avvocato Guerrieri che si improvvisa investigatore è una bella variante sul tema. Un po' telefonato il finale ma la storia fila bene.

    said on 

  • 4

    31-2014

    Decisamente apprezzo come scrive Carofiglio. Pulito, razionale, descrittivo ma senza inutili fronzoli. In breve come avrei voluto scrivere io se mai avessi tentato la carriera di scrittore. Le perfezioni provvisorie narra un'altra vicenda dell'avvocato Guerrieri, a metà tra cronaca giudiziaria e ...continue

    Decisamente apprezzo come scrive Carofiglio. Pulito, razionale, descrittivo ma senza inutili fronzoli. In breve come avrei voluto scrivere io se mai avessi tentato la carriera di scrittore. Le perfezioni provvisorie narra un'altra vicenda dell'avvocato Guerrieri, a metà tra cronaca giudiziaria e thriller, con splendidi scorci di Bari e riflessioni post-quarant'anni. Consigliato.

    said on 

  • 0

    La "vena umana"

    C'è chi dice che ogni romanzo, dal Thriller politico all'horror-splatter, oltre alla vera propria "trama di genere", debba avere una vena umana che ti faccia venir voglia di leggere la storia.


    Non ho mai letto nulla di Carofiglio (credo solo racconti in qualche antologia) e non so se sappi ...continue

    C'è chi dice che ogni romanzo, dal Thriller politico all'horror-splatter, oltre alla vera propria "trama di genere", debba avere una vena umana che ti faccia venir voglia di leggere la storia.

    Non ho mai letto nulla di Carofiglio (credo solo racconti in qualche antologia) e non so se sappia creare o meno una trama "gialla". Di sicuro qui la trama gialla non è degna di elogi, e mi è parso che la cosa Carofiglio lo sapesse bene e l'abbia relegata in secondo piano.

    Però, pur essendo un giallo da Topolino, la vena umana è perfetta e realistica, il protagonista è delineato perfettamente.

    Non mi sento di consigliarlo, ma nemmeno di dire che fa schifo solo perchè non ti frega assolutamente nulla di cosa sia successo alla vittima, e quando lo scopri dici "ah, va bèh". Alla fine ti frega di sapere cosa passa per la testa di Guerrieri, e tanto mi è bastato.

    said on 

  • 3

    Buon libro italiano

    Sicuramente migliore del romanzo breve precedentemente letto, questo libro l'ho trovato scorrevole e divertente.
    L'avv. Guerrieri con le sue continue citazioni sia cinematografiche che letterarie riesce a interessare il lettore e a volte il protagonista del libro di Carofiglio fa anche dive ...continue

    Sicuramente migliore del romanzo breve precedentemente letto, questo libro l'ho trovato scorrevole e divertente.
    L'avv. Guerrieri con le sue continue citazioni sia cinematografiche che letterarie riesce a interessare il lettore e a volte il protagonista del libro di Carofiglio fa anche divertire con battute sagaci.
    Quindi il libro è piacevole basta non considerarlo un libro giallo nel senso compiuto del termine, qui capire il colpevole risultava facilissimo e il dubbio giunge fin troppo presto.
    Occorre considerare il mistero come un contorno e la vita e le congetture di Guerrieri il vero motore conduttore del romanzo per poterne godere a pieno.
    Si legge, ma non è un dovere!

    said on 

  • 1

    carino, lettura piacevole, scrittura leggera e divertita. Scorre via facile facile come un bicchier d'acqua. Del rubinetto, 'che quella di fonte è altra cosa

    said on 

  • 5

    Li ho voluti leggere in sequenza, uno dietro l'altro. L'avvocato Guerrieri è diventato il mio compagno di vacanza, ed è stato sorprendente. A pagina 15 del primo romanzo sono stata sul punto di chiudere tutto per una frase costruita male che mi sembrava insopportabile, ed è oltremodo inconsueto c ...continue

    Li ho voluti leggere in sequenza, uno dietro l'altro. L'avvocato Guerrieri è diventato il mio compagno di vacanza, ed è stato sorprendente. A pagina 15 del primo romanzo sono stata sul punto di chiudere tutto per una frase costruita male che mi sembrava insopportabile, ed è oltremodo inconsueto che io non l'abbia fatto. A pagina 51 mi ha conquistata con un aggettivo perfetto. A pagina 185 del secondo romanzo mi sono innamorata del personaggio, e non c'è più stato nulla da fare. Sarà senz'altro per tutti i dettagli che abbiamo in comune, il Guerrieri ed io - il giro di boa dei quarant'anni, pochissimi amici, e "quella stronza idea di smettere di fumare". Quella sottile solitudine sentimentale che lo avvolge tra una storia e l'altra, ma anche la naturalezza con cui si lascia coinvolgere. I pensieri del risveglio, l'insonnia, il senso dell'umorismo, l'essere un uomo di sinistra. Il suo senso etico. La sua passione onnivora estesa alla musica, al cinema, alle persone, alla buona cucina. Tutto concorre a renderlo un uomo amabile. Desiderabile. E certo, i suoi casi sono costruiti bene, intorno a circostanze e personaggi estremamente verosimili, grazie al fatto che Carofiglio sia magistrato. Ma costruiti anche in maniera affascinante, da scrittore scafato, non banale - la suspence amalgamata al suo modo di cucinarsi una cena, di approcciare o meglio lasciarsi approcciare dalle donne, di affrontare le crisi di panico, di ricordare l'infanzia. Di stemperare la solitudine comprando libri e dischi e cenando in un locale che pagherei non so che cosa per averlo qui. Questo mi ha sorpresa, perchè di Carofiglio conoscevo la professione ma ignoravo la sua voracità di lettore appassionato e onnivoro. Che è sicuramente responsabile del suo stile. E insomma, ragazzi. Difficile, tenere a mente che il Guerrieri nella realtà non esista. Che peccato. Speriamo almeno che Carofiglio abbia in mente ancora infinite storie da scrivere intorno a lui.

    said on 

  • 3

    Apprezzo sempre i libri regalati. Però se una che non legge abitualmente gialli come me intuisce il possibile responsabile a metà libro, forse la trama ha qualcosa che non va. In generale non mi è dispiaciuto, anche se il testo ogni tanto si adagia su frasi quantomeno ingenue, se non addirittura ...continue

    Apprezzo sempre i libri regalati. Però se una che non legge abitualmente gialli come me intuisce il possibile responsabile a metà libro, forse la trama ha qualcosa che non va. In generale non mi è dispiaciuto, anche se il testo ogni tanto si adagia su frasi quantomeno ingenue, se non addirittura banali. Diciamo che va bene per una lettura non impegnativa sotto l'ombrellone.

    said on 

Sorting by
Sorting by