LA GRANJA DE CUERPOS

By

Publisher: ZETA BOLSILLO

3.7
(2384)

Language: Español | Number of Pages: 480 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , French , Italian , German , Greek , Dutch , Slovenian , Norwegian , Portuguese , Czech

Isbn-10: 8498720729 | Isbn-13: 9788498720723 | Publish date: 

Also available as: Others , Hardcover

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like LA GRANJA DE CUERPOS ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Los habitantes de Black Mountain apenas conocen el miedo. No hay nada que temer hasta que, un día, aparece el cadáver de una muchacha y se instala en los habitantes del pueblo un dolor más parecido a la incredulidad que al terror. La doctora Scarpetta, forense famosa por haber resuelto casos similares, acude a Black Mountain y  estudia los primeros indicios, aprentemente claros. Sin embargo, poco a poco el caso adquiere dimensiones que acabarán implicándola personalmente y llevándola al  único lugar donde encontrar información precisa: la granja de cuerpos.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Molto bella questa quinta avventura della dottoressa Scarpetta.

    In realtà più che la storia in sè, che è stata comunque interessante, mi sono piaciute molto le vicende personali dei protagonisti princ ...continue

    Molto bella questa quinta avventura della dottoressa Scarpetta.

    In realtà più che la storia in sè, che è stata comunque interessante, mi sono piaciute molto le vicende personali dei protagonisti principali. In primis ho esultatoper Kay e Benton, era nell'aria da un po' questa faccenda e finalmente qui abbiamo avuto l'inizio.
    Altre faccende personali interessanti sono quella di Lucy con il suo coinvolgimento nel caso con l'incidente che le è capitato ma anche un grosso problema nel lavoro fortunatamente risolto
    e quella di Marino con il divorzio che ancora gli pesa e con la sua gelosia nei confronti di Kay, però la scena finale penso e spero che abbia accantonato il secondo problema.

    La sorella di Kay, Dorothy, è veramente odiosa, se potessi le darei volentieri un sacco di botte, magari si riprenderebbe un po' e potrebbe diventare una persona normale...mmmhmmm...forse.

    said on 

  • 3

    Un altro avvincente caso per Kay Scarpetta

    I gialli della saga dedicati al medico legale Kay Scarpetta mi piacciono perché, come in questo caso, oltre alla classica trama thriller (stavolta particolarmente intrigante!), sono le vicende e le re ...continue

    I gialli della saga dedicati al medico legale Kay Scarpetta mi piacciono perché, come in questo caso, oltre alla classica trama thriller (stavolta particolarmente intrigante!), sono le vicende e le relazioni personali della donna a farla da padrone. I rapporti con la nipote Lucy, con Marino, con la sorella Dorothy e con gli uomini rendono i romanzi della Cornwell diversi dagli altri classici del giallo moderni.

    said on 

  • 0

    null

    È il primo libro della Cornwell che ho letto e nel giro di un mese ne ho letti altri 3 sempre suoi. Si nota una consapevolezza di ciò che viene scritto in ambito scientifico. Finale che ti tiene incol ...continue

    È il primo libro della Cornwell che ho letto e nel giro di un mese ne ho letti altri 3 sempre suoi. Si nota una consapevolezza di ciò che viene scritto in ambito scientifico. Finale che ti tiene incollata al libro. Contiene una storia lesbica.

    said on 

  • 3

    La fabbrica dei corpi è uno dei primi libri della Cornwell e si nota come non sia ancora matura come scrittrice.
    Emily di undici anni è stata rapita, mutilata e uccisa e il suo corpo è stato abbandona ...continue

    La fabbrica dei corpi è uno dei primi libri della Cornwell e si nota come non sia ancora matura come scrittrice.
    Emily di undici anni è stata rapita, mutilata e uccisa e il suo corpo è stato abbandonato in riva a un lago del North Carolina. Il modus operandi lascia intuire la presenza di Temple Gault, il serial killer già sgusciato fra le dita di Kay Scarpetta nel corso di precedenti indagini. Kay si reca sul luogo del ritrovamento con Benton Wesley e Marino ma trova una situazione compromessa: l'agente della polizia locale assegnato al caso si è suicidato e una serie di domande che non trovano una risposta semplice. Contemporaneamente, sua nipote Lucy si trova nei guai con la legge e Kay sarà costretta a rivolgersi a conoscenze "molto in alto" per tentare di scagionarla. Schiacciata da più parti dagli eventi, riesce alla fine a risolvere il caso. E la soluzione sarà sconcertante. Buona l'idea, un po' confusionario lo sviluppo. Mi è piaciuta la scelta dell'assassino anche se la suspense non dura troppo e il finale è frettoloso. Una lettura estiva.

    said on 

  • 4

    Incalzante, ti invoglia a leggerlo e a finirlo, ricco di colpi di scena.
    Il titolo per me era poco inerente, visto che la fabbrica dei corpi occupa solo un ruolo marginale nella trama.

    said on 

  • 3

    Uno dei migliori, un bel libro forse poco thriller in senso stretto e più "romanzo" con una vivida caratterizzazione dei personaggi

    said on 

  • 2

    Secondo libro della Cornwell che leggo. Anche questo, come il primo, non mi ha preso per niente, anzi, l'ho finito a fatica. L'ho trovato una sorta di calderone con troppa carne al fuoco, le parti ded ...continue

    Secondo libro della Cornwell che leggo. Anche questo, come il primo, non mi ha preso per niente, anzi, l'ho finito a fatica. L'ho trovato una sorta di calderone con troppa carne al fuoco, le parti dedicate alla nipote della famosissima Kay Scarpetta sono di una noia abissale. Credo proprio che tra me e la Cornwell ci sia una sorta di incompatibilità.

    said on 

  • 5

    Secondo libro della scrittrice Patricia Cronwell che leggo, ho trovato la trama molto avvincente, un sapiente mix tra argomenti medico-legali, informatici (nella parte iniziale forse anche troppa! Ma ...continue

    Secondo libro della scrittrice Patricia Cronwell che leggo, ho trovato la trama molto avvincente, un sapiente mix tra argomenti medico-legali, informatici (nella parte iniziale forse anche troppa! Ma è funzionale) e gialli, un mix che ti conduce alla risoluzione finale del caso (un finale completamente inaspettato) passando attraverso deduzioni apparentemente corrette, false piste, ricostruzioni dei fatti. Si rimane col fiato sospeso fino alla fine anche se a volte ci si perde nei dialoghi, in alcuni casi un po' troppo specifici.

    said on 

Sorting by