Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'Agnese va a morire

By Renata Viganò

(461)

| Paperback | 9788806174842

Like L'Agnese va a morire ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

125 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    LA LORO GUERRA

    Vivo e avventuroso se pensiamo alle donne di questa generazione, pronte a tutto per la libertà, Agnese sarà un nome di fantasia ma la sua storia è anche la storia di moltissime donne e uomini che hanno fatto la resistenza, che hanno dato la vita per ...(continue)

    Vivo e avventuroso se pensiamo alle donne di questa generazione, pronte a tutto per la libertà, Agnese sarà un nome di fantasia ma la sua storia è anche la storia di moltissime donne e uomini che hanno fatto la resistenza, che hanno dato la vita per la propria e l'altrui libertà e per le generazioni a venire. Purtroppo spesso dimentichiamo e diamo per scontato che tutto ci sia dovuto senza soffermarci al sacrificio fatto da questi eroi senza medaglie. Libro veramente consigliato.

    Is this helpful?

    Rodarilo said on Jun 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dirò la verità, mi è difficile trovare le parole per recensire questo libro. Probabilmente sarà un commento breve, dunque.
    "L'Agnese va a morire" è un libro di quelli che rimangono, nel tempo e nel cuore. Rimane il personaggio di Agnese, donna ormai ...(continue)

    Dirò la verità, mi è difficile trovare le parole per recensire questo libro. Probabilmente sarà un commento breve, dunque.
    "L'Agnese va a morire" è un libro di quelli che rimangono, nel tempo e nel cuore. Rimane il personaggio di Agnese, donna ormai prossima alla vecchiaia, segnata da una vita di lavoro e di fatiche, dall'occhio burbero e dal cuore generoso. Perde il marito - e la gatta - a causa dei tedeschi e diventa la "mamma" di un gruppo di partigiani.
    Dapprima semplice staffetta, diventa infine un punto di riferimento sempre più importante. Il suo animo generoso, onesto e coraggioso di contadina e lavoratrice, la spinge a dare tutto quello che può ai ragazzi che aiuta. E la sua abnegazione è totale, un sacrificio che non conosce la fatica di chilometri percorsi al freddo ogni giorno, né il dolore personale. Il suo dolore è soltanto la paura che possa accadere qualcosa agli altri. E infine Agnese arriva a capire in che modo si possa morire nel nome di un'idea, qualcosa che aveva sempre creduto "cosa da uomini". Agnese è un personaggio commovente, vividissimo, una donna di quelle che non esistono quasi più ma che ogni odierno trentenne o quasi ha avuto per nonna. Alla sua si intrecciano le vicende di tutta una brigata di partigiani e di un'umanità rurale che cerca come può di sopravvivere, stretta fra le maglie dei tedeschi in ritirata e degli alleati che, lentamente, avanzano.
    Mi ha ricordato a tratti Fenoglio, stessa felice mano intensa e antiretorica, stessa prosa vibrante anche se la Viganò è meno spregiudicata col linguaggio. Diversi però i protagonisti e, soprattutto, il paesaggio: non ci sono le colline delle Langhe, ma le paludi del delta del Po. C'è, però, lo stesso devastante incomparabile inverno. Entrambi, inoltre, non risparmiano frecciate di amara ironia verso i "piani alti" degli eserciti, nazisti come alleati.
    I partigiani si sacrificano per gente imbecille, dice Agnese, e la guerra è un gioco mosso a spese dei piccoli. A spese di chi sotto i proiettili ci muore.
    Un romanzo certamente fra i più potenti che abbia mai letto. L'intento della Viganò di restituire l'asprezza della vita partigiana - nonché la profonda dignità umana di Agnese - e la vita in generale dell'Italia di quegli anni, è perfettamente riuscito.

    Is this helpful?

    Vitani Days said on Jun 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Impossibile non lasciarsi coinvolgere dalla storia di Agnese,una grossa lavandaia di paese,tranquilla ed insignificante,finchè non le ammazzano il marito durante i rastrellamenti tedeschi.Da quel momento in poi la sua vita ha un solo scopo: aiutare i ...(continue)

    Impossibile non lasciarsi coinvolgere dalla storia di Agnese,una grossa lavandaia di paese,tranquilla ed insignificante,finchè non le ammazzano il marito durante i rastrellamenti tedeschi.Da quel momento in poi la sua vita ha un solo scopo: aiutare i partigiani. E così Agnese cucina per soldati affamati,dorme per terra, pedala per ore interminabili,cerca di dimenticare cosa sia la paura. Davvero un romanzo intenso su cosa sia stata davvero la Resistenza.

    Is this helpful?

    Chiaretta77 said on Feb 15, 2014 | 1 feedback

  • 4 people find this helpful

    L'Agnese va a morire

    Uno dei più bei libri che io abbia mai letto, il primo che mi ha fatto veramente battere il cuore. Un romanzo, forse di natura autobiografica, scritto per non dimenticare che cosa è stata la Resistenza; un documento di una straordinaria umanità dove ...(continue)

    Uno dei più bei libri che io abbia mai letto, il primo che mi ha fatto veramente battere il cuore. Un romanzo, forse di natura autobiografica, scritto per non dimenticare che cosa è stata la Resistenza; un documento di una straordinaria umanità dove la donna, non meno dell’uomo combattente, impressiona per la sua moralità e la sua generosa audacia. La battaglia di Agnese è silenziosa, ed è inserita in uno scenario del nord Italia che è come lei, gelido e nebbioso, dai contorni indefiniti, sorprendente quando la nebbia dirada, paludoso e minato. Tutti i personaggi "minori" ruotano attorno alla figura di Agnese e sembrano quasi avere un ruolo freudiano nella vicenda, in cui spesso la protagonista sogna, mitigando i limiti di quella terribile realtà di guerra. I tedeschi sono spietati e la gente comune vive con l'illusione che l'arrivo degli alleati metterà fine ai loro dolori. Ma la guerra è terribile da qualunque parte la si guardi..
    "L'Agnese va a morire" è una storia da leggere perché la nebbia dell’oblio non avvolga anche la nostra mente.

    Is this helpful?

    Silvja said on Jan 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I ribelli muoiono per gli imbecilli

    Agnese, simbolo di risveglio e di riscatto del popolo italiano, finalmente alza la testa contro l'Italia che fu fascista e asservita al nazismo.

    Is this helpful?

    byAx said on Dec 15, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (461)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 246 Pages
  • ISBN-10: 8806174843
  • ISBN-13: 9788806174842
  • Publisher: Einaudi (ET scrittori, 190)
  • Publish date: 2005-01-01
  • Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , Unbound , Others
Improve_data of this book