L'Anticristo

Maledizione del cristianesimo

Voto medio di 1491
| 91 contributi totali di cui 72 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Le opere che, in sequenza incalzante, Nietzsche riuscì a scrivere in pochi mesi del 1888, prima di sprofondare nella follia, si presentano innanzitutto come una sorta di fulminea chiusura dei conti: con Wagner e la musica ("II caso Wagner"), con la ...Continua
Ha scritto il 20/07/17
Resto sempre stupefatto di come Dr. Nietzsche riesca a essere così psicologicamente profondo e dire così tante cose sagge e insieme ad affermare così tante emerite cazzate (ad esempio il razzismo o l’elogio del sistema castale; e poi chi decide ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 12/03/16
Ci si indigna spesso per come Nietzsche è stato strumentalizzato dai nazisti, meno per quanto oggigiorno (a giudicare dal tenore delle recensioni anobiiane) viene strumentalizzato da anticlericali razionalisti dell'ultim'ora.
  • 2 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 15/10/15
Nietzsche
L'ultima, ironica, pagina è la più devastante.Per comprenderlo, tuttavia, bisogna esser davvero iperborei, non tutti lo sono.Chi creda che quella di Nietzsche sia rabbia oppure odio nei confronti della Chiesa non ha capito nulla; egli è suddito ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/09/15
Odioso.
Qualsiasi opinione ha il diritto di essere espressa, e indubbiamente anche Nietzsche ha potuto dire la propria in merito al Cristianesimo; ma per me qualsiasi opinione perde il diritto ad essere ascoltata dal momento in cui viene espressa senza ...Continua
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 21/07/15
L'istintiva esclusione di ogni avversione, di ogni ostilità, di ogni limite e distanza nel sentimento: corollario di un'estrema capacità di soffrire e irritabilità, che sente ogni resistenza, ogni necessità di resistenza già come pena ...Continua
  • 5 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Jul 30, 2010, 12:54
Solo il dopodomani mi appartiene. C’è chi nasce postumo.
Ha scritto il Jul 30, 2010, 12:54
Ciò che un teologo percepisce come vero è sicuramente falso: questo è quasi un criterio di verità.
Ha scritto il Jul 30, 2010, 12:53
L’amore è la condizione in cui l’uomo il più delle volte vede le cose come non sono.
Ha scritto il Jul 30, 2010, 12:53
i concetti di “aldilà”, “giudizio finale”, “immortalità dell’anima”, di “anima” stessa, sono strumenti di tortura, sistemi di crudeltà di cui si servirono i sacerdoti per diventare e rimanere padroni... Lo sanno tutti: eppure tutto rimane immutato.
Ha scritto il Jul 30, 2010, 12:53
La parola “Cristianesimo” è già un equivoco; in realtà c’è stato un solo cristiano ed è morto sulla croce. Il Vangelo è morto sulla croce.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi