Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'Impero dei Lupi

By Jean-Christophe Grangé

(127)

| Hardcover | 9788811665595

Like L'Impero dei Lupi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Anna Heymes, moglie di un alto funzionario parigino, dopo un intervento dichirurgia estetica soffre di crisi di amnesia e di terribili allucinazioni.Alla ricerca della sua identità e del suo vero volto, incontra Paul, ilgiovane commissario che sta in Continue

Anna Heymes, moglie di un alto funzionario parigino, dopo un intervento dichirurgia estetica soffre di crisi di amnesia e di terribili allucinazioni.Alla ricerca della sua identità e del suo vero volto, incontra Paul, ilgiovane commissario che sta indagando sull'atroce omicidio di tre ragazzeturche impiegate in un laboratorio clandestino. Paul ha chiesto l'aiuto diJean-Louis Schiffer, un poliziotto in pensione dal passato turbolento. Iniziacosì una vera e propria discesa agli inferi: un viaggio nei labirinti dellamente dei protagonisti, ma anche in un mondo popolato da feroci assassini etrafficanti di immigrati sans papier, oltre che da bande terroriste che vannodai guerriglieri no-global ai Lupi grigi turchi.

79 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Buon libro per l'estate, da leggere in spiaggia. Molti temi, trama non scontata, ma Grangè non è per tutti, troppo crudo. Il poliziotto cattivo e quello buono, dei mercenari turchi, alla ricerca entrambi di una ragazza che però ha perso la memoria pe ...(continue)

    Buon libro per l'estate, da leggere in spiaggia. Molti temi, trama non scontata, ma Grangè non è per tutti, troppo crudo. Il poliziotto cattivo e quello buono, dei mercenari turchi, alla ricerca entrambi di una ragazza che però ha perso la memoria per un esperimento di alcuni funzionari francesi.

    Is this helpful?

    Mighelon said on Aug 4, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Truculento ma riuscito.

    Ottimo lavoro di Grangè, superiore a "Il volo delle cicogne" e molto superiore al (forse troppo noto) "Fiumi di porpora".
    Ricorda parecchio, nel tema delle "identità multiple nascoste", ciò che poi più tardi Grangè svilupperà (ottimamente) in "Amnesi ...(continue)

    Ottimo lavoro di Grangè, superiore a "Il volo delle cicogne" e molto superiore al (forse troppo noto) "Fiumi di porpora".
    Ricorda parecchio, nel tema delle "identità multiple nascoste", ciò che poi più tardi Grangè svilupperà (ottimamente) in "Amnesia".

    Personaggi azzeccati, sia nella loro generosità che nella carogneria e spietatezza (spesso coesistenti nella stessa persona).
    Romanzo assolutamente "cinematografico". Non ho visto il film da cui è tratto e non so se è riuscito, ma che fosse Jean Reno a fare Schiffer non avevo dubbi neppure prima di saperlo!
    Forse anche troppo truculento (e certamente per nulla consolatorio!), il romanzo scorre via rapidamente tenendo avvinti fino alla fine.
    Finale che, tutto sommato, nella sua sostanziale asciuttezza ma pure in una benvenuta "chiusura del cerchio", è uno dei migliori di Grangè.

    Is this helpful?

    Voltaire said on Jul 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    letto anni fa, si fa leggere.... ma non rimane molto alla fine.

    Is this helpful?

    Macri61 said on Jul 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dopo aver letto "Amnesia", mi sono voluta immergere in uno dei libri più conosciuti di questo autore rimanendone però, mio malgrado, delusa.
    La storia parte in maniera molto interessante, ma lo sviluppo della vicenda ha suscitato in me, capitolo dopo ...(continue)

    Dopo aver letto "Amnesia", mi sono voluta immergere in uno dei libri più conosciuti di questo autore rimanendone però, mio malgrado, delusa.
    La storia parte in maniera molto interessante, ma lo sviluppo della vicenda ha suscitato in me, capitolo dopo capitolo, una progressiva perdita di interesse. Si può dire che la tanto da me apprezzata immaginazione di Grangè e la sua capacità di far ricombaciare alla fine tutti i tasselli del puzzle questa volta mi si siano ritorti contro portandomi,una volta chiuso il libro a provare la spiacevole sensazione del cosiddetto "amaro in bocca". Mi dispiace doverlo ammettere ma questo libro non mi è piaciuto.

    Is this helpful?

    Favolainvisibile said on Dec 29, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book