Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'Ombre chinoise

By Georges Simenon

(14)

| Others | 9782253142515

Like L'Ombre chinoise ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

26 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Maigret e l’ombra cinese (1932) sa di decadenza dalla prima all’ultima pagina, in un mondo fatto di borghesi scoppiati, ballerine di prima fila, tossicodipendenti (etere!) ed il complesso passato della vittima e del suo testamento...

    (continua qua: ...(continue)

    Maigret e l’ombra cinese (1932) sa di decadenza dalla prima all’ultima pagina, in un mondo fatto di borghesi scoppiati, ballerine di prima fila, tossicodipendenti (etere!) ed il complesso passato della vittima e del suo testamento...

    (continua qua: http://cheremone.wordpress.com/2014/06/27/si-sentiva-a-… )

    Is this helpful?

    cheremone said on Jun 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    tre stelle e mezza

    Decisamente preferisco il Simenon dei romanzi ma questo mio primo Maigret merita per la bella galleria di personaggi che accompagna il commissario e per l'ambientazione. Ne proverò altri e accetto suggerimenti in merito.

    Is this helpful?

    Patrizia del Salotto said on Dec 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un'indagine interessante

    Il commissario Maigret si trova davanti ad un delitto: un uomo d'affari, ricco imprenditore, viene trovato assassinato nei suoi uffici. Indagando il commissario trova il testamento del defunto che divide il suo consistente patrimonio diviso tra tre d ...(continue)

    Il commissario Maigret si trova davanti ad un delitto: un uomo d'affari, ricco imprenditore, viene trovato assassinato nei suoi uffici. Indagando il commissario trova il testamento del defunto che divide il suo consistente patrimonio diviso tra tre donne: la sua prima moglie, la seconda mogle e l'attuale compagna. Suo figlio è estromesso dall'eredità, un ragazzo che è dedito alle droghe e nella vita non fa altro che vivere per drogarsi e chiedere soldi al padre.
    Uno di loro è l'assassino, ma chi di loro? Forse il compagno della prima moglie che tenterà di fuggire all'estero? Forse una delle donne che non era a conoscenza del testamento?
    Maigret in breve troverà il movente e scoprirà il colpevole, ma non sarà così facile trovare le prove per accusare l'assassino e farlo finalmente venire allo scoperto e confessare.
    Questo è il dodicesimo romanzo che ha come protagonista il commissario Maigret.

    Is this helpful?

    Pink Vanilla said on Sep 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ombre cinesi dietro la finestra

    Inchiesta molto carina; ovviamente vi son personaggi squallidi, ambienti insignificanti, opprimenti, volgari; la vita di alcuni è evidentemente segnata da un destino di miseria o, peggio, tragedia contro il quale è inutile lottare, ma il Commissario ...(continue)

    Inchiesta molto carina; ovviamente vi son personaggi squallidi, ambienti insignificanti, opprimenti, volgari; la vita di alcuni è evidentemente segnata da un destino di miseria o, peggio, tragedia contro il quale è inutile lottare, ma il Commissario è di buon umore. La vittima gli è simpatica e tutto ciò regala un'atmosfera insolitamente leggera per Simenon.
    L'inchiesta procede un poco tortuosa, in un intrico famigliare e di passioni che l'autore si diverte a raffigurare in singolari coincidenze topografiche, per le quali, le abitazioni degli uni, o le stanze d'albergo, sono contigue a quelle di personaggi, a prima vista, estranei, ma che, poi, svelano il loro rapporto di parentela con gli altri protagonisti e con la vicenda. Il ricco Couchet è trovato assassinato, la cassaforte, alle sue spalle, vuota; nessuno ha visto nulla. Ma è davvero così in un condominio di 28 famiglie popolato da vecchie sudicie ed impiccione, da un diplomatico che si aggira nel cortile, in attesa che la moglie partorisca, di ombre cinese dietro le finestre che affacciano sul luogo del delitto. E, poi, c'è il testamento: "una cosa indegna", dichiara lo zio della vedova.

    Is this helpful?

    Trinki said on Sep 6, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "E Maigret, chiusa la porta, andò subito alla finestra che spalancò, nonostante il freddo. Si sentiva stanco, come dopo un difficile interrogatorio di qualche criminale. C'era in lui soprattutto, quel vago malessere che si prova quando si è obbligati ...(continue)

    "E Maigret, chiusa la porta, andò subito alla finestra che spalancò, nonostante il freddo. Si sentiva stanco, come dopo un difficile interrogatorio di qualche criminale. C'era in lui soprattutto, quel vago malessere che si prova quando si è obbligati a notare certi aspetti della vita che di solito si preferisce ignorare.
    Niente di drammatico. Niente di ripugnante. Quella donna non aveva detto niente di straordinario. Non gli aveva nemmeno dischiuso qualche nuovo orizzonte. Eppure, da quel colloquio si sprigionava una sensazione di nausea."

    Is this helpful?

    Stefanino said on Jul 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Stampato nel 1932, L'ombra cinese si rivela molto più piacevole del primo romanzo avente come protagonista Maigret, ovvero La prima inchiesta di Maigret.
    Questa volta il commissario deve occuparsi dell'assassinio di un uomo ucciso in un laboratorio c ...(continue)

    Stampato nel 1932, L'ombra cinese si rivela molto più piacevole del primo romanzo avente come protagonista Maigret, ovvero La prima inchiesta di Maigret.
    Questa volta il commissario deve occuparsi dell'assassinio di un uomo ucciso in un laboratorio che comunica con un palazzo.
    L'elemento più degno di nota è proprio il microcosmo costituito dalla palazzina, con una interessante galleria di personaggi: un ex-ambasciatore e la moglie; una vecchia pazza che urla non appena la sorella la lascia sola per origliare alle porte dei vicini; la signora Martin, prima moglie dell'assassinato, piena d'odio e di rancore sia verso il primo marito che verso il secondo, un rassegnato, trasandato e a tratti commovente signor Martin.

    http://iltesorodicarta.blogspot.it/

    Is this helpful?

    Carmen said on Feb 22, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book