Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L Homme Aux Cercles Bleus

By

Editeur: J'ai lu

3.7
(3858)

Language:Français | Number of pages: 219 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Chi traditional , Italian , Norwegian , German , Spanish , English , Slovenian , Portuguese , Catalan

Isbn-10: 2290318329 | Isbn-13: 9782290318324 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous L Homme Aux Cercles Bleus ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 2

    Prima indagine del commissario Adamsberg questa dei cerchi azzurri. Se devo essere sincero non mi ha appassionato come la prima indagine dei tre apostoli, sempre della Vargas, però ammetto che qualcos ...continuer

    Prima indagine del commissario Adamsberg questa dei cerchi azzurri. Se devo essere sincero non mi ha appassionato come la prima indagine dei tre apostoli, sempre della Vargas, però ammetto che qualcosa di buono c'è in queste pagine. L'ambientazione per dirne una, vera e descrittiva al limite dell'ossessione. Anche lo spessore dei personaggi, da lui, dal commissario Adamsberg all'ispettore, ai sospettati, ai cadaveri. Ed è una cosa fondamentale, per uno che legge per piacere e per imparare a scrivere. La storia, nata come pura casualità, notizia di terza o quarta pagina meritevole solo di qualche trafiletto, parte del ritrovamento di alcuni cerchi disegnati sul marciapiede con un gessetto azzurro. All'interno del cerchio un oggetto, ogni volta diverso e mai legato al precedente. Fino al primo cadavere. Ne seguiranno altri due e l'indagine andrà a rilento fino alla conclusione abbastanza prevedibile e intuitiva. Ripeto, è un giallo un po' strano che merita però di essere letto e approfondito.

    dit le 

  • 2

    Esercizio linguistico

    Mah. La persona che me lo ha prestato me lo ha spacciato per un capolavoro del genere noir, da cui le aspettative deluse. Se il colpevole è prevedibile la trama non è migliore. Decisamente, per quanto ...continuer

    Mah. La persona che me lo ha prestato me lo ha spacciato per un capolavoro del genere noir, da cui le aspettative deluse. Se il colpevole è prevedibile la trama non è migliore. Decisamente, per quanto mi riguarda, solo un esercizio linguistico per il mio francese.

    dit le 

  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    4

    Non male!

    Il primo libro sui casi del commissario Adamsberg non mi è affatto dispiaciuto. Ok, come "gialli" può esserci sicuramente di meglio, ma non l'ho trovato per niente noioso; sono rimasta piacevolmente c ...continuer

    Il primo libro sui casi del commissario Adamsberg non mi è affatto dispiaciuto. Ok, come "gialli" può esserci sicuramente di meglio, ma non l'ho trovato per niente noioso; sono rimasta piacevolmente colpita dalla caratterizzazione dei personaggi (Adamsberg e Danglard in particolare).
    Sicuramente acquisterò anche il 2° volume!
    SPOILER: Unico dubbio che mi è rimasto: ma quindi qual è il significato di "Victor, malasorte, il domani è alle porte"?!

    dit le 

  • 2

    ALL'INIZIO HO PENSATO CHE QUESTO LIBRO, VISTO IL NUMERO DI PAGINE, FOSSE FACILE DA LEGGERE. INVECE HA RICHIESTO BUONA PARTE DELLA MIA CONCENTRAZIONE, UN PO' PER I NUMEROSI DETTAGLI NELLA DESCRIZIONE D ...continuer

    ALL'INIZIO HO PENSATO CHE QUESTO LIBRO, VISTO IL NUMERO DI PAGINE, FOSSE FACILE DA LEGGERE. INVECE HA RICHIESTO BUONA PARTE DELLA MIA CONCENTRAZIONE, UN PO' PER I NUMEROSI DETTAGLI NELLA DESCRIZIONE DEI PERSONAGGI, UN PO' PER IL CONTINUO INTRECCIO DELL'INDAGINE CON LE DESCRIZIONI. IN ALCUNE PARTI L'HO TROVATO UN RALLENTATO DAL CONTINUO USO DEI DETTAGLI, A VOLTE SUPERFLUI, IN ALTRE MI E' SEMBRATO UN PO' SBRIGATIVO, TANTO CHE MI E' SEMBRATO CHE LE DESCRIZIONI PORTASSERO VIA SPAZIO ALLE INDAGINI. TRA LE DESCRIZIONI CHE HO APPREZZATO DI PIU' CI SONO QUELLA DEL COMMISSARIO E DEL SUO BRACCIO DESTRO. DELL'INDAGINE HO APPREZZATO L'INTRECCIO CONTINUO DELLE VICENDE DEI VARI SOSPETTI CON UN BEL COLPO DI SCENA, CON LA SCOPERTA DELL'ASSASSINO E DEL MOVENTE. PRESE SEPARATAMENTE I DUE FILONI SAREBBERO STATI INTERESSANTI MA MESSI INSIEME MANCA UN EQUILIBRIO E SI RISCHIA LA TOTALE CONFUSIONE.

    dit le 

  • 4

    Lo spalatore non delude

    Secondo libro che leggo della Vargas incentrato sul personaggio di Adamsberg; il giudizio non può che essere ottimo. L'accoppiata Adamsberg/Danglard è davvero fenomenale; l'intuito di uno si mischia a ...continuer

    Secondo libro che leggo della Vargas incentrato sul personaggio di Adamsberg; il giudizio non può che essere ottimo. L'accoppiata Adamsberg/Danglard è davvero fenomenale; l'intuito di uno si mischia alla razionalità dell'altro, dando vita a momenti davvero divertenti. Clamoroso il colpo di scena finale. Non dico che è impossibile arrivarci, ma sicuramente è molto difficile individuare l'autore dei delitti. La Vargas mischia un pò le carte ma il tutto non manca di logicità.

    dit le 

  • 2

    Adamsberg, un commissario atipico

    Troppo atipico. Troppo originale a tutti i costi, tanto da essere inconsistente e fasullo.
    E il caso?
    Assurdo!
    Per il momento rimaniamo fedeli alla Christie, grazie.

    dit le 

  • 3

    Spalatori di nuvole

    L'indagine è assurda, perfino per essere uscita dalla penna della Vargas.
    Ma lo Spalatore di nuvole e Danglard sono ritratti con maestria e valgono decisamente la lettura.

    dit le 

  • 2

    tanta attesa e tanta curiosità per fred vargas, in buona parte delusa. il problema sta anche nell'attitudine della letteratura francese di avere personaggi un pò odioso, un pò come la regina mathilde ...continuer

    tanta attesa e tanta curiosità per fred vargas, in buona parte delusa. il problema sta anche nell'attitudine della letteratura francese di avere personaggi un pò odioso, un pò come la regina mathilde che definire irritante è poco. se a questo aggiungiamo che la trama noir era più che prevedibile, otteniamo un libro mediocre.

    dit le 

Sorting by