Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L' albero delle storie

Il ritorno in Afghanistan terra di leggenda e patria straziata

By Shah Saira

(58)

| Others | 9788845201462

Like L' albero delle storie ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Quando sono tornata in Afghanistan per la prima volta, ho trovato un paese inguerra. Quello che veramente cercavo era da dove venivo, dove finivano i mieimiti e cominciava la realtà." Saira Shah decide, a ventidue anni, di partirepe Continue

"Quando sono tornata in Afghanistan per la prima volta, ho trovato un paese inguerra. Quello che veramente cercavo era da dove venivo, dove finivano i mieimiti e cominciava la realtà." Saira Shah decide, a ventidue anni, di partireper il paese d'origine alla ricerca dei luoghi mitici che hanno popolato ilsuo immaginario infantile attraverso i racconti del padre: terra di eroi econquistatori, principi e contadini. La patria dimenticata della sua famiglia,l'Afghanistan. Ma Saira non si trova davanti il paradiso perduto del qualeaveva sognato l'esule, ma un paese sconvolto dalla guerra contro l'UnioneSovietica e dalle lotte intestine tra mujaheddin e talebani.

5 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ennesimo libro sulla condizione delle donne afgane...letto uno, letti tutti. Essere donna in Afghanistan non è difficile è un incubo e altro non si può dire!
    Però questo libro è ambientato alla fine degli anni'80 quando i Russi erano gli invasori e ...(continue)

    Ennesimo libro sulla condizione delle donne afgane...letto uno, letti tutti. Essere donna in Afghanistan non è difficile è un incubo e altro non si può dire!
    Però questo libro è ambientato alla fine degli anni'80 quando i Russi erano gli invasori e gli americani finanziavano quelli che sarebbero diventati i talebani.
    E le donne come stavano: sempre da schifo, grazie!
    Il libro non mi ha entusiasmato è un po' troppo confuso tra vita personale dell'autrice, avventure sul campo e storia e cultura del paese.

    Is this helpful?

    Carolindia (Una promessa della recensione libraria stroncata da Anobii!) said on Aug 20, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "le storie non possono sostituire l'esperienza..."

    3 stelle e mezza.
    La cosa più interessante che Saira racconta è il conflitto e la presa di coscenza tra l'afganistan immaginato dai racconti del padre e del nonno e quella in cui si ritrova negli anni di viaggi come giornalista e reporter, il confli ...(continue)

    3 stelle e mezza.
    La cosa più interessante che Saira racconta è il conflitto e la presa di coscenza tra l'afganistan immaginato dai racconti del padre e del nonno e quella in cui si ritrova negli anni di viaggi come giornalista e reporter, il conflitto tra i valori di tolleranza, miglioramento di se e comprensione per il prossimo appresi dalla propria educazione islamica e l'interpretazione estremista ed integralista della legge islamica con la quale si dovrà scontrare. Per niente noioso, riesce bene a intrecciare la complessità dei propri sentimenti e le sue riflessioni con la descrizione dei suoi viaggi nel paese d'origine.

    Is this helpful?

    Blackalie said on Nov 20, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non imperdibile, ma sicuramente interessante: si iscrive bene nella collezione di storie per conoscere il mondo. In questo caso un Afghanistan montano e semiselvaggio con affondi nel lessico famigliare. Forse ognuno che scrive ha nel suo bagaglio qua ...(continue)

    Non imperdibile, ma sicuramente interessante: si iscrive bene nella collezione di storie per conoscere il mondo. In questo caso un Afghanistan montano e semiselvaggio con affondi nel lessico famigliare. Forse ognuno che scrive ha nel suo bagaglio qualcuno che raccontava e, raccontando, inoculava il gusto delle storie.

    Is this helpful?

    patri said on Apr 25, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le descrizioni della antica casa avita, con le piante da frutto e le fontane con le piastrelle blu, mi hanno fatto immaginare l'afghanistan (pre-bombe americane, pre-talebani, pre-urss, pre-tutto) come una specie di paradiso terrestre.
    Ben scri ...(continue)

    Le descrizioni della antica casa avita, con le piante da frutto e le fontane con le piastrelle blu, mi hanno fatto immaginare l'afghanistan (pre-bombe americane, pre-talebani, pre-urss, pre-tutto) come una specie di paradiso terrestre.
    Ben scritto, ben documentato ma mai noioso.

    Is this helpful?

    Malacorda said on Jun 18, 2009 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Una giornalista di origine afgana decide di tornare nella sua patria d'origine. Il reportage che scaturisce è denso di emozioni e di informazioni interessanti senza bisogno di ricorrere a luoghi comuni, che in tanti altri libri sui paesi arabi, è fa ...(continue)

    Una giornalista di origine afgana decide di tornare nella sua patria d'origine. Il reportage che scaturisce è denso di emozioni e di informazioni interessanti senza bisogno di ricorrere a luoghi comuni, che in tanti altri libri sui paesi arabi, è facile trovare.

    Is this helpful?

    Grimilde said on Jun 20, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (58)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Others 311 Pages
  • ISBN-10: 8845201465
  • ISBN-13: 9788845201462
  • Publisher: Bompiani
  • Publish date: 2004-01-01
Improve_data of this book