La Bambina Dei Sogni

Di

Editore: Lulu.com

3.6
(88)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 270 | Formato: Paperback

Isbn-10: 1471623076 | Isbn-13: 9781471623073 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Bambini , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La Bambina Dei Sogni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La tranquilla vita di un padre di famiglia è turbata dall’incontro in metropolitana con Elena, una piccola orfana di quattro anni, che si lega a lui al punto di convincerlo di prenderla in affido.Le notti di Paolo e della sua famiglia saranno turbate da sogni sempre più strani, che si muteranno progressivamente in veri incubi. Il sospetto che la bambina abbia il potere paranormale di manipolare i sogni altrui assale Paolo. Alcuni incidenti mortali lo portano a temere la bambina e ad allontanarla.Nel farlo, Paolo parte alla ricerca del padre di Elena, scontrandosi con un misterioso individuo dal comportamento inquietante.
Ordina per
  • 5

    Sogmi, fantasia e immaginazione in un libro da non perdere

    Premetto che di solito leggo altro, ma il titolo e la trama mi hanno incuriosito. Ho trovato lo stile di Carlo Menzinger fluido e scorrevole e la scrittura curatissima, come di chi sa il fatto suo e h ...continua

    Premetto che di solito leggo altro, ma il titolo e la trama mi hanno incuriosito. Ho trovato lo stile di Carlo Menzinger fluido e scorrevole e la scrittura curatissima, come di chi sa il fatto suo e ha una padronanza della propria lingua tale da poter scrivere qualsiasi cosa. La storia è un misto di sogno-realtà e di immaginazione-verità. Definirei il libro una mescolanza tra fantasy, horror e giallo. La trama narra di una bambina come tante, orfana di madre e con un padre inizialmente senza volto, che viene ospitata da una famiglia che inizia a sognare incubi e situazioni che hanno a che vedere con la vita di ognuno di loro. Sia Paolo che la moglie, ma anche la loro figlioletta Laura, sono scossi e traumatizzati dai sogni che fanno e sono convinti che dietro a tutto ci sia la bambina che si sono portati in casa, Elena. L'adozione sembra una cosa difficile ma anche pilotata, come se non potessero fare a meno di lei. Ma davvero c'è solo Elena dietro a tutto? E qui l'autore ha creato un mondo a parte, fatto di incubi, di mescolanze, di "vite" e ricordi nella mente di Paolo, che svelerà per noi lettori l'arcano. Lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 0

    L'idea di fondo, quella di una bambina che può "visitare" i sogni degli altri, sarebbe anche originale. Ma si guasta in una scrittura piatta, che si perde in divagazioni wanna be ironic che però infas ...continua

    L'idea di fondo, quella di una bambina che può "visitare" i sogni degli altri, sarebbe anche originale. Ma si guasta in una scrittura piatta, che si perde in divagazioni wanna be ironic che però infastidiscono e basta; in una bidimensionalità eccessiva dei personaggi, primo tra tutti il protagonista. Il finale, poi: non ho capito se è monco o se doveva creare un senso di straniamento e rimettere in discussione tutti gli accadimenti precedentemente narrati: in ogni caso, un'ulteriore prova di una scrittura inefficace. 2 stelline.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Quali e quante potenzialità, a noi sconosciute, racchiude in sé la mente?
    Quali poteri straordinari possono emergere dal subconscio, quando la dimensione del sogno ci libera dalle costrizioni della ra ...continua

    Quali e quante potenzialità, a noi sconosciute, racchiude in sé la mente?
    Quali poteri straordinari possono emergere dal subconscio, quando la dimensione del sogno ci libera dalle costrizioni della razionalità che governa lo stato di veglia?
    Questi e molti altri interrogativi sorgeranno spontanei, credo, in chi vorrà avventurarsi nella lettura di questo piacevole romanzo.
    La curiosità sarà stuzzicata subito, fin dalle prime pagine, e ben presto il lettore, condotto dall’abile mano di Carlo Menzinger, si ritroverà a camminare al fianco di Paolo Demetri. Un uomo qualunque, con un lavoro tranquillo, una famiglia come tante e una vita normale, fatta qualche volta di routine, desideri repressi e fantasie ad occhi aperti. Un uomo che si troverà ad affrontare, all’improvviso e suo malgrado, un’inattesa quanto indesiderata sperimentazione dell’immaginifico (più che immaginario) mondo dei sogni.
    Un’esperienza davvero fuori dal comune, infatti, attende Paolo proprio dietro l’angolo.
    Questa esperienza si chiama Elena, e ha le sembianze di una bambina di quattro anni, un’orfanella che un giorno, apparentemente per caso, travolge la vita di Paolo come un vero e proprio ciclone, ribaltando le sue consuetudini e costringendolo a rimettere in discussione tutto, anche il suo convinto scetticismo nei confronti del soprannaturale. Sarà una prova dura, per lui, a volte anche spaventosa, che gli farà scoprire nuove sensazioni, riporterà a galla ansie, paure e fobie prima sopite, e arriverà a minare persino le sue certezze più elementari.
    Per certi versi, forse, grazie ai suoi nuovi sogni, il protagonista imparerà a conoscersi meglio; per certi altri, però, rischierà addirittura di perdere il contatto con se stesso.
    La narrazione è scorrevole e pulita, la trama si svolge con una metodicità ben strutturata.
    Finale aperto, poi... come per molti thriller psicologici.
    Bravo, Carlo!

    ha scritto il 

  • 4

    Eccezionale iniziativa!

    Come molti altri ho ricevuto questo libro in regalo dallo stesso autore. Premettendo che il suo genere non è esattamente il mio favorito, ho trovato il libro veramente scorrevole, avvincente e ben scr ...continua

    Come molti altri ho ricevuto questo libro in regalo dallo stesso autore. Premettendo che il suo genere non è esattamente il mio favorito, ho trovato il libro veramente scorrevole, avvincente e ben scritto. La realizzazione di quest'ebook, partendo dall'editing, passando per la distribuzione e finendo con il regime di copyright è più che moderna e spero apra la strada ad una nuova concezione di distribuzione, proprietà e condivisione dell'arte tutta.
    Per ciò che concerne la trama, l'ho trovata originale anche se semplice e per nulla pretenziosa. Ho avuto modo di leggere alcune altre recensioni critiche rispetto al finale, beh non mi trovano affatto concorde, ho trovato il finale appropriato e verosimile, aperto ad eventuali futuri sviluppi, ma non per questo incompiuto.
    Tirando le somme: non sono una scrittrice, né una critica ma solo un'accanita lettrice. Ho letto questo libro in meno di due giorni e, girando l'ultima pagina, ho provato quell'amaro dispiacere che solo le letture coinvolgenti mi lasciano. Questo basta a me per giudicarlo come un buon libro. Lo consiglio e sicuramente mi impegnerò a regalarlo ad amici e conoscenti. Well done Carlo!

    ha scritto il 

  • 3

    ottima idea ma...

    il finale un po' improbabile, o meglio le ultime vicende, quelle conclusive mi hanno lasciata un po' perplessa. Letto in due giorni perchè scritto bene e interessante, ma il finale ecco... lo avrei sv ...continua

    il finale un po' improbabile, o meglio le ultime vicende, quelle conclusive mi hanno lasciata un po' perplessa. Letto in due giorni perchè scritto bene e interessante, ma il finale ecco... lo avrei sviluppato diversamente. Molto bello per il resto, infatti ci vorrebbe una mezza stella per dare la votazione "reale"

    ha scritto il 

  • 3

    Mah...

    Tramite anobii ho scoperto questo romanzo il cui autore ha gentilmente permesso a chiunque di poterlo scaricare da internet gratuitamente. Avendolo scaricato mesi fa, ho deciso di iniziarne la lettura ...continua

    Tramite anobii ho scoperto questo romanzo il cui autore ha gentilmente permesso a chiunque di poterlo scaricare da internet gratuitamente. Avendolo scaricato mesi fa, ho deciso di iniziarne la lettura che, sono sincera, inizialmente mi ha coinvolta parecchio, abbinata com'è ad un senso di inquietudine e mistero che piano piano ti porta a volerne sapere di più, a chiederti come andrà a finire, cosa succederà poi.
    Penso anche io, come altri lettori, che l'avvio non sia poi ben equilibrato dal finale anzi, il finale del file che avevo scaricato era a mio parere talmente assurdo che sono tornata sul sito dell'autore e ho riscaricato il romanzo, verificando che il finale era cambiato, diverso. Migliore, ma nonostante questo non soddisfacente.
    Tanta carne al fuoco che probabilmente potrebbe essere gestita meglio. Ma c'è da dire che forse è anche il genere che non mi appartiene molto.
    In definitiva, una storia che mi ha lasciata parecchio perplessa.

    ha scritto il 

  • 2

    onirico globale dalla trama all’editing

    il titolo e la sinossi hanno subito catturato la mia attenzione, e così scaricato -e per questo ringrazio la libertà dell’autore- e letto;
    ma non basta parlare di sogni per essere “onirico” e non bast ...continua

    il titolo e la sinossi hanno subito catturato la mia attenzione, e così scaricato -e per questo ringrazio la libertà dell’autore- e letto;
    ma non basta parlare di sogni per essere “onirico” e non basta un po’ di suspense e una seduta spiritica per essere horror o paranormale;
    a seguito di un incipit decisamente interessante e abbastanza ben delineato che si snoda attraverso la doppia vita diurna ed onirica del protagonista, con il progredire della storia gli eventi si fanno via via più annodati e intricati, un confuso incalzante susseguirsi e rincorrersi di veglia e sogno, un racconto che diventa sempre più un magma di eventi calati in una sfera temporale varia ed eventuale e in continua contraddizione tra loro;
    quella che vorrebbe essere una crescente contaminazione tra realtà e sogno, dove l’una va a confondersi nell'altro, diventa il caos primordiale dell’ego del protagonista, della sua insicurezza e del suo bisogno di affermazione, togliendo la scena a quello che dovrebbe essere l’angosciante e misterioso fulcro della storia che resta in fine senza una esito che lo delinei... chiariamo, non intendo un finale da letteratura, ma una sua connotazione che lo liberi dall'artificiosità delle ultime 50 pagine;
    la trama si involve, si accartoccia su se stessa, diventa grossolana con intarsi di vita comune giustapposti e commenti inopportuni, la cultura del protagonista diventa pedante nozionismo, egli stesso diventa ripetitivo e contraddittorio, come contraddittorie sono affermazioni e situazioni smentite poi poche pagine dopo, gli spunti interessanti e meritevoli di una evoluzione lanciati in questo turbinare di cose annegano e spariscono così come sono emersi, situazioni aperte vengono dimenticate, trascinando il lettore -me nella fattispecie- dall'invaghimento iniziale che fa leggere fino a notte fonda sospinta dalla curiosità di voltare ancora un altro angolo, all'insofferenza che fa leggere fino a notte inoltrata per potere finalmente chiudere e passare ad altro;

    in tutto ciò emerge in modo determinante un editing che si fa sempre più desiderare, carente e approssimativo con il progredire della storia fino a diventare inesistente, a riprova che il web editing è sicuramente una iniziativa simpatica (??) ma non si può considerarlo risolutivo e definitivo, mancando la mano di un professionista che ne tiri le fila dando struttura e uniformità all'opera;
    peccato perché in mano ad un bravo -molto bravo- editor avrebbe potuto essere un libro discreto;
    degne di menzione la capacità descrittiva dei sogni, da far pensare non siano poi del tutto inventati, e quella di immedesimazione dell’autore nel protagonista, da far pensare ad importanti spunti autobiografici...

    QF

    ha scritto il 

  • 3

    Monco

    Lodevole l'iniziativa dell'Autore di ricorrere al copyleft. Da inguaribile sognatrice ed appassionata interpretatrice di materiale onirico, la trama non mi è dispiaciuta, tutt'altro.
    Ma quel finale tr ...continua

    Lodevole l'iniziativa dell'Autore di ricorrere al copyleft. Da inguaribile sognatrice ed appassionata interpretatrice di materiale onirico, la trama non mi è dispiaciuta, tutt'altro.
    Ma quel finale troncato sul più bello? No, questo proprio non l'ho apprezzato.

    ha scritto il 

  • 3

    Consigliato

    L'inizio è un po' lento, ma essendo scritto molto bene mi ha afferrato forte...
    Il libro è ricco di introspezione, e spesso si riesce a 'capire', comprendere il personaggio, anche senza essersi immede ...continua

    L'inizio è un po' lento, ma essendo scritto molto bene mi ha afferrato forte...
    Il libro è ricco di introspezione, e spesso si riesce a 'capire', comprendere il personaggio, anche senza essersi immedesimati poi molto.
    Tutto è molto fluido e scorrevole, le frasi sono molto morbide.
    E i sogni sono descritti magnificamente. E credo che questo sia vitale per la trama del romanzo in sé.

    ha scritto il 

Ordina per