Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La Canzone di Shannara

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

3.8
(1984)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 478 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000013737 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Silvia Stefani ; Illustrazione di copertina: Tim Hildebrandt , Greg Hildebrandt

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Ti piace La Canzone di Shannara?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    2/3 stelle

    Tutto sommato deludente. Dopo "Le Pietre Magiche di Shannara" mi aspettavo di meglio. Forse non un crescendo, ma almeno una conferma. Invece si fa un passo indietro, sia a livello di storia che di personaggi. Brin è uno dei protagonisti più irritanti che abbia mai letto in vita mia, tale da farmi ...continua

    Tutto sommato deludente. Dopo "Le Pietre Magiche di Shannara" mi aspettavo di meglio. Forse non un crescendo, ma almeno una conferma. Invece si fa un passo indietro, sia a livello di storia che di personaggi. Brin è uno dei protagonisti più irritanti che abbia mai letto in vita mia, tale da farmi desiderare la sua morte! Che dire, stile sempre scorrevole e piacevole da leggere, ma resta comunque un lavoro minore di Brooks.

    ha scritto il 

  • 4

    Conclusione triste ma intensa

    Questa trilogia e considerata molto simile a quella di Tolkien ma a mio parere non ci mette molto a discostarsi e a creare un mondo e creature a parte e personaggi diversi(ogni libro è autoconclusivo).Il Druido Allanon,è la guida di ogni protagonista Ohmsford per tutta la trilogia,e non sempre ri ...continua

    Questa trilogia e considerata molto simile a quella di Tolkien ma a mio parere non ci mette molto a discostarsi e a creare un mondo e creature a parte e personaggi diversi(ogni libro è autoconclusivo).Il Druido Allanon,è la guida di ogni protagonista Ohmsford per tutta la trilogia,e non sempre risulta simpatico.Non ha nessuna affinità con Gandalf,se non per la "stanchezza" che gli opprime.il primo libro è quello che ho preferito,sia come storia che per la "compagnia" che si crea e il nano Hendel che è il mio preferito tra tutti i personaggi insieme a Garet Jax del terzo libro, che ho trovato migliore rispetto al secondo.Peccato per Brin che ogni tanto mi irritava e preferivo leggere la parte del fratello, più interessante e avventurosa(e parecchio disastrosa).una saga che mi ha sorpreso e mi dispiace di averla letta tardi.per gli amanti del genere "si crea un gruppo, si ha una meta, sia sconfigge il cattivone" è consigliata!

    ha scritto il 

  • 3

    Finisce la trilogia iniziata con La Spada di Shannara.
    Ammetto, lo stile di scrittura proprio non mi prende: non si vedono crescere i personaggi, la figura del druido non mostra l'adeguata saggezza che ci si aspetterebbe, la scarsa magia ed il fatto che ogni tanto qualche nuova figura compare da ...continua

    Finisce la trilogia iniziata con La Spada di Shannara. Ammetto, lo stile di scrittura proprio non mi prende: non si vedono crescere i personaggi, la figura del druido non mostra l'adeguata saggezza che ci si aspetterebbe, la scarsa magia ed il fatto che ogni tanto qualche nuova figura compare dal nulla solo per aggiungere un livello di difficoltà hanno reso la lettura di questo libro abbastanza pesante. Non mi sento comunque di dare meno di tre stelle perché comunque il libro offre un'ambientazione carina e descrive (forse un po' troppo prolissamente a volte) un mondo abbastanza intrigante.

    ha scritto il 

  • 5

    Ottimo libro a conclusione della Trilogia di Shannara

    Anche in questo libro il maestro Brooks riesce a creare un'ottima avventura secondo il classico schema dei libri fantasy degli anni 70/80.
    Giovani adolescenti che partono per un viaggio al fine di risolevere la quest che salverà il mondo e che permettarà loro di svolgere un "cammino" verso l'età ...continua

    Anche in questo libro il maestro Brooks riesce a creare un'ottima avventura secondo il classico schema dei libri fantasy degli anni 70/80. Giovani adolescenti che partono per un viaggio al fine di risolevere la quest che salverà il mondo e che permettarà loro di svolgere un "cammino" verso l'età adulta e le responsabilità che essa comporta. Ottimo libro!!!

    ha scritto il 

  • 5

    grandioso

    sento dire spesso che questo libro appesantisce la trilogia, che era quasi non necessario, che è bello ma non eccezionale....eccetera


    quando l'ho letto io, sarà per l'età, sarà per il periodo, sarà perchè avevo appena scoperto l'esistenza di Brooks, ma avevo una voglia insaziabile di fanta ...continua

    sento dire spesso che questo libro appesantisce la trilogia, che era quasi non necessario, che è bello ma non eccezionale....eccetera

    quando l'ho letto io, sarà per l'età, sarà per il periodo, sarà perchè avevo appena scoperto l'esistenza di Brooks, ma avevo una voglia insaziabile di fantasy e di storie dal sapore epico, e questo libro, in una situazione del genere è a dir poco PERFETTO!

    dopo tanti anni credo ancora che sia un libro meraviglioso e un classico del suo genere e della sua epoca!

    ha scritto il 

  • 3

    meh... se avete letto i due precedenti, non serve che leggiate anche questo.

    Leggilo tutto su


    http://pensieriusati.wordpress.com/2013/12/21/la-canzone-di-shannara/


    Questa storia è identica alle due precedenti, manca di sale, e so già come tutto andrà avanti. Brooks ha creato qualcosa che sembra più a un loop temporale, che una saga vera e propria.
    Tre stelle ...continua

    Leggilo tutto su

    http://pensieriusati.wordpress.com/2013/12/21/la-canzone-di-shannara/

    Questa storia è identica alle due precedenti, manca di sale, e so già come tutto andrà avanti. Brooks ha creato qualcosa che sembra più a un loop temporale, che una saga vera e propria. Tre stelle solo perché Brooks non scrive male, anzi!

    ha scritto il 

  • 4

    Il meglio della trilogia

    Mi è piaciuto. Crepuscolare, triste, pervaso di una perenne nostalgia che ti accompagna fino alla fine. L'immagine del canto dei protagonisti mi entra profonda nell'immaginario...

    bello, non c'è che dire.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Due e mezzo, quasi tre!

    Mi ha deluso abbastanza! A volte, durante la lettura, ho avuto l'impressione che l'autore si stancasse di scrivere, come se annoiasse pure lui; il libro è un copia dei due precedenti e ormai Brooks è prevedibile, ma anche noioso.
    Rone Leah, quel cretino, l'avrei tolto di mezzo già alla fine del ...continua

    Mi ha deluso abbastanza! A volte, durante la lettura, ho avuto l'impressione che l'autore si stancasse di scrivere, come se annoiasse pure lui; il libro è un copia dei due precedenti e ormai Brooks è prevedibile, ma anche noioso. Rone Leah, quel cretino, l'avrei tolto di mezzo già alla fine del primo capitolo! Finalmente Allanon evapora e puff, mi sono sentito felice per questo. Il motivo per cui ho continuato fino alla fine sono stati Jair e Slanter: sono dolcissimi ed è impossibile non affezionarsi allo gnomo. In più, ho avuto sempre l'impressione che ci fosse qualcosa di più di una semplice amicizia. Dite pure quello che vi pare, ma per me erano innamorati u.u E, insomma, li ho amati alla follia e mi è dispiaciuto che si siano separati. In sintesi, Brooks mi ha deluso, ma continuerò la saga di shannara :)

    ha scritto il