Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La Divina Commedia - vol. III

Paradiso

By Dante Alighieri

(148)

| Paperback

Like La Divina Commedia - vol. III ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

63 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    che dire di questo classico mi posso solo avventurare ad affermare che Sermonti per me è tra i più grandi commentatori di classici ha la prerogativa di farti conoscere questi tomi con la facilità di bere un bicchiere d'acqua

    Is this helpful?

    Salvatifra said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La più bella delle tre cantiche

    Per citare Umberto Eco nel saggio La profezia del Software (indispensabile introduzione alla lettura del libro): «il Paradiso è la più bella delle cantiche della Commedia». Lo stesso T.S. Eliot sosteneva che il Paradiso è il capolavoro assoluto di Da ...(continue)

    Per citare Umberto Eco nel saggio La profezia del Software (indispensabile introduzione alla lettura del libro): «il Paradiso è la più bella delle cantiche della Commedia». Lo stesso T.S. Eliot sosteneva che il Paradiso è il capolavoro assoluto di Dante, definendolo con entusiasmo «mai arido» e «intensamente eccitante».
    Unico consiglio per chi si accinge alla lettura è quello di prendersi il tempo necessario per approfondire e riflettere sul turbinio di spunti poetici e filosofici che il sommo poeta racchiude e suggella in pagine di stupende terzine.
    Consiglio anche la splendida edizione critica di Tommaso Di Salvo, le cui note ed approfondimenti sono fondamentali per avvicinarsi al reale e profondo significato del testo.

    Is this helpful?

    marco_ said on Jan 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Forse il meno bello dei tre libri, perchè il più simbolico e cervellotico.
    Ma Dante non si discute...

    Is this helpful?

    Athena said on Sep 10, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Libri dell'università - esame di letteratura italiana 2

    Is this helpful?

    Cristina Contilli said on Oct 13, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Solo due osservazioni.
    E' la cantica sintatticamente più elaborata. Come le altre hanno fatto la lingua italiana, creandola dalla materia grezza, qui il demiurgo Dante inventa la sintassi, esaltando la subordinazione Peccato che non siano rimasti nel ...(continue)

    Solo due osservazioni.
    E' la cantica sintatticamente più elaborata. Come le altre hanno fatto la lingua italiana, creandola dalla materia grezza, qui il demiurgo Dante inventa la sintassi, esaltando la subordinazione Peccato che non siano rimasti nella nostra lingua attuale vocaboli meravigliosi come "indiarsi" e gli altri composti verbali analoghi, espressivi e poetici.
    Infine l'ultimo canto del poema, quello dell'ineffabile visione di Dio, non può non richiamare l'Aleph borgesiano.
    Che altro dire?

    Is this helpful?

    Umberto Stradella said on Oct 9, 2012 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book