Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La Falsa Donazione di Costantino

Di

Editore: Biblioteca Universale Rizzoli

4.5
(11)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 251 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817168769 | Isbn-13: 9788817168762 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Olga Pugliese

Disponibile anche come: Altri

Ti piace La Falsa Donazione di Costantino?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nella storia delle falsificazioni, il caso più celebre - e certamente il più denso di implicazioni politiche - è quello della cosiddetta "Donazione di Costantino" ( "Constitutum Constantini" ), il documento che per tutto il Medioevo fu assunto a fondamento giuridico del potere temporale della Chiesa.
Stilato - come reputano i più - nella seconda metà dell'VIII secolo all'interno della Curia romana, il documento ricalcava un'antica credenza sulla conversione dell'imperatore Costantino che, guarito dalla lebra per interento di papa Silvestro I, avrebbe trasferito alla Chiesa il dominio dell'Italia e della stessa capitale.
Al "Constitutum" si rifecero, per sostenere la supremazia del Papato sull'Impero, i grandi papi teocratici, come Innocenzo III e Bonifacio VIII, e lo stesso Dante, pur deprecandone gli effetti, non ne mise mai in dubbio l'autenticità.
Solo nel clima di rinnovamento culturale del Quattrocento maturarono le premesse per una contestazione condota con metodo critico-storico rigoroso.
E fu un esponente di punta dell'umanesimo civile, Lorenzo Valla, filologo di grande perizia, a dare alla questione, nel 1440, una svolta originale e irrevocabile. Mosso all'analisi del testo dall'intento di provare insussistenti i diritti feudali vantati dal papa sul regno di Napoli, Valla configurò il suo trattato nei termini di un'orazione giudiziale che, partendo dalla critica impietosa della Chiesa del tempo, chiamava in causa, con pressanti interrogazioni, tutti i protagonisti del crimine indagato, fino a evocare, in un drammatico crescendo, la figura stessa di papa Silvestro, "uomo santissimo", che non avrbbe potuto che rifiutare la tentazione diabolica proffertagli da Costantino.
Soffuso di pathos etico e religioso, e avvalorato da una serie di prove storiche, giuridiche, filologiche, il discorso su "La falsa donazione di Costantino" ebbe grande risonanza negli ambienti culturali ed ecclesiastici di tutta Europa, e ancora oggi, risuona come enunciazione del ministero esclusivamente spirituale della Chiesa e come difesa della libera indagine intellettuale e politica.
Ordina per
  • 0

    quando vado su libero per guardare
    la posta ho a sinistra la finestrella delle
    pubblicità e c'è spessissimo la finestrella

    "libreria universitaria" che vende libri, come
    tutti possono immaginare in queste ore mi compare

    il libro della mimesis "zizek presenta mao" c ...continua

    quando vado su libero per guardare
    la posta ho a sinistra la finestrella delle
    pubblicità e c'è spessissimo la finestrella

    "libreria universitaria" che vende libri, come
    tutti possono immaginare in queste ore mi compare

    il libro della mimesis "zizek presenta mao" che è un
    libro che ho comprato millenni fa e non capisco

    perché mi compaia dunque ma a me fa un piacere
    incredibile e quando accendo libero e mi compare

    quel libro io non mi contengo e mi verrebbe da cantare
    Ombra mai fu
    di vegetabile
    cara ed amabile,
    soave più.

    e lo canto proprio
    e i vicini devono pensare che sto
    innaffiando le piante
    ma io non ho piante in casa
    ne sono quasi sicuro
    adesso faccio un giretto di controllo
    ma mi pare proprio di no

    ha scritto il