Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La Fortezza

By Andrea D'Angelo

(73)

| Others | 9788842912453

Like La Fortezza ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il romanzo parte dal misterioso ritrovamento di un antichissimo eincomprensibile libro che parla di ancestrali saggezze e di arcani, magicipoteri, che potrebbero liberare le genti dalle forze del male che come ombremalefiche aleggiano sulle loro esis Continue

Il romanzo parte dal misterioso ritrovamento di un antichissimo eincomprensibile libro che parla di ancestrali saggezze e di arcani, magicipoteri, che potrebbero liberare le genti dalle forze del male che come ombremalefiche aleggiano sulle loro esistenze, sempre pronte a dominarle. Pochi inquesto mondo possono intravedere l'importanza di quello che c'è scritto nellibro, e uno di questi è Burk un saggio della stirpe dei Baile, una razzapoco longeva che però possiede facoltà di gran lunga superiori a tutte lealtre che popolano il Mondo Interno. E sarà lui, accompagnato da un eterogeneoma compatto gruppo di amici che partirà alla ricerca delle "Sette Gemmedell'Equilibrio".

5 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Capitolo finale (?) della saga delle Sette Gemme.
    Punto interrogativo perché il finale è aperto a nuovi episodi molto estesi. Peccato che non siano mai stati scritti.
    In questo libro giunge al termine comunque la ricerca delle sette gemme dell'equi ...(continue)

    Capitolo finale (?) della saga delle Sette Gemme.
    Punto interrogativo perché il finale è aperto a nuovi episodi molto estesi. Peccato che non siano mai stati scritti.
    In questo libro giunge al termine comunque la ricerca delle sette gemme dell'equilibrio da parte della Congragazione, che sconta per questo un forte debito di sangue.
    La sconfitta annunciata di Lork è comunque il preludio per ulteriori scenari.
    Mio giudizio: 3 stelline che si avviano verso le 4. D'Angelo è cresciuto con lo sviluppo di questa trilogia e esce dalle pastoie sintattiche del primo libro, per lanciarsi verso la sua maturità di scrittore. Rimangono ancora dei passaggi artificiosi e forse una ricerca eccessiva di sondare i pensieri dei personaggi, che a volte rallenta la lettura. Peccato che le vicende rimangono alla fine troppo incompiute; ma molti personaggi acquistano spessore e D'Angelo si dimostra un abile narratore soprattutto nell'intessere gli eventi facendoli convergere verso un finale ricco di tensione. Mirabile infine - come sempre, d'altronde - la sua capacità di creare suspence nelle ambientazioni sotterranee o interne: decisamente il suo forte narrativo, che prelude nemmeno tanto velatamente al suo successivo capolavoro fantasy (La Rocca dei Silenzi). Speriamo un giorno di poter essere resi partecipi anche delle guerre tra Darfy e Ribaldi, delle vicende di Jule Unfog e degli sviluppi degli amori in nuce di Tarko e Balko; diconoscere meglio Anagromis, di assistere all'epico scontro tra Librek e Procax e soprattutto di ritrovarci sui passi di Mja Dell, da subito vero leader grigio di questa trilogia, che probabilmente avrebbe meritato maggiore attenzione (anche da parte del suo autore). Non sappiamo se D'Angelo vorrà regalarci ancora qualcosa. Ma possiamo se non altro sperarlo.

    Is this helpful?

    thyangel83 said on Dec 8, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La fine... non tanto finita di una trilogia italiana

    Ho piacevolmente letto una delle poche trilogie fantasy italiane. Partivo un pò diffidente verso il fantasy nostrano, ma invece mi sono ricreduta.
    Questo fantasy ha una narrazione parecchio pensierosa, che non ho seguito in modo difficile perchè anch ...(continue)

    Ho piacevolmente letto una delle poche trilogie fantasy italiane. Partivo un pò diffidente verso il fantasy nostrano, ma invece mi sono ricreduta.
    Questo fantasy ha una narrazione parecchio pensierosa, che non ho seguito in modo difficile perchè anche io sono "pensierosa".
    I personaggi non sono mai sviluppati e definiti completamente, ma viene lasciato al lettore identificarsi e quindi dare loro maggiormente forma. Alcuni personaggi, per quanto essenziali nella storia, erano delle semplici comparse... Sarebbe stato piacevole conoscere e dare un pò più di risalto anche a loro...

    Is this helpful?

    Aurora said on Jul 23, 2011 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Nei precedenti due romanzi Andrea D'Angelo aveva intessuto una rete intricatissima di eventi e personaggi, vicende all'apparenza secondarie e che invece si sono riflettute (molto) sulla trama principale. Nella "La Fortezza" si giunge infine all'epilo ...(continue)

    Nei precedenti due romanzi Andrea D'Angelo aveva intessuto una rete intricatissima di eventi e personaggi, vicende all'apparenza secondarie e che invece si sono riflettute (molto) sulla trama principale. Nella "La Fortezza" si giunge infine all'epilogo dolce amaro che ci si aspettava da Andrea D'Angelo, uno scrittore senza dubbio originale. Se i ribaldi e le truppe di Lork in questo romanzo hanno un ruolo abbastanza marginale, vengono invece sviluppati appieno i personaggi di Tarko, Balko, Shine eLibrek.
    In conclusione posso dire di aver apprezzato davvero molto questo romanzo, più dei precedenti due. In verità l'intera trilogia è interessante, ma preferisco quest'ultimo capitolo per tre semplici motivi:

    * Il finale dolce-amaro
    * Lo stile di Andrea D'Angelo che finalmente appare meno "statico", più "dinamico" e addentro alla storia
    * Le ambientazioni, Mistik in particolare.

    Is this helpful?

    Luca Centi said on May 29, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (73)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 349 Pages
  • ISBN-10: 884291245X
  • ISBN-13: 9788842912453
  • Publisher: Nord
  • Publish date: 2003-03-15
Improve_data of this book

Margin notes of this book