Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La Merla

Di

Editore: B.C. Dalai

3.8
(48)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 158 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8860738121 | Isbn-13: 9788860738127 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La Merla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A Nuovariva, nella Bassa emiliana, i delitti di prossimità sono una consuetudine, in particolare quelli che hanno come vittime le donne; i loro cadaveri spariscono per sempre nel verde scuro della palude. Ma un giorno accade che il corpo di una ragazzina assassinata nei «giorni della Merla», i giorni più freddi dell’anno, non affondi subito e rimanga fino a primavera sulla superficie ghiacciata dell’acqua. Nessuno si azzarda a raccoglierlo.
Molti anni dopo la ragazzina riemerge e, protetta da una suora un po’ bizzarra, Leonìda, e da un simpatico carabiniere, il maresciallo Fringolesi, diventa una specie di «giustiziere» che ammazza i «maiali su due gambe». Per il resto la sua vita riprende dal punto in cui si era interrotta. Dopo un’adolescenza turbolenta, la giovane si inserisce nella sparuta comunità di Nuovariva come giornalista di cronaca nera. Sui suoi colleghi ha però un vantaggio: i cadaveri le raccontano le loro storie.
Alternando di continuo i piani temporali, e passando con disinvoltura dal registro gotico a quello comico-picaresco, Caterina Cavina ha scritto un romanzo che, con l’efficacia imbattibile della leggerezza e senza mai cadere nella morbosità, si legge come una fiaba moderna.
Ordina per
  • 4

    Scoperto sugli scaffali di un'amica. E' sempre bene curiosare nelle librerie. Probabilmente non l'avrei scelto per acquistarlo. Avrei fatto male. Una storia surreale e dura, senza mancare di una vena ...continua

    Scoperto sugli scaffali di un'amica. E' sempre bene curiosare nelle librerie. Probabilmente non l'avrei scelto per acquistarlo. Avrei fatto male. Una storia surreale e dura, senza mancare di una vena umoristica. E' brava la Cavina. Da tenere d'occhio. Un appunto? La brevità. Via, si legge in un'oretta...

    ha scritto il 

  • 4

    Un romanzo duro, a tratti dissonante, che certo non mira a scaldare il cuore con storie di riscatto e umana bontà...eppure c'è qualcosa di magnetico nella storia della Merla, che avvince e che alla ...continua

    Un romanzo duro, a tratti dissonante, che certo non mira a scaldare il cuore con storie di riscatto e umana bontà...eppure c'è qualcosa di magnetico nella storia della Merla, che avvince e che alla fine fa apprezzare questo libro, impietoso specchio della violenza che tante volte scaturisce nei rapporti tra uomini e donne.

    ha scritto il 

  • 0

    La scrittura non mi ha soddisfatto molto ma questo libro ha il grande merito di trattare uno dei maggiori problemi attuali, la violenza sulle donne, con il tratto leggero di una favola. Naturalmente ...continua

    La scrittura non mi ha soddisfatto molto ma questo libro ha il grande merito di trattare uno dei maggiori problemi attuali, la violenza sulle donne, con il tratto leggero di una favola. Naturalmente una favola della bassa padana, eterea come le sue nebbie e sanguigna come la sua gente.

    ha scritto il 

  • 4

    narratori delle paludi

    un altro racconto sulle paludi, su quel confine incerto tra la terra e l'acqua, dove regna la nebbia, dove l'uomo scopre i limiti dl suo essere evoluto. la civiltà, così come la conosciamo sembra ...continua

    un altro racconto sulle paludi, su quel confine incerto tra la terra e l'acqua, dove regna la nebbia, dove l'uomo scopre i limiti dl suo essere evoluto. la civiltà, così come la conosciamo sembra fermarsi ai margini di queste terre dove regnano ancora miti antichi, dove nulla è come sembra. mi sovvengono alla mente i primi racconti di Baldini. questo breve romanzo è pieno di umano dolore, narra di vite spezzate, di istinti animali mai domi, di miracoli e favole antiche.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi ha fatto compagnia un paio di ore durante l'influenza di quest'anno. Mi è piaciuto l'alternarsi dei tempi nella narrazione, pare di leggere due libri uno dentro l'altro. Si vive l'atmosfera ...continua

    Mi ha fatto compagnia un paio di ore durante l'influenza di quest'anno. Mi è piaciuto l'alternarsi dei tempi nella narrazione, pare di leggere due libri uno dentro l'altro. Si vive l'atmosfera della pianura, dell'acqua stagnante, delle nebbie mattutine, dei bar dove si ritrovano sempre i protagonisti.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    La Merla

    Si legge in poco tempo, una realtà romanzata e viceversa. Ci si rende conto di una certa autobiografia dell'autrice e, per certi versi, mi ci sono emotivamente ritrovato. A volte certe espressioni ...continua

    Si legge in poco tempo, una realtà romanzata e viceversa. Ci si rende conto di una certa autobiografia dell'autrice e, per certi versi, mi ci sono emotivamente ritrovato. A volte certe espressioni forti appaiono leggermente inopportune. Globalmente leggibile.

    ha scritto il 

  • 3

    Letto in poche ore. Un pò sconclusionato, un pò approssimativo, in alcune parti inutilmente volgare. Bella la parte che narra la prima vita della protagonista. Certo le atmosfere di Eraldo Baldini ...continua

    Letto in poche ore. Un pò sconclusionato, un pò approssimativo, in alcune parti inutilmente volgare. Bella la parte che narra la prima vita della protagonista. Certo le atmosfere di Eraldo Baldini sono un'altra cosa.

    ha scritto il